Rischia grosso la Pallavolo Grosseto 1978 costretta a giocare fino al quinto set dal Donoratico

Grosseto. Doveva essere la partita della consacrazione definitiva della Pallavolo Grosseto 1978 Luca Consani e invece le grossetane rischiano grosso in casa della penultima in classifica Donoratico, costrette dalle padrone di casa a ricorrere al tie break per portare a casa il successo per tre set a due e i parziali di 10/25, 25/23, 18/25, 25/16 e 4/15. Le maremmane si mangiano le mani, perché sono scese in campo sapendo già il risultato della gara del pomeriggio dove anche l’E&f di Riotorto aveva finito per giocare il quinto set a Livorno. Una ghiotta occasione gettata al vento per passare da sole al comando del girone. Invece, dopo questa gara le biancorosse sono ancora costrette a dividere la prima posizione proprio con le livornesi. Paradisi e compagne si sono fatte condizionare dall’ambiente molto caldo in cui si sono trovate a giocare e non sono state capaci di mettere a segno il match point del campionato. La squadra giovane di coach Stefano Spina ha subito più del dovuto la pressione a cui è stata sottoposta, priva di quella esperienza necessaria per uscire indenni da gare di questo genere, come spiega al termine del match, molto contrariato, l’ allenatore delle grossetane “ Stavamo vincendo facile. Poi ci siamo un po rilassati facendo l’errore di fare giocare le avversarie. Questo è un campo, dove il pubblico si fa sentire, e se perdi la testa, ti sgretoli. Ci manca l’esperienza di reggere queste situazioni. Questa è una gara che se noi giochiamo normalmente la portiamo a casa al settanta per cento delle nostre possibilità. Dovevamo stare calmi, invece le cose si sono messe male e ci siamo innervositi. Sono leggerezze che poi paghi, sopratutto in una giornata importante come questa, dove il Riotorto aveva per un punto per strada. E’ vero che il Donoratico aveva cambiato allenatore in settimana, che il campo è caldo, ma non abbiamo giocato alla nostra altezza. Una squadra che vuole vincere il campionato deve tornare a casa con un tre set a zero netto. Alla fine l’abbiamo sfangata, ma è stata una bella fatica” Massimo Galletti

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

300X250 FIXED (VALIDO SOLO PER IL MOBILE - DA INSERIRE PRIMA DELLA CHIUSURA DEL TAG BODY)