Grosseto tanta sfortuna, ma anche tanta sofferenza

GROSSETO. Ancora una volta la dea bendata volta le spalle del Grosseto che rimedia la sconfitta in quel di Catanzaro a tre minuti dal termine quando il pareggio sembrava essere quasi in porto.
Partita sfortunata per i biancorossi che colpiscono nelle due uniche occasioni pericolose, due clamorosi pali a portiere battuto, anche se i calabresi hanno dimostrato maggiore dinamicità e voglia di di conquistare la vittoria.

TEMA TATTICO. Mister Acori mette in campo una formazione, quella titolare, che vuole giocarsela a  viso aperto, anche se deve rivedere ben presto i piani vista l’aggressività e il pressing altro dei padroni di casa.
Nel primo tempo i giallorossi sfiorano a più riprese il gol del vantaggio, anche se si ha l’impressione che nelle ripartenze il Grosseto possa far male in qualsiasi momento.
Nella ripresa il tema del match non cambia ed allora Acori entra nell’idea di portare a casa un punticino e rafforza il centrocampo inserendo un incontrista, Onescu, per un costruttore di gioco come Bombagi.
Mossa che non da i frutti sperati e allora proprio quando tutto sembra finire per il bene arriva il gol a tre dal termine. Una sconfitta dolorosa, ma che poi così male non fa visti i risultati di Prato e Pontedera che lascia tutto inalterato per la corsa ai play off.
Fondamentali saranno le sfide interne contro Pisa e Prato, a cui si aggiunge quella esterna di Pagani. Fare bottino pieno significherebbe mettere una seria ipoteca sui post season.

1 Comment
  1. fabrizio fabbrini 5 anni ago
    Reply

    La speranza di centrare i play off è grande ed ultima a morire………ma il Grosseto è una squadra poco affidabile nella continuità dei risultati positivi………….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news