Prima categoria: i risultati della 26° giornata

ARGENTARIO – PONTE D’ARBIA 2-1

ARGENTARIO: Milani, S. Moriani, De Pirro, Palombo (35’ st Sordini), Schiano, Ferrari, Giovani, Pennisi (33’ st Cedroni), Sclano, Perrone, Atzori (20’ st V. Moriani). A disposizione: Costantini, Sordini, Cedroni, Vincenti, V. Moriani, J. Alocci. All. Procaccini.
PONTE D’ARBIA: Lorenzetti, Sampieri, Brizzi, Tomei, Fantini, Cortonesi, Forzoni, Camara, Fei, Gurguska, Sacchi. A disposizione: Ferretti, Anselmi, Bonari, Tornesi, Pianigiani, Padrini, Binarelli. All. Fedeli.
ARBITRO: Lumetta di Piombino.
RETI: 15’ Sclano, 42’ Palombo, 49’ st Tornesi.
NOTE: espulsi S. Moriani e Giovani al 20’ st per doppia ammonizione.

L’Argentario ha la meglio sul Ponte d’Arbia per 2 a 1, chiude qualsiasi tipo di conto con la salvezza e prova, nelle ultime gare, a svolgere il ruolo di mina vagante in chiave playoff. I santostefanesi sfruttano al meglio gli episodi nella prima frazione, mentre nel secondo tempo riescono a controllare il ritorno dei senesi nonostante la doppia inferiorità numerica.
Parte meglio il Ponte d’Arbia, con Milani che, al 2’, anticipa Fei lanciato a rete. Passano quatto minuti e lo stesso portiere si oppone a un tiro da fuori area di Fantini. al 15’, alla prima occasione, l’Argentario passa: Atzori si guadagna una punizione al limite dell’area, batte Sclano che firma l’1 a 0. Al 20’ è ancora Milani a essere chiamato agli straordinari per deviare in angolo una punizione di Fantini indirizzata all’incrocio; sul seguente corner, Forzoni, di testa, lambisce il palo. Prima dell’imtervallo, arriva il raddoppio dell’Argentario: Palombo, dalla distanza, fa partire un tiro che rimbalza davanti a Lorenzetti, sorpreso nell’occasione, e che si insacca a fil di palo.
A inizio ripresa, i soliti Fantini e Forzoni provano a farsi vedere dalle parti di Milani, ma in questi casi gli interventi sono agevoli. Al 20’, l’arbitro espelle Moriani e Giovani, l’Argentario si mette sulla difensiva per portare a casa il prezioso risultato. La difesa, a parte un paio di cross molto pericolosi e un tiro che si spegne sull’esterno della rete, regge abbastanza bene, concedendo la rete agli ospiti solo in pieno recupero: mischia furibonda in area, Milani riesce a respingere due conclusioni, ma la palla arriva a Tornesi che fissa il definitivo 2 a 1.

BADESSE CALCIO – SAN QUIRICO 1 – 1 (giocata ieri)

BADESSE: Giannerini, Bozzi, Romeo (26’ st Zacchia), Landolfi, Certosini, Chellini, Barbi, Giacopelli (28’ Sardelli), Di Cicco, Giotti, Pecchi. A disposizione: Bianciardi, Di Gregorio, Dezi, Mascambruno, Buccianti. All. Fusci.
SAN QUIRICO D’ORCIA: Borghi, De Luca, Martellini, Bianciardi, El Ghiat, Magini, Mangiavacchi (11’ st Vento), Marconi (32’ st Bensi), De Bernardi, Fortunati, Tollapi (43’ st Bindi). A disposizione: Pricope, Popa, Bernetti, Vasconi. All. Pecci.
ARBITRO: Macripò di Siena.
RETI: 1’ Pecchi, 34’ Fortunati.
NOTE: espulso Bensi al 36’ st.

CALDANA – PAGANICO 0-0

CALDANA: Berti, Benini, Giorgetti, Di Fiore (15’ st Paradisi), Casaccia, Zurlo, A. Albonetti, Vecci, Masiello (30’ st Paumgardhen), Rotelli, Felici. A disposizione: S. Albonetti, Voddo, Gryka. All. Ruggeri.
PAGANICO: Marchi, Paolini (31’ st Nelli), Pifferi, Noferi, Agresti, Angeli, Vacchiano, Savini, Pieri, Magnani, Biagini. A disposizione: Longino, M. Cavaliere, F. Cavaliere, Nelli, Ghini, Machetti. All. Agresti.
ARBITRO: Rudaj di Pistoia.
NOTE: espulso A. Albonetti al 27’ st per doppia ammonizione.

Il Caldana non riesce più a vincere (0-0 il finale), ma, in questa occasione, la dirigenza biancoceleste critica pesantemente l’operato del direttore di gara, sia per l’espulsione, apparsa troppo frettolosa, di Albonetti, che per la mancata concessione di un calcio di rigore su Felici lanciato a rete.
Gara in cui il Paganico si è accontentato di giocare di rimessa, attendendo il varco giusto che però non è arrivato, mentre i padroni di casa hanno spinto molto in avanti, denotando però alcuni problemi in fase di realizzazione, lacuna che nelle ultime gare si sta facendo sentire per il team di Ruggeri.
Negli ultimi venti minuti, nonostante l’inferiorità numerica, il Caldana ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma, come detto, le decisioni arbitrali hanno condizionato prestazione e umore dei locali. Per il Paganico, un punticino che permette ai bianconeri di rimanere in scia del Valdarbia.

CASTIGLIONESE – FONTEBLANDA 2-1

CASTIGLIONESE: Speroni, Baccetti (Sciretta), Andreini (Guerriero), Batazzi, Marchi, Grossi, Pacinotti, Toninelli, Caldelli, Giagnoni (Di Franco), Chiti. A disposizione: Marroccella, Di Franco, Guerriero, Sciretta, Armellini, Marinai. All. Tosini.
FONTEBLANDA: Bartali, Censini, N. Lubrano, Amaddii, Ricci, Melchionda, Boni, S. Lubrano, A. Falciani, Angelini, Pichianti. A disposizione: Angiolini, Cagnacci, Santini, Giani, Capuccini, Ricchiuti, Cerboneschi. All. Russo.
ARBITRO: Tenuta di Pisa.
RETI: 38’ Falciani, 30’ st e 42’ st Toninelli.
NOTE: espulso N. Lubrano al 25’ st per doppia ammonizione.

Vittoria in rimonta per la Castiglionese (2-1) che fa un grande passo in avanti verso la salvezza e, nel contempo, chiude forse definitivamente le ambizioni playoff del Fonteblanda. I neroverdi si disimpegnano meglio nella prima frazione, trovando il vantaggio al 38’ con Falciani. Nella ripresa, però, l’espulsione di Lubranò complica la gara degli ospiti, la Castiglionese prende coraggio e porta a casa l’intera posta in palio grazie a una doppietta di Toninelli, in rete di testa due volte. L’ex Albinia, arrivato a gennaio, è stato il vero fattore in più nel girone di ritorno.

MAGLIANESE – ALBERESE 0-2

MAGLIANESE: Cucca, Ciavattini (21’ st Boni), Bini (15’ st Sgherri), Corridori (30’ st Valentino), Petroselli, Venturini, Berardi, Puccini, Sabatini, Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Boni, Sgherri, Valentino, Rotelli, Brasini, Darini. All. Boni.
ALBERESE: Allegro, Brizzi, Camarri, Massieri, W. Patorello, F. Pastorello (1’ st Cavallaro), Paoletti, Cucini, Pedroni, Coralli, Savelli. A disposizione: Rosso, Ricci, Pegoraro, Girardini, Cavallaro, Trovò, Turin. All. Romagnoli.
ARBITRO: Bartoli di Pisa.
RETI: 12’ W. Pastorello, 30’ Coralli.
NOTE: espulso Camarri al 32’ per doppia ammonizione.

Successo esterno dell’Alberese (0-2) che supera la Maglianese pur giocando in dieci per circa un’ora. Al 12’ Walter Pastorello porta in vantaggio i suoi con un perentorio colpo di testa su azione susseguente a un calcio d’angolo. La Maglianese ha un’ottima reazione e sfiora il pari in un paio di occasioni, ma proprio dopo aver sfiorato la rete con Stringardi, i giallorossi subiscono il gol del raddoppio: azione di contropiede, con Coralli che finalizza. Il primo tempo termina con l’espulsione per doppia ammonizione di camarri, e con i locali che protestano per un fallo di mano in area. La ripresa è avara di emozioni, con l’Alberese pago del risultato e la Maglianese che risente dello sforzo prodotto nella prima frazione. Con questo risultato, l’Alberese entra di diritto nel gruppo playoff, mentre la Maglianese vede allontanarsi la possibilità di disputare i playout.

PIEVESCOLA – RIBOLLA 1-4

PIEVESCOLA: Andreola, De Luca, Sesto (75′ Ndow) Bagni , Di Libero, Pratesi, Marcoionni, Youkan , Vojdulla, D’Auria (70′ Carletti), Schiano. Allenatore: Tintisona
RIBOLLA: S Santini, Marri, De Rose, Guanta, Ferrari, Meconcelli, Boschi, F. Santini, Burioni, Pedone (90′ Ceccarelli), Pieri. Allenatore: Scheggi
ARBITRO: Pacini di Empoli
MARCATORI: 5′ Boschi, 25′ aut. Sesto, 80′ e 84′ Pedone, 88′ Ndow

SORANO – VIRTUS CHIANCIANO 1-0

SORANO: Cappelletti, Coli, Caronna, Brizi, Onori, Bufalini, Sonnini (24’ st Buosi), Falchi, Sequino (39’ st Dominici), Bibi (28’ st Di Carlo), Bacci. A disposizione: Tramontana, Dominici, Buosi, Di Carlo, Gaggi, Ercolani. All. Gaggi.
VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, G. Benicchi, Fallerini (31’ st Poggiani), M. Benicchi, Autolitano (1’ st Marchetti), Fei, Esposito (35’ st Valdambrini), Lodi, Rosadini, Landi, Bernetti. A disposizione: Rossi, Poggiani, Marchetti, Valdambrini, Della Lena. All. Massarelli.
ARBITRO: Righi di Arezzo.
RETE: 25’ st (rig.) Brizi.

Successo di rigore per il Sorano (1-0 il finale) sula Virtus Chianciano, un risultato anche troppo striminzito per i locali che hanno gestito l’intera partita subendo una sola occasione nei minuti finali.
Nel primo tempo, il Sorano si fa vedere in due circostanze dalle parti di Marianelli, senza però trovare il bersaglio grosso; nella ripresa i ragazzi di Gaggi entrano in campo con ancora più convinzione: Sequino e Bibi fanno le prove generali del gol, che arriva al 25’: Sequino viene atterrato in area, rigore indiscutibile che Brizi trasforma insaccando la palla alla sinistra del portiere. La Virtus Chianciano appare in un primo momento frastornata, poi, nel finale, su una mischia, sfiora il pari che avrebbe rappresentato una vera e propria beffa per i padroni di casa.

VALDARBIA – PIENZA 1-1

VALDARBIA: Neri, Machetti, Minucci, Andriolo, Corti, Mazzarella, Donatelli (80′ Bonadonna), Terzuoli, Acerra, Meconcelli (70′ Albanese), Fontani (76′ Ruggiero). A disposizione: Pistolesi, Pellegrini, Prugnoli, Magneschi. Allenatore: Mangeschi
PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari (80′ Bindi E.), Duchini, Mangiavacchi G., Bindi G., Fioravanti (80′ Murgia), Anselmi, Bai (71′ Petreni), Leporini, Nocchi. A disposizione: Mangiavacchi A., Tomi. Allenatore: Cresti
ARBITRO: Capanni di Firenze
RETI: 23′ Fontani, 90′ Nocchi

CASTIGLIONCELLO – FOLLONICA 0-1

CASTIGLIONCELLO: Grassia, Gigoni, Menichetti, Bandini, Marmugi, Serdah, Grassi, Tantone, Morlacchi, Santini, Nigiotti. A disposizione: Spagnola, Scali, Pazzaglia, Calvani, Franchini. All. Brilli.
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Batistoni, Bientinesi, Tocchi, Errico, Falleni, Vecce, Monterisi, Duranti, Barbosa. A disposizione: Corti, Zinali, Caratelli, Mangini, Bruni, Cantini, Pacini. All. Ballerini.
ARBITRO: Pinna di Pisa.
RETE: 46’ (rig.) Monterisi.
NOTE: espulso Pacini al 32’ st per somma di ammonizioni.

Dopo tante settimane il Follonica torna a sorridere, uscendo vincitore nella trasferta di Castiglioncello per 0 a 1. Una vittoria maturata nel finale della prima frazione, quando il rientrante Monterisi ha superato dagli undici metri il portiere locale Grassia.
Nella ripresa, la squadra di Ballerini ha tenuto bene il campo nella prima mezz’ora; poi, l’espulsione un po’ ingenua di Pacini ha complicato le cose, ma la difesa costruita intorno a Tocchi ha retto bene l’impatto fino al fischio finale. Tre punti fondamentali, che avvicinano i biancoblu alla salvezza.

MONTEROTONDO – AUDACE ISOLA D’ELBA 0-0

MONTEROTONDO: Bugelli, Neri (15’ st Barsacchi), Lorenzini, Giacomini, Castellani, Toscanelli, Perciavalle, Vezzi (15’ st Civitillo), Hajjaj, Lonzi, Cascinelli. A disposizione: Quadelli, Gragnani, Civitillo, Barsacchi. All. Cavaglioni.
AUDACE ISOLA D’ELBA: Miliani, Luciani, Meli, Frangioni, Bracali, G. Giannini, Candrian, Cappiello, Allori, Di Nardo, M. Giannini. A disposizione: Feraris, Pieruzzini, Dedja, Mameli, Scelza. All. D. Dedja.
ARBITRO: Martini di San Giovanni Valdarno.
Pareggio a reti bianche (0-0) per il Monterotondo contro l’Audace Isola d’elba, formazione che naviga nei bassifondi della classifica. L’attacco di Cavaglioni, orfano di Khoribech, è sbattuto contro la difesa degli isolani, perdendo punti importanti in chiave playoff.

9 Comments
  1. Amiatensis 5 anni ago
    Reply

    Tutti i miei complimenti al Ribolla che, una volta di più, si è dimostrata l”unica vera e credibile alternativa alla Badesse!

    • miche 5 anni ago
      Reply

      Alternativa a che, Amiatensis? Diciamo che è la prima dell’altro campionato! La Badesse ha fatto assolutamente un torneo per conto proprio, lo dimostra che sul campo l’hanno battuta 3-1.

      • Amiatensis 5 anni ago
        Reply

        Quello che hai scritto, Miche, è esattamente quello che pensiamo tutti,e anche da parecchi mesi.
        Infatti io volevo solo rimarcare il fatto di come il Ribolla sia stata l’unica squadra del Girone F a tenere un passo da promozione, tanto è vero che ha gli stessi punti del Perignano che comanda il Girone D e solo tre in meno del Montevarchi, in testa al Girone E.
        Certo è che se poi trovi sul tuo cammino una squadra come le Badesse, devi per forza arrivare secondo….

      • intenditore 5 anni ago
        Reply

        Badesse più forte sicuramente e lo dimostra la classifica ma nulla toglie che il Ribolla sta facendo un campionato eccezionale,quella di ieri è stata la sesta vittoria esterna consecutiva,nel girone di ritorno ha fatto solamente 4 punti in meno della capolista ed ha la miglior difesa di tutti e sei gironi di prima categoria e senza contare che è uscita dalla coppa ai quarti senza perdere una partita.

  2. michele 5 anni ago
    Reply

    A Caldana un arbitro veramente scarso ed indisponente, la squadra di casa ha messo in campo un grande cuore specie nel secondo tempo e avrebbe meritato la vittoria, comunque ragazzi continuate cosi che restiamo in prima!

  3. Gol Ribolla 5 anni ago
    Reply

    Le reti del Ribolla sono state fatte da Santini Filippo 2, Boschi e Burioni.

    • Davide Sbrolli 5 anni ago
      Reply

      grazie per la precisazione 😉

  4. pepito 5 anni ago
    Reply

    Ma quello di sorano che partita a visto il portiere del chianciano non ha fatto neanche una parata. Era una partita da piglia e andà a casa.Che sarebbe finita 0-0 se il difensore del chianciano scivolando non avesse urtato involontariamente il giocatore del sorano cmq il rigore ci stà ma la partita è stata veramente brutta.

  5. Priore 5 anni ago
    Reply

    Condivido i commenti di Michele.
    Il Caldana meritava qualcosa in più, ha messo il cuore per vincere la partita. Strepitosa la parata di Marchi a pochi minuti dal termine. Arbitro troppo frettoloso nell’espusione di Albonetti e sempre lontano dall’azione, non vedeva i fuorigiochi. Il Paganico ha fatto solo un tiro in porta da fuori area sopra la traversa.
    Rigore sacrosanto su Felici lanciato a rete. Positivo il rientro di Poungadner fermo da 3 mesi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news