C5 serie A2, poker di Keko e l’Atlante vince il derby col Prato (7-4)

Nella foto lo spagnolo Keko

ATLANTE – PRATO 7-4 (4-1 p.t.)

ATLANTE GROSSETO: Del Ferraro, Barelli, Caverzan, Keko, Alex, Raia, Edgar Collar, De Oliveira, Falaschi, Gianneschi, Stefani, Izzo. All. Chiappini.

NUOVA COMAUTO PRATO: Gelli, Wallace, Benlamrabet, Vinicinho, Juanillo, Dopico, Petri, Solazzo, Veneruso, Laino, Zangirolami, Buti. All. Rey.

ARBITRI: Fabrizio Andolfo (Ercolano), Giuseppe Galasso (Avellino). CRONOMETRISTA: Marco Paolino (Siena).

MARCATORI: 2’30” Alex, 2’40” Keko, 4’35” Dopico (P), 10’15” Keko, 11’50” Keko, 2′ st Keko, 10′ st Gianneschi, 13′ st rig. Juanillo (P), 13’30” st Vinicinho (P), 17’20” st autorete Del Ferraro (P), 19’40” st Barelli.

ESPULSO: Gianneschi (G) al 13’ st per somma di ammonizioni.

 

GROSSETO – Basta un poker di Keko, con tripletta nel primi dodici minuti, all’Atlante per far suo il derby col Prato. Vittoria per 7-4 de i maremmani, al termine di una gara vibrante nella quale il Prato non ha mai mollato riuscendo a riportarsi in partita quando il destino della gara sembrava segnato. La paura nel finale l’ha scacciata capitan Barelli, ma di negativo per i biancorossi c’è solo il rosso affibbiato a Gianneschi per un generoso rigore concesso dagli arbitri e la caviglia di Caverzan che si gira ad inizio ripresa e costringe Chiappini a rotazioni ancor più ristrette. Con De Oliveira presente solo per onor di firma e Bender ingessato, è prezioso il minutaggio che offre lo spagnolo Edgar Collar, ultimo acquisto di mercato.

Derby avvincente fra due squadre bisognose di punti e divise da una sola lunghezza. Juanillo fa impazzire la retroguardia di Casa ma il pivot che vince la gara è Keko ben assistito da Alex e Barelli: il primo apre le marcature dopo 2’ e 30 secondi. Palla al centro, altro pallone recuperato e inizia lo show di Keko, inframezzato dalla rete di Dupico che sfrutta il gran pezzo di bravura di Juanillo. Nella ripresa l’Atlante potrebbe dilagare dopo il poker di Keko, nonostante l’infortunio di Caverzan arriva anche il 6-1 di Gianneschi. La gioia del follonichese dura poco. Il Prato guadagna un calcio di rigore con per un tiro che lo stesso numero otto devia con la spalla, è il secondo giallo per gli arbitri.

Con la trasformazione dal dischetto subentra l’apprensione. Il Prato gioca con Dupico portiere di movimento gli ultimi sette minuti di gara e riapre la partita filando un break di 3-0 con Dupico che trova anche la carambola sul portiere del Ferraro per autorete che vale il 6-4. Ci pensa Barelli a 20 secondi dal termine a riportare la tranquillità nel natale dei maremmani. La vittoria meritata non sfugge. Martedì impegno di coppa mentre il campionato ripartirà nel 2018: il girone di ritorno si aprirà al Palabombonera il 6 gennaio contro i sardi del Leonardo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news