Il punto dopo la 14° giornata in Prima Categoria: A-Factor Albinia

Angelini esulta dopo un gol (di F.Linicchi - Maremmapress.it). Oggi la sua doppietta ha ribaltato il risultato con il Torrenieri.

ALBINIA, A-FACTOR. IL PIENZA CONTINUA A MERAVIGLIARE, QUOTA SALVEZZA IN AUMENTO. L’Albinia ha l’A-Factor per vincere il campionato. Non è certo da questa domenica che ciò viene a conoscenza, ma il dato curioso di questa giornata è che nel poker con cui i rossoblù hanno domato il Caldana c’è un gol a testa per Amorfini, Angelini, Anichini e Amorevoli. Difficile davvero trovare un difetto ai rossoblù, quasi impossibile e se il vantaggio rimane “solamente” di dieci punti a fronte di un cammino pressoché perfetto è solo merito al Pienza che nell’ultimo periodo sta tenendo un ruolino di marcia identico alla truppa di Tommasi, avendo collezionato 16 punti nelle ultime sei gare. L’acuto di Agnoletti a fine primo tempo decide lo scontro diretto con il Massa Valpiana, che vede frenata la propria ascesa ma non le ambizioni di ricoprire un ruolo da protagonista in questo campionato. Sul gradino più basso del podio torna però l’Amiata, con il classe 2000 Tondi che raggiunge la doppia cifra di marcature nel 3 a 0 contro il Sorano e si candida ad essere la rivelazione dell’anno, mentre l’attesa sfida tra Argentario e Scarlino non delude di certo le aspettative, con un pirotecnico 2 a 2 frutto di una gara dai due volti, in cui la spinta del Maracanà (e l’inferiorità numerica dello Scarlino) permettono a Schiano e compagni di recuperare il doppio svantaggio patito nel primo tempo. Segnali di ripresa provengono sia dall’Aurora Pitigliano, che torna al successo al Vignagrande contro il pericolante Gracciano, che dal Manciano, con Brutti che bagna con il gol del pareggio il suo nuovo esordio in maglia biancorossa. Un dato però è doveroso sottolineare e deve un po’ essere un campanello d’allarme per molte squadre del raggruppamento, ovvero l’innalzamento vertiginoso della quota della salvezza diretta: il quint’ultimo posto, infatti, è condiviso da Manciano e Ponte d’Arbia a quota 16 punti, quando ancora non è terminato il girone di andata. La proiezione è altissima, con tante squadre racchiuse in un pugno di punti: come sempre, la Prima Categoria è un campionato che dà sempre adrenalina e spunti di riflessione.

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

300X250 FIXED (VALIDO SOLO PER IL MOBILE - DA INSERIRE PRIMA DELLA CHIUSURA DEL TAG BODY)