Connect with us

Calcio

Tripudio per il Roselle, Manciano cerca ancora la salvezza

Published

on

Festeggia il Roselle con una giornata di anticipo: grazie alla caduta del Cecina a San Miniato, la squadra di De Masi conquista il primo posto e può liberare tutta la propria gioia dopo che il team labronico aveva provato a rifarsi sotto nelle ultime settimane.

Per i termali è la degna conclusione di una annata storica, vissuta sempre e soltanto da protagonisti grazie alla forza di un collettivo che si è rivelato in tutto il proprio valore traendo forza dai momenti di difficoltà che ci sono stati nel corso di questi mesi.

Potremmo dire che è stato il campionato di Angelini, Cosimi e Vento che stanno monopolizzando la classifica dei cannonieri, potremmo dire che è stato il campionato di sua maestà il professor Gigi Consonni, potremmo dire che è stato il campionato di Franchi e Saloni, potremmo dire che è stato il campionato di chiunque sia sceso in campo con la maglia del Roselle. Invece no, preferiamo dare valore alla forza di un collettivo che non si è lasciato distrarre dalle vicende extra-campo dimostrando grande maturità in ogni frangente.

Complimenti a Serdino e a Faenzi, complimenti a Kacka che in una stagione ha riscattato tutte le vicissitudini del proprio recente passato calcistico, complimenti a tutta la squadra, alla dirigenza ed allo staff tecnico. Quando si vince un campionato, la vittoria è di tutti senza ombra di dubbio.

Alla gioia del Roselle fa da controcanto l’ansia del Manciano. I biancorossi, a differenza del San Donato, devono ancora sudare sul campo la propria salvezza domenica prossima contro l’Armando Picchi.

Non sarà facile, ma la squadra di Renaioli vuole evitare i playout ad ogni costo e punta alla vittoria contro una squadra che potrebbe avere meno motivazioni. L’auspicio è che, dopo la vittoria del Roselle e la salvezza del San Donato, anche il Manciano riesca a completare l’opera regalando una gioia a tutti gli sportivi maremmani.

Risultati

Certaldo-Rosignano 0-0
Donoratico-Asta 2-2
Geotermica-A. Picchi 3-2
Gracciano-Roselle 1-2
Manciano-Pecciolese 0-0
Pro Livorno-A. Volterra 1-0
Acli San Donato-Perignano 1-2
San Miniato Basso-Cecina 1-0

Classifica

Roselle 71
Cecina 65
Pro Livorno, A. Picchi 43
Rosignano 42
Donoratico, Acli San Donato, Pecciolese 37
San Miniato Basso, Asta 35
Manciano 34
Perignano, Geotermica 33
A. Volterra, Certaldo 28
Gracciano 26

Marcatori

Angelini (Roselle) 21
Cosimi (Roselle) 15
Vento (Roselle) 14

Advertisement
5 Comments

Commenti

5 risposte a “Tripudio per il Roselle, Manciano cerca ancora la salvezza”

  1. citta' di manciano ha detto:

    e comunque grazie al san donato x NON aver battuto in casa il Perignano……………
    grazie di cuore, vi faceva fatica vincere contro una nostra diretta concorrente x la salvezza???????
    cosa vi e’ successo, avete di colpo terminato tutte le vostre energie?????????
    grazie veramente di cuore, dimostrazione della collaborazione sportiva della nostra provincia………………………

    • Castiglionese ha detto:

      ma guarda, si è rotto un amore che anni fa porto ad aperitivi e selfie prima di una partita importante per il campionato e decisiva per la classifica?
      La famosa ruota che gira è girata!

      • Tifoso manciano ha detto:

        Nessuno amore rotto il periz nano aveva più motivazioni del s donato..siamo ancora padroni del nostro destino se vinciamo gli altri possono fare ciò che vogliono. .voi invece come siete messi??

  2. citta' di manciano ha detto:

    IO stavo rivolgendomi ai signori del San Donato, cosa c’entra la Castiglionese?
    Ma poi, siete in Prima Categoria, ad un passo dal baratro (veroddio se farete i play out la Seconda Categoria vi aspetterà a braccia aperte!), da anni ci guardate la targa e avete ancora il coraggio di scassarci?
    Non sapevo che il San Donato avesse un avvocato delle cause perse e per giunta castiglionese…

  3. Orgoglio biancoverde ha detto:

    Non capisco cosa ci possa entrare il San donato nella salvezza del Manciano visto che anche in caso di vittoria contro il perignano la situazione sarebbe stata la stessa visto che la geotermica ha 33 punti ovvero uno meno del Manciano..forse accordarsi per un pareggio con la pecciolese non è stata la scelta giusta?? Sulla castigionese meglio non commentare..vedo che ancora brucia quel campionato!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Comments

 

 

Advertisement

Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi