Grosseto-Budoni: le interviste

Galgani intervista mister Orlandi prima di Grosseto-Budoni

NEVIO ORLANDI (all. Grosseto) <<Sono soddisfatti per la partita, i 70 minuti di difficoltà è stato per merito di Budoni, era una squadra tonica e compatta. Nella ripresa spinti dal vento a favore e dalla bravura di alcuni singoli siamo riusciti a sbloccare l’incontro. Zotti? Ha sbloccato la partita, è un dato di fatto. Merito a lui e merito allo squadra che ha saputo fare la partita. Gli errori commessi nel primo tempo sono frutto della frenesia, quando si cerca di creare qualcosa e non ci sono gli spazi per farlo si diventa frenetici. Quello che ci siamo detti fra il primo e secondo tempo era di restare propositivi e sfruttare il vento a favore, l’importante era vincerla in qualche modo, anche all’ultimo. Anche domenica ci sarà una partita difficile con campo piccolo e sintetico. Di Gennaro? Lui è un elemento positivo e un trascinatore psicologico per tutti gli altri. Sono contento soprattutto per i miei ragazzi, bello vedere la panchina che si alza e va tutta ad abbracciare il compagno che ha segnato>>.

GIUSEPPE GIGLIO (attaccante Budoni): <<Ho avuto una occasione importante però non sono riuscito ad alzarla di più. Avevamo preparato la partita come avete visto, il cambio di Zotti ha cambiato un po’ la gara, nel finale abbiamo un po’ mollato. Dobbiamo rimboccarci le maniche e da domenica tornare a fare punti. Grosseto? A inizio stagione era sicuramente molto più brillante e con un altro mister, ora si comincia a sentire la stanchezza. Ringrazio la gente che ancora mi ricorda e i ragazzi che anche oggi mi hanno salutato>>.

RAFFAELE CERBONE (All. Budoni): <<Quello che non è successo in settanta minuti è capitato in un minuto: tre punizioni fischiate di fila, sembrava quasi che l’arbitro sapesse della bravura di Zotti, mi creda questa è la sensazione che ho avuto dalla panchina. Fatto sta che resta per 70 minuti la migliore prestazione della mia squadra, però l’abilità del singolo poi indirizza la gara>>.

NIKOLA OLIVIERI (centrocampista Grosseto): <<Abbiamo trovato una squadra che viene a chiudersi e fai fatica, ci vuole pazienza. Magari dalla tribuna giustamente arrivano mugugni, ci sono partite che giri e provi per 70 minuti e non riesci a fare nulla. Oggi è stata la vittoria del gruppo, ultimamente credo si sia visto: complimenti a tutti, anche a Cremonini che era tanto che non giocava. Errori anche dovuti al campo, non è quello di ottobre, adesso devi prima guardare il rimbalzo senno rischi di sbagliare lo stop. Adesso c’è il Castiadas, però la pressione ce l’hanno loro che si devono salvare>>.

DAVIDE CREMONINI (centrocampista Grosseto): <<Il Budoni ci ha messo in difficoltà sopratutto nel primo tempo col 4-5-2, era molto difficile trovare spazi. Nel finale con un po’ di stanchezza abbiamo trovato maggiori spazi. Ovvio che ci ha aiutato il gioiello di Pietro Zotti, però è stata la vittoria di tutto il gruppo. Abbiamo conquistato 4 punti di vantaggio sul Rieti dobbiamo solo mantenerli o aumentarli>>.

1 Comment
  1. Doc55 3 anni ago
    Reply

    Veramente un genio Mr. Cerbone ! Pensi, essendo cugino carnale dell’Arbitro, ci eravamo sentiti ieri sera, gli avevo detto che Zotti sarebbe entrato nella ripresa, verso il 65′, gli avevo specificato che é molto bravo nei calci di punizione dal limite e che era preferibile ne fischiasse uno sul vertice sinistro dell’area di rigore, ovviamente a favore di vento, essendomi informato a tempo debito sulle condimeteo di oggi pomeriggio. Ma mi faccia il piacere!!!!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news