Derby equilibrato, ma più occasioni unioniste. Pisa-Grosseto è 0 a 0.

PISA (4-4-2) Provedel; Simoncini (67’, Martella), Mingazzini, Lucarelli, Kosnic; Caputo, Sampietro, Favasuli (cap.), Napoli (83’, Forte); Arma, Giovinco (73’, Cia).
A disposizione Pugliesi, Mattioli, Melis, Brillanti
Allenatore Dino Pagliari

GROSSETO (4-3-1-2) Lanni; Formiconi, Burzigotti, Terigi, Legittimo; Onescu, Ricci; Delvecchio (cap.); Scappini (60’, Montalto), Gioè
A disposizione Maurantonio, Dicuonzo, Biraschi, Esposito, Bombagi, Giovio,
Allenatore Stefano Cuoghi

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo
Assistenti di linea: Giuseppe Monetta e Giuseppe Opromolla, entrambi di Salerno.

Reti:
Ammoniti: 41’ Kosnic (Pi), 58’ Burzigotti, 74’ Formiconi
Espulsi:
Corner: 6-4 (p.t. 2-3)
Recupero: 1’ nel primo tempo e 3’ nel secondo.

Note: Spettatori 4.824. Presente un centinaio di tifosi biancorossi. Osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria dell’olimpionico dell’equitazione, Raimondo D’Inzeo.

Pisa. Il Grifone torna da Pisa con un buonissimo punto e tante certezze in più. E’ stata una partita dove l’equilibrio a tratti è stato evidente, ma nella quale i biancorossi hanno avuto le occasioni da rete più clamorose, anche se, a tempo ormai scaduto, il colpo di testa di Martella uscito di un soffio ha fatto ghiacciare il sangue agli unionisti. Le note più positive sono state sicuramente quelle del ritorno di Delvecchio e di una squadra che non ha praticamente mai sofferto i nerazzurri, che, pur se rimaneggiati, hanno giocato una partita gagliarda sospinti dal solito incredibile tifo di tutto lo stadio. Cuoghi, che ha inspiegabilmente rinunciato agli altri due cambi a disposizione, utili proprio quando i padroni di casa sono calati, può tornare a Grosseto consapevole di aver lasciato una buona impressione con la sua squadra. In fin dei conti, pareggiare a Pisa è sempre un buon risultato, perché al Romeo Anconetani, ne siamo certi, passeranno in pochi.

Gotti si fa ipnotizzare Il Pisa, incerottato, ma primo in classifica, riceve il Grosseto reduce dalla sconfitta interna col Catanzaro. Dunque, problemi di formazione per Pagliari, mentre Cuoghi ne ha di abbondanza, visto che recupera finalmente anche capitan Delvecchio e lo schiera da subito. L’inizio della gara è di matrice biancorossa, perché i maremmani vanno subito vicini al gol con un traversone dalla sinistra che Provedel toglie dal sette deviandolo prima sulla traversa e poi in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, poi, Scappini prova la girata di testa, ma non riesce ad imprimere forza al proprio gesto e il pallone finisce tra le braccia di Provedel. All’8’, invece, è il Pisa a rendersi pericoloso con il controllo, spalle alla porta, e tiro rasoterra di Arma. Tuttavia, l’attaccante marocchino viene contrastato efficacemente da Burzigotti e Lanni può parare. Copione simile al 13’, quando il difensore determinante è Terigi. Ci sono, poi, altri tentativi biancorossi, ma, sostanzialmente, la prima mezz’ora scorre via piuttosto equilibrata. Successivamente, invece, è soprattutto il Grifone a rendersi più volte pericoloso, in particolare al 45’, quando Gotti, solo davanti a Provedel, si fa mandare il pallone in calcio d’angolo.

Gioè sciupa il match-ball La ripresa comincia nel segno del Pisa, assai più grintoso e propositivo rispetto alla prima frazione di gioco. Al 53’ i nerazzurri passano addirittura in vantaggio col colpo di testa di Arma, ma l’attaccante appare in fuorigioco e Abisso, direttore di gara, ben appostato, annulla la rete dei padroni di casa. Passata la paura, il Grosseto serra i ranghi e, come spesso accade in questo campionato, fa un gran possesso palla, ma non riesce a pungere. Se non altro, l’ingresso in campo di Montalto al posto di Scappini (generoso, ma spuntato) dà nuova linfa agli assalti biancorossi. Non a caso, all’86’, Gioè si mangia un gol colossale sul cross dalla destra di Onescu (uno dei migliori in casa unionista), in quella che è la più nitida occasione da gol della partita dopo quella fallita da Gotti al 45’.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

 

2′ Grosseto vicino al gol con un traversone di Gioè che costringe Provedel a mandare la palla in corner dopo averla tolta dal sette sinistro.
3’ Girata di testa di Scappini su cross di Ricci. Para Provedel.
8’ Rachid, spalle alla porta, riceve palla in area, riesce a girarsi nonostante l’azione di disturbo di Burzigotti e tira. Lanni, però, raccoglie senza problemi.
13’ Arma sta per tirare a due passi da Lanni, ma Terigi, provvidenzialmente lo contrasta e la palla finisce tra le mani del portiere unionista.
15’ Controllo e tiro di Gioè da posizione defilata in area nerazzurra. Para Provedel.
22’ Tiro in diagonale di Gioè dalla fascia sinistra. Provedel si tuffa e para.
29’ Brividi per il Pisa, col pallone calciato da Ricci su calcio d’angolo che attraversa tutta la l’area di porta tra una selva di gente, senza che nessuno riesca a toccarlo.
35’ Provvidenziale deviazione con i pugni di Lanni.
38’ Grosseto pericolosissimo con un’azione personale di Onescu che costringe all’uscita Provedel. Nel batti e ribatti che ne segue, palla ancora sui piedi di Onescu e tiro da posizione favorevole respinto dal corpo di un difensore nerazzurri.
40’ Tiro di prima intenzione dall’out sinistro effettuato da Gioè. Parata di Provedel.
43’ Napoli, vicino alla porta, potrebbe tirare o crossare, ma calcia male e la sfera finisce sopra la traversa.
44’ Gioè serve l’accorrente Ricci, che tiri senza pensarci da distanza considerevole. Pallone alto.
45’ Miracolo di Provedel su Gotti, pescato splendidamente in area da Onescu. Palla in corner.
45’ Concesso 1’ di recupero.

SECONDO TEMPO

 

53’ Pisa in gol, ma rete annullata per fuorigioco di Arma.
57’ Gotti, in area, ormai vicino alla porta avversaria, cincischia e manda il pallone fuori.
59’ Sugli sviluppi di una punizione respinta a Giovinco, palla a capitan Favasuli, che tira spendendo la sfera alta sulla traversa.
60’ Bella punizione di Giovinco calciata da 40 metri a scendere. Palla fuori di un soffio.
70’ Conclusione di Ricci dal limite dell’area. Fuori di poco.
76’ Insidiosa punizione di Ricci calciata a rientrare. Sbroglia tutto Provedel, che esce respingendo la sfera con i pugni.
77’ Delvecchio per Montalto che si gira al limite dell’area pisana e conclude rasoterra. Tiro debole facilmente parato da Provedel.
81’ Sugli sviluppi di un corner, Onescu tira da fuori area. Palla alta.
86’ Clamorosa occasione gol per il Grosseto, con cross di Onescu e deviazione ravvicinata di Gioè che termina fuori di niente con Provedel già battuto.
90’ Concessi 3’ di recupero.
90’+3’ Nell’ultima azione della partita, colpo di testa di Martella sugli sviluppi di una punizione da centrocampo e pallone che termina fuori di pochissimo.

1 Comment
  1. Grifo1912 6 anni ago
    Reply

    Via su ci manca chi la mette dentro. Ormai è un cult.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

300X250 FIXED (VALIDO SOLO PER IL MOBILE - DA INSERIRE PRIMA DELLA CHIUSURA DEL TAG BODY)