Il Grosseto vince, ma non convince. Raggiunta la nona posizione.

GROSSETO – NOCERINA 2-1

GROSSETO (4-4-2): Maurantonio; Formiconi, Burzigotti, Tedeschi, Legittimo; Bombagi (22’ st Onescu), Perini, Obodo, Esposito (15’ st Ricci); Marotta, Ferretti (30’ st Giovio). A disposizione: Lanni, Biraschi, Gotti, Gioè. All. Cuccureddu.

NOCERINA (4-4-2): Esposito; Cremaschi, Sabbione, Kostadinovic, Crialese (38’ st Simonetti); Lepore, Hottor, Palma, Ficarrotta; Malcore (28’ st Vitale), Evacuo. A disposizione: Russo, Kamana, Di Prisco, Polichetti, Fortino. All. Fontana.

ARBITRO: Colarossi di Roma 2 (Colatriano, Campitelli).

RETI: 28′ Ferretti, 31′ Marotta, 7′ st Malcore.

NOTE: Spettatori 700 per un incasso di 6839,49 euro; ammoniti Obodo, Tedeschi, Perini, Hottor, Sabbione e Ficarrotta; angoli 4-3 per la Nocerina; recupero 0’, 5’ st.

GROSSETO. Il Grosseto vince, ma non convince. Cuccureddu salva al momento la panchina, ma per il gioco c’è ancora da aspettare. Così si può sintetizzare il match tra Grosseto e Nocerina che ha visto i maremmani produrre del buon calcio solo per mezzora per poi cadere nell’oblio di una grigia giornata.
Il tecnico sardo fa sedere in panchina Lanni e  schiera tra i pali Maurantonio. Questa è la novità della giornata.
Pronti via e sono gli ospiti ad andare vicino al goal con Malcore che calcia a lato. Il pericolo sveglia i biancorossi che cominciano ad aumentare i giri e rendersi pericolosi con Ferretti con un colpo di testa parato in due tempi da Esposito.
La partita si trascina senza emozioni fino al 28° quando è il solito Ferretti a rompere gli equilibri su calcio di punizione con una traiettoria che non lascia spazio all’estremo campano.
Passano tre minuti e Marotta mette al ghiaccio il risultato  abile a ribadire in rete una corta respinta su tiro di Eposito del portiere campano. Match concluso? Niente affatto. I malossi, formazione giovanissima, non perdono entusiasmo e mettono in difficoltà la retroguardia grossetana con i tiri di Ficarrotta e di Malcore.

Nella ripresa il Groseto sparisce dal match e la Nocerina diventa padrone del campo e del gioco. I ragazzi di Cuccureddu si affidano ai calci lunghi a cercare la tesa di Ferretti o la velocità di Marotta, ma di occasioni in contropiede se ne contano ben poche.
Al 7° è il vivace Malcore a ribadire in rete, dopo che su azione di angolo Cremaschi aveva colpito la traversa. I biancorossi sono bloccati mentalmente e giocano con la paura di subire un clamoroso 2 a 2.
I campani cercano il goal del pareggio, ma i maremmani sono bravi a lasciare poche occasioni, ma non riescono mai a ripartire. Cuccureddu corre ai ripari ed inserisce Onescu per Bombagi; quantità per qualità. Al 42° è Lepore di controbalzo a mettere i brividi a Maurantonio che controllo il tiro finire sulla parte esterna della rete.
Il Grosseto rompe l’assedio avversario con un una conclusione di Ricci respinta da Esposito in angolo. Dopo cinque minuti di recupero e tanta paura il match termina sul 2 a 1 e il Grosseto che aggancia la nona posizione; unica nota positiva di una domenica da dimenticare.

1 Comment
  1. piede 6 anni ago
    Reply

    Ma un minuto di raccogliemento per l’ex medico dell’Grosseto Scannerini, lo potevano pure fare. Che tristezza, società da terza categoria.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW