Il punto dopo la quinta giornata in Prima Categoria

Nella foto Nesi, attaccante del Quercegrossa

STOP MONTALCINO, PER IL RESTO GRAN BAGARRE Si interrompe il percorso netto del Montalcino, stoppato sul pari a reti bianche dall’ottimo Mazzola Valdarbia: un risultato che non fa perdere il sonno ai ragazzi di Maestrini, visto il vantaggio di quattro punti sulla prima inseguitrice, che è diventata il Quercegrossa dopo la vittoria sul campo dell’Ambra. Tra le grossetane bene l’Aurora Pitigliano che, ritrovati quasi tutti i propri effettivi, si è scrollata di dosso il pessimo inizio di stagione: il poker contro l’Alberese rilancia le ambizioni gialloblù, ma l’impresa di giornata la firma lo Scarlino che manda in archivio la domenica nera di una settimana fa violando il “Niccolai” di Manciano. Un risultato forse troppo severo per i biancorossi, ma che comuqnue deve far suonare un campanello d’allarme. Ritrova i tre punti anche il Castell’Azzara, grazie alla ritrovata verve di Scapigliati e Cencini, oltre al trimbro del ritrovato Sistimini, contro un Torrenieri che passa in una settimana dal secondo posto alla zona playout: stranezze da Prima Categoria, da sempre campionato molto livellato e ricco di colpi di scena.

Pari in rimonta e in inferiorità numerica per l’Argentario contro il Pianella, un punto che non scalza i santostefanesi dal terz’ultimo posto ma che può dare fiducia e ottimismo per il temperamento fatto vedere, mentre diventa sempre più complicata la strada di Castiglionese e Alberese: sembrerebbe che in casa rossoblù, dopo il ko contro il Gracciano, sia arrivata anche la mazzata della rinuncia di Romagnoli a sedere sulla panchina, mentre il team del Parco, dopo la pesante sconfitta a Pitigliano, rimane sempre più isolato in fondo alla classifica: urge al più presto un’inversione di rotta per non perdere contatto con il resto del plotone.

PAREGGIO CON RAMMARICO PER IL MASSA VALPIANA Sfugge in zona Cesarini la possibilità per il Massa Valpiana di issarsi in testa al girone D: i ragazzi di Cavaglioni, andati in vantaggio a metà ripresa con Corrado, si vedono raggiungere allo scadere dal Fornacette che così porta via un punto da una trasferta difficilissima. Così, dall’ipotetico primo posto (in coabitazione con Venturina e Geotermica), il Massa Valpiana si deve accontentare momentaneamente della terza piazza, anche se le premesse sono più che buone per una stagione da vivere da protagonisti.

6 Comments
  1. rossoBLEAH 2 anni ago
    Reply

    Altra vittoria della Castiglionese, altro passo avanti che consolida un brillante nuovo corso. Complimenti meritatissimi per il presidente e tutto il suo staff, su questa strada potranno sicuramente ambire ai playoff. Era proprio tutta colpa di quei 4 volponi mercenari dell’anno scorso!!! ahahahhahahahahahahah che figure che figure!!!!!

  2. Giovanni1 2 anni ago
    Reply

    Spero per l’Alberese che i loro dirigenti si muovano sul mercato per dicembre altrimenti quest’anno sarà ricordato come il ritorno in seconda categoria poi…………

    • Marco 2 anni ago
      Reply

      Perché ci sono dirigenti…dove… persone incompetenti tanti….

  3. TERRA BRUCIATA 2 anni ago
    Reply

    Ci siamo fatti terra bruciata intorno ehhh….
    Anche oggi il nuovo allenatore viene domani….. o come maiii?
    Vedrete che l’atttuale capitano e tutti gli altri continueranno a giocare e si salveranno per i colori della maglia…….marameeeeooo

  4. Paesano 2 anni ago
    Reply

    Le cose si sono ribaltate, la Castiglionese doveva ripartire da qual gruppo storico, che aveva per l’ennesima volta salvato baracca e burattini e cacciare via dal Paese quel Presidente, invece il Presidente ha rifatto proclami al vento e quei ragazzi che tenevano alla maglia, sono stati cacciati via!

    Meditate gente, prima di aprire bocca, meditate!!

  5. Angelo 2 anni ago
    Reply

    Forza Massa Valpiana!!!

Rispondi a rossoBLEAH Annulla risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news