Preso il prospetto Scotti, tifoseria dell’Enegan Grosseto fiduciosa

Claudio Scotti (Foto Fibs)

L’Enegan Grosseto Baseball, attraverso il direttore sportivo Alessandro Boni, comunica che è stato ingaggiato il giovane lanciatore Claudio Scotti, nato l’8 Luglio 1998 e proveniente dal Calì Roma XIII.

Il lanciatore vanta a livello giovanile una partecipazione al Mundialito 2012 a Nettuno con la nazionale Cadetti e nell’anno scolastico 2013-14 sta frequentando l’Accademia Fibs di Tirrenia.

In vista della stagione 2014 ormai alle porte, abbiamo avvicinato alcuni storici tifosi del baseball grossetano per conoscere le loro impressioni sulla squadra biancorossa.

Fausto Pieri è fiducioso: “Sono contento della squadra che è stata allestita e mi fa particolarmente piacere rivedere in biancorosso giocatori grossetani che mancavano da qualche anno come Emanuele Ermini. Vorrei augurare un buon ritorno a Junior Oberto ed a tutto il Grosseto. Faccio gli auguri di cuore a tutta la squadra per il campionato che sta per iniziare”.

Le delusioni delle ultime stagioni, pur non intaccandone la proverbiale passione, hanno lasciato il segno su Silvana Del Santo: “Voglio bene a questi ragazzi e nutro profonde speranze, ma troppo spesso negli ultimi anni ci hanno presentato delle cose che poi non sono state rispettate. Direi, perciò, di aspettare prima di dare un giudizio”.

Vincenzo Argenziano è convinto: “Per la serie A federale, questa è un ottima squadra”.

Anche Roberto Merlini crede che sia l’anno buono per il rilancio: “Credo che, per la serie A federale, questa sia una ottima squadra. Vedendo il roster delle altre compagini, penso possiamo ambire anche a vincere il campionato. Giocatori come Sgnaolin, Bischeri, Santaniello dovrebbero garantire i numeri che servono per fare bene”.

Daniele Acciai è rimasto favorevolmente colpito dalla vitalità della società: “Ho letto l’articolo sulla campagna abbonamenti e credo che sia una grande iniziativa. Ho fiducia, speriamo bene”.

Salvatore Tarantino pone l’accento sul rilancio dei giovani: “Se la società rispetta l’impegno di lanciare i giovani, direi che siamo sulla strada giusta. Questa è una scelta che andava fatta già anni fa”.

Carlo Castellani è convinto della bontà del Progetto Grosseto: “La strada intrapresa è, finalmente, quella giusta e la squadra è competitiva. I giovani andavano lanciati prima, andava lanciato un giovane all’anno”.

Francesco Mencattini è entusiasta: “Sinceramente, mi piace molto la squadr. Soprattutto sono contento del rientro dei ragazzi grossetani. Ora posso dire che è il vero Grosseto!”

Fabio Burresi è galvanizzato: “Mi è sembrato progetto serio, basato sulla serietà delle persone che ci hanno creduto da subito. Questa è la strada percorrere sia per riportare tifosi allo stadio che per riportare competitività in campo. In squadra ci sono persone che hanno fatto la storia, sono bandiere e sta a loro sta lasciare un insegnamento per giovani. Questo è un lavoro importante che i veterani devono svolgere per piantare delle solide radici che garantiscano il futuro del nostro baseball. Non è importante la loro presenza soltanto per il fatto che giocano, ma anche per quello che seminano. Nella tifoseria c’è entusiasmo: non conta la categoria, ai veri tifosi, agli Warriors che seguono da sempre la squadra piace il baseball. L’intenzione è quella di seguire la squadra anche in trasferta. Speriamo di tornare in IBL presto, ma credo che sia stato meglio ripartire dalla serie A, piuttosto che disputare una IBL raffazzonata in cui non si fanno crescere i più giovani. Fra crescere i giovani è importante. Vorrei rivolgere un ringraziamento a Mazzei, Boni, Banchi e a tutti quelli che lavorano e credono in questo progetto”.

2 Comments
  1. mezzolitro 5 anni ago
    Reply

    Brava Silvana, sò con te, con calma valuteremo…

  2. Matte C. 5 anni ago
    Reply

    Credo che quest’anno, come gli ultimi , sia un anno disastroso, inutile fare promesse o avere fiducia.. FACCIAMO I REALISTI..

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news