Connect with us

Calcio

Ripescaggi Lega Pro: bocciata la Paganese

Published

on

ROMA – A margine del Consiglio Federale, importante per la Figc, è arrivata una mezza sorpresa per quanto riguarda le iscrizioni al prossimo campionato di Lega Pro. La Covisoc ha respinto la Paganese, squadra della quale avevamo analizzato le criticità in un precedente articolo, accogliendo invece i ricorsi di Lucchese, Maceratese, Siena e Casertana per la terza serie. La squadra campana ha informalmente preannunciato che presenterà reclamo al Collegio di Garanzia del Coni ma a conti fatti la situazione attuale vedere undici posti liberi per tentare i ripescaggi in Lega Pro (dodici se si considera il posto della Caronnese che subentrerà al posto dello Sporting Bellinzago senza dover versare il contributo a fondo perduto). Salgono le possibilità per piazze come Grosseto, Taranto e Reggina che a questo punto sperano di risalire fra i professionisti. Termine improrogabile per presentare la domanda di ripescaggio quello del 26 Luglio (ore 19), il presidente Gravina è stato categorico, non ci saranno deroghe.

Cosa deve contenere la domanda per essere presa in considerazione: 250 mila euro a fondo perduto, fideiussione di 350 mila euro, impianto adeguato per la categoria.

aggiornamento 20/07

Altro colpo di scena, la Caronnese ha rinunciato a prendere il posto del Bellinzago (come avevamo scritto il nodo era l’impianto di Caronno Pertusella, inadeguato e che avrebbe costretto la squadra a giocare altrove), come indica il comunicato della LND per la sostituzione dello Sporting Bellinzago si scorrerà la graduatoria dei playoff. Dunque, a tutti gli effetti, sono dodici i posti vacanti in Lega Pro.

Giornalista Pubblicista dal 2010. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Advertisement
15 Comments

15 Comments

  1. Fabio Lubrani

    19 Lug 2016 at 18:10

    Parto subito con le indiscrezioni sulle ripescate, so che è la cosa che interessa di più i tifosi. Facendo conto che un posto dei dodici spetta alla Caronnese, le altre che si possono considerare sicure sono Melfi, Lupa Roma, Albinoleffe, Fano, Fondi, Cavese, Olbia, Forlì. Ne vanno individuate altre tre per arrivare a sessanta.

    • Yuri Galgani

      19 Lug 2016 at 21:18

      La Cavese aspetta a darla per sicura.
      Ha un problema legato alla precedente gestione e, se applicheranno quanto previsto, ciò impedirà ai campani di essere ripescati.
      Chiaramente, da Cava stanno facendo pressioni affinché la Figc scelga una linea morbida.

      • Fabio Lubrani

        20 Lug 2016 at 10:48

        Ok, ma appunto le mie sono indiscrezioni, per questo non le ho aggiunge all’articolo. Comunque avevo/avevamo colto la gravità dei problemi di Paganese e anche Caronnese (dello stadio da 1000 posti ne avevo parlato direttamente coi tifosi). Col dubbio Cavese o meno, i posti sono dodici: attendiamo adesso le mosse del Grosseto FC che è davanti ad una opportunità più unica che rara.

  2. Sesto

    19 Lug 2016 at 23:14

    Ragazzi, vedo che si ragiona tanto di questo eventuale (e secondo me remotissimo) ripescaggio, ma siamo proprio sicuri e convinti che da parte della proprietà ci siano la convinzione e le motivazioni per tentarlo?

    • ser

      20 Lug 2016 at 10:03

      Se è vero che erano partiti per vincere il campionato, che non hanno digerito la partita con l’Olbia e che hanno come fine la serie B non dovrebbero perdere questa occasione. Se è vero……

      • Yuri Galgani

        20 Lug 2016 at 10:14

        Per essere precisi, il fine è la Serie A. 😉

  3. Buttero70

    20 Lug 2016 at 08:30

    Rinuncia anche la Caronnese !!!…Non fare la domanda di ripescaggio a questo punto sarebbe un suicidio….sempre che ci siano i soldi x farla….

    • Fabio Lubrani

      20 Lug 2016 at 10:50

      vista la novità ho aggiornato l’articolo

      • Tifoso

        20 Lug 2016 at 11:36

        Quindi il posto del bellinzago lo dovrebbe prendere il Fano (non credo che campodarsego risolva la questione stadio), sono rimasti da colmare i posti di Martina Franca, lanciano, Rimini, Pavia e paganese (5) più i 6 iniziali da colmare (11) totali, e per tali posti in lizza ci sono: Melfi e albinoleffe (retrocesse) e fondi, Olbia, Forlì tra quelle che hanno sicuramente i requisiti (5 posti occupati). Ne resterebbero 6 e possiamo considerare le formazioni in bilico come lupa Roma (problema stadio), cavese( illeciti) e Cuneo (Nn ha ancora deciso). Venissero accettate in blocco, cosa ardua, rimarrebbero ancora 3 posti liberi…per questo spero che anche il Grosseto faccia domanda di ripescaggio in quanto i lavori allo stadio sono già terminati in parte (tornelli e luci) e si dovrebbero sostituire solo un paio D telecamere..

  4. Orgoglio maremmano

    20 Lug 2016 at 11:39

    Anche la Lupa Roma non è detto che abbia lo stadio a norma…. Salvo interpetrazioni benevole dei requisiti richiesti

    • Yuri Galgani

      20 Lug 2016 at 12:45

      Da Roma sostengono altro.
      Sono certi che lo stadio di Tivoli ora sia a norma e si sentono già ripescati.

      • Tifoso

        20 Lug 2016 at 12:54

        Anche la paganese si riteneva apposto…

        • Yuri Galgani

          20 Lug 2016 at 13:12

          No, la situazione era molto diversa, credimi.
          La Lupa Roma si è mossa fin da subito.
          Mi fido della mia fonte.
          In genere mi ha sempre detto cose veritiere.

          • nino

            20 Lug 2016 at 18:00

            Mi sembra comunque che tutto stia volgendo per il meglio. Tutto è nelle mani di Pincione, che ha un’occasione unica per salire in serie C e ripartire alla grande con il suo progetto pluriennale. Nella conferenza stampa ha ribadito di non avere problemi di soldi. Ora deve dimostrarlo.

          • nino

            20 Lug 2016 at 20:43

            Chi sarebbe il nino del post sottostante? C’è inflazione di nini!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi