C5 serie A2, riscatto Atlante superato 2-0 il Città di Sestu

Fernando Barelli capitano dell'Atlante

ATLANTE GROSSETO-CITTÀ DI SESTU 2-0 (0-0 pt)

ATLANTE GROSSETO: Del Ferraro, Barelli, Gianneschi, Caverzan, Keko, Capitini, Raia, Ikoma, De Oliveira, Falaschi, Bender, Izzo. All. Chiappini

CITTÀ DI SESTU: Zanatta, Mura G., Bonfin, Gonzalez, Rufine, Asquer, Casu, Vaccargiu, Cau, Wilson, Fois, Erbi. All. Mura M.

MARCATORI: 12′ s.t. Bender (G), 15′ Caverzan (G)
ESPULSI: al 18’30” s.t. Wilson (S)
ARBITRI: Stefano Pasquino (Nichelino), Carlo Adilardi (Collegno) CRONO: Vito Coviello (Pisa)

GROSSETO – Fondamentale successo dell’Atlante Grosseto al Palabombonera, i ragazzi di Chiappini battono 2-0 il Città di Sestu con una prova di carattere. Tre punti d’oro per la classifica dei maremmani, saliti così a quota sette punti.

Per battere i sardi e superare l’immenso Zanatta (autore di una prova maiuscola) c’è voluta tutta l’abilità di Barelli e compagni. L’Atlante ha attaccato dall’inizio alla fine dell’incontro mantenendo un alto possesso palla, ma difettando nelle conclusioni e sbattendo per più di un tempo sulle parate dell’estremo avversario. Il quintetto biancorosso ha mancato nel primo tempo il vantaggio grazie all’abilità di Zanatta nel chiudere la propria porta. Sull’altro versante l’omologo Del Ferraro non ha invece rischiato quasi mai.

Nella ripresa la partita ha mostrato i sardi esprimersi con maggiore pericolosità in sporadiche sortite. Il rischio della beffa peri padroni di casa l’ha scongiurato un pezzo di bravura di capitan Barelli. Poco dopo lo scoccare della metà della ripresa, il cinque biancorosso ha portato via un pallone sulla sinistra lavorandolo alla perfezione, accentrando su di sé tutta la retroguardia sarda per poi servire al centro Bender quando anche Zanatta era ormai spiazzato.

Il gol del vantaggio ha immediatamente svegliato i sardi, pericolosi con Wilson. In ripartenza allora l’Atlante piazzava il raddoppio: Barelli serviva Gianneschi per l’immediato assist a Caverzan, sotto rete il giocatore veneto non si faceva pregare e infilava Zanatta per il 2-0. A cinque dal termine mister Mura si giocava il portiere di movimento con Heder Rufine. Poca sofferenza per l’Atlante abile anche nell’intercettare palla e ripartire, Keko dapprima sbagliava a porta vuota ,al 18′ 30″ del st, mentre veniva strattonato da tergo da Wilson metteva in rete; incredibilmente l’arbitro fischiava interrompendo l’azione per espellere il giocatore del Sestu e cancellando il gol segnato a porta vuota dal bomber spagnolo. Una scelta incomprensibile che però non mutava l’esito dell’incontro. L’Atlante si rialza dopo la sconfitta di Merano conquistando un successo indiscutibile.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW