Molinari, entra segna e non esulta

Grosseto. Entrare, segnare e non esultare. È la cosa che riesce meglio in questa prima parte di stagione a Schoon Molinari, che dopo il gol contro il Vorno ha camminato verso la Curva Nord guardando i tifosi prima di essere sommerso dall’abbraccio dei suoi compagni, ma anche di mister Milano che si è fatto quaranta metri di corsa.

Un segnale che il mister voleva dare al giocatore per confermare quanto è importante all’interno del progetto biancorosso.

Prossima puntata tra sei giorni nell’anticipo di Castelnuovo Garfagnana e nuovo sprint per una maglia da titolare.

9 Comments
  1. Daigrifone 1 anno ago
    Reply

    Il bimbo si è montato la testa.
    Tutti i giocatori sono importanti e tutti troveranno lo spazio per giocare.

  2. Corrado 1 anno ago
    Reply

    Non mi piace affatto chi non esulta per un goal fatto; dimostra scarso attaccamento alla maglia che indossa.

  3. MAURO SAVELLI 1 anno ago
    Reply

    Un ragazzo di quell’età che non esulta? Non esulta quando fa gol per la squadra della sua città? Ah già ma lui è Messi… inizia ad essere offensivo per la tifoseria

    • Fabio 1 anno ago
      Reply

      Dispiace dirlo, ma anche a me comincia a scacciare! Ma cosa crede di dimostrare!?

  4. Dario 1 anno ago
    Reply

    Intanto premesso che viene prima il collettivo del singolo giocatore,
    In una squadra come il Grosseto che punta a primeggiare sia in campionato che in Coppa, dove a fine stagione se tutto va bene ci saranno minino 40-50 partite, ci sarà spazio per tutti.
    Molinari e Boccardi si devono mettere in testa una cosa, che sia chiaro, quest’anno davanti hanno giocatori come Andreotti( capocannoniere scorso anno e primo con la Cuoio), Pirone( primo con la Cuoio) e Camilli( primo con il Sangim e miglior giocatore del torneo), ecco loro invece cosa hanno da “vantare” se non belle speranze perche sono veramente forti per la categoria, ma non hanno dimostrato ancora nulla.
    In una squadra c’è bisogno anche di chi come Molinari, veloce e sgusciante , puo risolvere le partite anche giocando 30 min e chi come Boccardi la puo risolvere con un invenzione.
    Per Finire, dovrebbero porsi una domanda…Meglio vincere a Grosseto, cercando di mettersi in mostra in mezzo a tanti ottimi giocatori e salire di Categoria, oppure andare in qualche medio-piccola a giocare titolare e non avere ambizioni?
    E non venitemi a dire di Gavorrano e Poggibonsi perche anche li non avrebbero il posto assicurato.
    Uniti si vince, e ci sarà.bisogno di tutti..!
    FORZA Molinari e forza Boccardi, anche questo è crescere…!

  5. Daniele C. 1 anno ago
    Reply

    Carissimo Molinari, il fatto che tu non esulti al goal fatto è dal mio punto di vista offensivo verso TUTTI . E se noi tifosi non esultassimo e non applaudissimo a un tuo goal cosa ne penseresti e come la prenderesti??… Rifletti alla prossima….

  6. max 1 anno ago
    Reply

    caro Molinari non sei Ronaldo e giochi in eccellenza.

  7. grifos 1 anno ago
    Reply

    Dopo l’ anno scorso i personalismi devono essere messi da parte, non posiamo permetterci in nessun modo di fallire. Detto questo il giocatore per l’ età che ha è veramente forte ma si deve ricordare che questa maglia è stata indossata da gente come Pinilla, quindi umiltà testa bassa e pedalare….

  8. Isabella 1 anno ago
    Reply

    Forza Schoon

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW