Consonni sbaglia un rigore, per l’Albinia è un pari amaro

Nella foto Consonni in azione (di W.Scopetani-Maremmapress.it)

La trasferta di Foiano non scioglie i dubbi in casa Albinia e rimanda alla sfida di Domenica prossima contro il Chiusi ogni verdetto relativo alle possibilità di salvezza dei maremmani.

Per Settanta minuti non avviene molto sul rettangolo di gioco e la partita sembra avviarsi ad uno scialbo 0-0, ma il finale si fa incandescente quando Casamonti, entrato dalla panchina, si scatena e prende per mano la squadra di Andretta con il chiaro intento di sbloccare il risultato.

A passare in vantaggio è, però, l’Undici di casa grazie ad un’azione nata da calcio d’angolo e ribadita di testa in rete. Lo svantaggio sa di beffa per i generosi maremmani, che replicano la bella prova di Sette giorni fa, e lo spettro di una inopinata sconfitta inizia a concretizzarsi in maniera pericolosa per Consonni e compagni.

Al minuto numero 89, però, l’esperto Lorenzini trova il goal del pareggio con una incornata e riapre le sorti un match ancora vivo e carico di emozioni. Sull’1-1, nei minuti di recupero, lo sgusciante Casamonti viene abbattuto in area ed il direttore di gara fischia il calcio di rigore; sul dischetto va Consonni, ma stavolta il piede dell’ex capitano del Grosseto è meno fatato del solito ed il tiro viene intercettato dall’estremo difensore foianese.

La partita finisce 1-1 e la sensazione, per nulla piacevole, che aleggia nello staff albiniese è di aver sprecato una ottima occasione di presentarsi con il fucile carico all’appuntamento con il Chiusi. Il penalty fallito da Gigi Consonni sembra avere il mesto sapore di un sinistro presagio in vista dell’importante duello rusticano previsto nel prossimo turno di campionato.

Per l’Albinia diventa, ora più che mai, tassativo non lasciarsi abbattere da questo malaugurato pareggio: soltanto cancellando dalla mente il ricordo dell’occasione sprecata sarà possibile per Mister Andretta ed i suoi uomini continuare a sperare nella difficile impresa di rimanere ancorati al treno-playout.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news