Connect with us

Calcio

Pincione rinviato a giudizio per diffamazione, il Comune di Grosseto si costituisce parte civile

Published

on

Grosseto. Max Pincione va a processo con la prima udienza fissata per il giorno 4 novembre. Il capo di imputazione è quello di  diffamazione aggravata nei confronti del Comune di Grosseto.
L’azione è stata promossa dall’amministrazione locale con il sindaco Vivarelli Colonna il 1 dicembre 2016.

I fatti risalgono proprio in quel periodo quando l’ex patron dell’Fc Grosseto intervenuto in diretta da New York in una nota trasmissione dell’emittente locale Tv9 aveva espresso le proprie idee.
Il tutto naturalmente non suscitò il gradimento del primo cittadino del capoluogo maremmano che convocò la Giunta per procedere giudizialmente riservandosi la possibilità di costituirsi come parte civile nel processo. In caso di sentenza favorevole al Comune infatti ci sarebbe la possibilità di riscuotere un indennizzo per l’immagine della città che si è ritenuta offesa dalle dichiarazioni.

L’amministrazione comunale ha affidato l’incarico all’avvocato Clara Mecacci.

Advertisement
2 Comments

Commenti

2 risposte a “Pincione rinviato a giudizio per diffamazione, il Comune di Grosseto si costituisce parte civile”

  1. Susanna Scorretti Susanna Scorretti ha detto:

    Finalmente. Qualcosa si muove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Comments

 

 

Advertisement

Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi