Manto erboso dello Zecchini: ecco le novità

Un'immagine di repertorio del manto erboso del Carlo Zecchini di Grosseto

Grosseto. Chiunque sia venuto di persona allo Zecchini o abbia visto le partite casalinghe del Grosseto in streaming o in tv si è reso conto del pessimo stato in cui versa il manto erboso dello stadio cittadino, una volta un vero e proprio gioiello verde, rinomato in tutta Italia anche per il buonissimo drenaggio. A tal proposito, ci sono giunti messaggi di protesta e qualche telefonata indignata e, per tale motivo, abbiamo deciso di parlare con il club biancorosso per capire un po’ la situazione. Senza voler andare a colpevolizzare il Comune o il Grosseto, diciamo che le attuali condizioni del manto erboso sono figlie della situazione antecedente alla firma della nuova convenzione tra le parti. C’è stato sicuramente un po’ di rimpallo di responsabilità, ma alla fine, con la firma del nuovo accordo, l’Us Grosseto si è accollata la manutenzione ordinaria del campo. A quel punto, Camilli ha dato mandato a un agronomo di fiducia di fare un sopralluogo per stabilire tempi e modi d’intervento. Per questo, il professionista interpellato ha suggerito di rinforzare e concimare il manto a partire dal 15 marzo di quest’anno. Chiaramente, tale operazione è già stata effettuata e la concimazione verrà ripetuta intorno al prossimo 15 aprile. Il tutto sempre a spese del club biancorosso. Insomma, da ora in poi le condizioni del campo andranno sicuramente migliorando. Sempre parlando con la dirigenza unionista, poi, abbiamo affrontato il discorso di un possibile campo in sintetico o di tipo misto, ma ci è stato spiegato che i costi per la realizzazione dello stesso al momento sono fuori budget. Si parla di un investimento straordinario dal costo variabile dai settecentomila al milione di euro, perché, per ottemperare alla rigide norme Fifa, il lavoro, oltre al manto in sintetico, dovrebbe prevedere diverse opere secondarie. Dunque, al momento la cosa non è assolutamente fattibile, mentre, come detto, il manto erboso verrà riportato quanto prima in condizioni ottimali.

7 Comments
  1. Grifo1912 5 anni ago
    Reply

    Io sapevo che il problema non era la concimazione ma il tipo di erba, costituito da gramigna. Ora è risaputo che la gramigna è molto economica perche praticamente non richiede tagli frequenti, rimanendo sempre a filo…d’erba.
    Pero ha una caratteristica negativissima cioe quella di spelacchiarsi ed ingiallire in inverno.
    Auesto credo sia il vero problema.
    Concomare la gramigna praticamente la fa rifiorire in orimavera ed estate quando comunque diventerebbe bella verde da se. Il campo, se ricordate, è stato verdissimo fin quasi a meta dicembre poi è diventato giallo marrone.
    A cosa serve la concimazione in marzo?
    Va geh se pero lo dice l’agronomo mi zitto.

  2. Maremmano vero 5 anni ago
    Reply

    Xche’ quando eravamo in serie B non era sempre gremigna????eppure il manto era verde tutto l’inverno….

    • Grifo1912 5 anni ago
      Reply

      No, in serie B era erba normale. La gramigna, a quanto mi risulta, è stata messa di recente.
      Cosi mi hanno detto.

  3. sportivo 5 anni ago
    Reply

    penso che avere un campo di quella fatta si un disonore per la città.il resto sono solo chiacchere.da l’impressione di un campo abbandonato.una sola parola vergogna

  4. roberto 5 anni ago
    Reply

    Lo stato del terreno di gioco corrisponde allo stato della squadra

  5. Mazzolatore 5 anni ago
    Reply

    Speriamo che la partita di mercoledì su Rai sport l’abbiano vista in pochi. Vedere un campo in quelle condizioni fa una grande tristezza e come biglietto da visita per la città si commenta da solo. Mi vergogno come Grossetano!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW