Connect with us

Grosseto Calcio

Pincione a Gs: “Delusissimo e arrabbiatissimo per il pari a Lanusei. Giacomarro, basta errori”

Published

on

Grosseto. Abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente Pincione (che dovrebbe trovarsi fuori dall’Italia, ndr) per commentare con lui il deludente 2 a 2 a Lanusei, contro una formazione capace di pareggiare nel recupero e in inferiorità numerica. Una beffa che ha tolto altri punti pesanti al Grosseto nell’ottica della vittoria del campionato dopo quelli già buttati al vento nel match dell’andata. Come leggerete, grande delusione del presidente biancorosso, che annuncia tramite Gs l’arrivo di un attaccante esperto dalle categorie superiori e, di fatto, mette di fronte alle sue responsabilità mister Giacomarro, accusato di non essere riuscito a correggere la lacuna dei troppi gol subiti dal Grifone, problema che ha sottratto molti punti al cammino maremmano.

Presidente, immagino che tu sia arrabbiato per questo pareggio col Lanusei.
<<Sì, hai ragione, ma non sono arrabbiato, sono arrabbiatissimo e delusissimo>>.

Lo immaginavo…
<<Certo, ma sono arrabbiato anche con i tifosi biancorossi e con voi della stampa e sai perché?>>.

Forse, ma gradirei che fossi tu a dirlo.
<<Beh, è semplice: tra tutti avete creato una situazione di esaltazione di Giacomarro, dello staff tecnico e della squadra assolutamente ingiustificata. Sono arrivate vittorie roboanti contro piccole squadre, mentre con le big i risultati sono stati deludenti. Nel mercato di riparazione si sono rinforzate tutte le nostre avversarie e noi abbiamo fatto arrivare diversi giocatori con lo stesso intento, ma i risultati non sono cambiati. Mi avete messo nelle condizioni che se mai decidessi di esonerare il mister sareste tutti pronti a puntare il dito contro di me. Tutto questo perché? Perché il Grosseto molte volte gioca bene? A me non importa giocare bene, importa vincere>>.

Capisco. Effettivamente il Grosseto finora ha sprecato tante opportunità e nelle ultime tre trasferte ha subito ben 7 reti, 5 delle quali decisive in senso negativo e ha raccolto solo 4 punti sui 9 disponibili. I numeri dicono questo. Magari ci vorrebbe più equità di giudizio da parte di tutti.
<<Sì, ma non si arriva a vincere i campionati subendo tutte queste reti. Non esiste. Non è scritto da nessuna parte. Siamo forti in attacco e questo lo sappiamo, ma quando non sono in giornata le nostre punte, come facciamo? Rischiamo di perdere, te lo dico io, visto quanto accaduto su campi come quello della Virtus Flaminia. Guarda la Viterbese: ora segna tanto e subisce pochissimi gol. Quello è il viatico per la vittoria>>.

In realtà, ci sono stati casi di campionati vinti segnando tantissimo e subendo molti gol. Diciamo che forse si tratta di eccezioni, ma è possibile.
<<Te lo ripeto: non andiamo da nessuna parte subendo tutte queste reti. Sono stati acquistati tanti giocatori, quasi tutti voluti da Giacomarro, ma continuiamo a subire tanti gol>>.

Dunque?
<<Dunque, se non siamo in grado di porre rimedio a questa nostra lacuna, rischiamo di implodere. Ti domando: cosa è meglio fare, vincere o giocare bene? Se devo scegliere, io scelgo sempre la prima opzione>>.

Credo che a tutti piaccia vincere.
<<Appunto, ma Giacomarro nelle sue idee è molto integralista e non mi permette di aiutarlo a uscire da questa situazione>>.

Magari potrebbe essere necessario far arrivare ulteriori rinforzi di qualità. Oggi, ad esempio, in panchina non c’era neppur un attaccante di ruolo, ma sembra che Nappello fosse disponibile. Dunque, un attaccante in più potrebbe servire. Doveva arrivare Tavares, poi un altro attaccante dal Brescia, che in D, in questa stagione, aveva segnato 8 reti in 14 partite, ma anche questo affare è sfumato. I due centrocampisti di qualità dalla Lega Pro, poi, arriveranno? Ci sono novità in tal senso?
<<Scusa, che facciamo venire a fare giocatori di categoria superiore se poi il mister non li vuole o non li fa giocare? Sì, di Tavares è vero, così come è vero dell’altro attaccante. Quest’ultimo abbiamo deciso di non prenderlo perché ha un carattere non adatto al nostro ambiente. In ogni caso, ti do un’anteprima: domani arriverà un attaccante d’esperienza. Per il resto vedremo, ma dipenderà da Giacomarro>>.

Noto nelle tue parole anche una certa frustrazione.
<<Per forza, mi dà una noia pazzesca vedere il mister che continua a fare i soliti errori e che, nonostante ciò, viene esaltato dai tifosi e da voi della stampa, mentre io vorrei aiutarlo a porre rimedio alla situazione, ma non posso. Giacomarro, come ho detto, non ascolta nessuno e questo non va bene. Andando avanti di questo passo arriveremo terzi o quarti, ci puoi scommettere. In tal caso, però, non venite a lamentarvi con il sottoscritto>>.

Il mister ha sicuramente il suo credo calcistico.
<<Sì e questo lo rispetto, ma se vedi che c’è un problema che si ripete, grave peraltro, come quello dell’eccessivo numero di gol subiti, vuoi porti il dubbio che stai sbagliando qualcosa? Vuoi pensare di ascoltare i suggerimenti di gente del mestiere? Puoi prendere in considerazione il fatto che magari è necessario cambiare modulo? Oggi, ad esempio, che senso ha avuto far entrare Vinicius in sostituzione di Di Gennaro? Fossi stato io il mister, Vinicius sarebbe partito titolare, ma non ho gradito neppure i cambi in tante partite, come a Nuoro, dove abbiamo iniziato a soffrire fin dal 35′. In alcuni casi, poi, siamo stati anche fortunati. Resta il fatto che mi ritrovo con una rosa di 30 giocatori, alcuni davvero forti, ma i problemi difensivi rimangono. Mi sono proprio stancato di questa situazione>>.

Capisco. Visto che ci giri intorno, però, te lo chiedo direttamente: Giacomarro è sempre al suo posto?
<<Per ora sì, ma le cose dovranno cambiare radicalmente. Il mister dovrà aprirsi ai suggerimenti che gli daremo oppure per me potrà andarsene. Non è accettabile il ripetersi di queste occasioni buttate al vento. Non accetto di perdere o pareggiare contro certi avversari per colpe nostre assolutamente evitabili. Voglio vincere, capito? Mi interessa solo vincere e se per farlo dovrò cambiare tutta la squadra, lo farò, stanne certo>>.

Advertisement
27 Comments

27 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi