Albinia obbligata a vincere anche a ranghi ridotti

Nella foto un azione dell'Albinia di (W.Scopetoni Maremmapress.it)

Sfida complicata quella che l’Albinia deve affrontare domenica 21 febbraio in casa contro la Larcianese. Il giudice sportivo, sciogliendo la riserva assunta, ha accolto il reclamo proposto dal Forcoli avverso la regolarità della gara contro il Sangimignano disponendo la sanzione sportiva della perdita della gara per 0-3 alla società Sangimignano per non avere volontariamente impiegato a partire dal 17° minuto del secondo tempo fino al termine della gara almeno un calciatore nato dal 1 gennaio 1997 in poi e ciò in violazione dei limiti stabiliti dalla disposizione del consiglio direttivo del C.R.T. per le gare ufficiali del campionato di Eccellenza.

Questo significa che adesso l’Albinia è ultima in classifica a quota 21 in compagnia del Lammari e del Gambassi. Un bel guaio per la squadra di Cameli che deve fare a meno in questa sfida decisiva degli squalificati Mecarozzi e Rosati che vanno ad aggiungersi a Nieto fermo dalla settimana scorsa.

A dare qualche speranza ai maremmani di non ritrovarsi da soli in coda al gruppo è il fatto che i termali fiorentini devono vedersela contro l’ostico Camaiore ed il Lammari deve affrontare la non facile trasferta di Castelfiorentino.

Domenica sera la classifica potrebbe essere invariata rispetto ad adesso e per la compagine maremmana, che non parte con i favori del pronostico contro la Larcianese, potrebbe trattarsi già di un successo seppur minimo.

Non è un periodo facile per la squadra albiniese che rischia di venir sopravanzata dalle rivali dirette in classifica: in ventidue partite sono state realizzate da Nieto e compagni 26 reti mentre la porta è stata violata in 38 occasioni (soltanto il Marina La Portuale ha fatto peggio subendo 45 gol).

Come bottino è piuttosto magro, ma non perdere di vista la rotta che conduce alla salvezza è il primo obiettivo per il team che tiene alto il nome della Maremma nel campionato di Eccellenza ed ogni partita da qui al termine della stagione sarà per i rossoblù una battaglia durissima in cui non potranno essere commesse sbavature.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news