Successo spaventoso dei Red Jack in serie C

Il 53-0 dei Red Jack (foto tratta dal gruppo Facebook della squadra)

Il baseball è uno sport bellissimo, uno sport in cui le emozioni fanno palpitare il cuore, uno sport in cui tutto resta in bilico fino all’ultimo out. Un totem di questa disciplina sportiva come Yogi Berra ebbe a dire “Non è finita finché non è finita”. Grande Yogi Berra, ma non aveva fatto i conti con ciò che è successo in serie C nel match tra Red Jack e Venatores Nettuno. Povero Yogi, se avesse visto questa partita avrebbe stracciato anni e anni di frasi e motti che lo hanno reso famoso: i Red Jack hanno vinto 53-0.

Non è uno scherzo: 53-0. A memoria d’uomo non si ricorda nulla di simile se non un remoto incontro di serie nazionale in cui il Nettuno siglò una quarantina di punti.

Difficile da credersi, ma al Simone Piani-Casa Mora è andato in scena cotanto spettacolo. A voler parlare di questioni tecniche potremmo sembrare ironici, ma ci proviamo e diciamo che la squadra maremmana ha dimostrato di prendere sul serio anche questo surreale impegno e ciò fa onore a chi è sceso in campo con la casacca Red Jack.

C’è chi ha definito questo match una farsa, noi preferiamo restare sul vago dicendo che si è trattato di un allenamento in vista di impegni ben più probanti. Ci vuole rispetto per tutti quelli che si mettono in discussione sul diamante, sempre, anche quando la voglia di metterla in burla potrebbe prendere legittimamente il sopravvento.

Non è andata altrettanto bene al Jolly Roger2. La squadra nata grazie alla collaborazione del Junior Grosseto ha perso allo Jannella 15-5 contro la storica squadra capitolina della Lazio in sette riprese. Il calendario adesso mette di fronte le due squadre maremmane per l’atteso derby in programma domenica 24 aprile: vinceranno i galvanizzati Red Jack o il Jolly Roger riuscirà a conquistare il primo successo dell’anno? Il verdetto lo emetterà soltanto il campo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news