Il punto dopo la 16° giornata in Prima Categoria: che bagarre in zona salvezza!

Nella foto Tino in azione

L’AURORA TORNA SOLITARIA IN VETTA. BENE IL MONTEROTONDO In sede di presentazione di giornata avevamo detto che poteva essere la domenica giusta per le sorprese ed effettivamente qualche intoppo c’è stato per le prime della classe del girone F. Non per l’Aurora, che nel secondo tempo si è sbarazzata con brillantezza del Mazzola Valdarbia, vendicando il ko dell’andata, ma per San Quirico e Argentario non è stata di certo una domenica positiva. I senesi ottengono un pari in casa di un Pianella sempre ultimo, ma per nulla rassegnato, mentre peggio va ai santostefanesi, sconfitti di misura da uno Scarlino che si sta costruendo la salvezza lontano dal campo di casa: la truppa di Picchianti, rimasta in dieci nelle battute iniziali della gara, cede nel finale, venendo raggiunta al terzo posto dal Gracciano, dove Nencini si guadagna la palma di migliore della settimana. Il capocannoniere del girone acuisce i problemi della Neania con una tripletta. Nel girone D, invece, le “big three” vincono tutte e allungano ancor di più dal resto della compagnia: il Monterotondo, spinto dalla doppietta del solito Athos Ferretti (13 i suoi gol in campionato) sbanca Venturina e prosegue la propria entusiasmante marcia.

NEANIA E QUERCEGROSSA, MOMENTO COMPLICATO Al momento si spartiscono l’ultimo posto utile per i playoff, ma certamente Neania e Quercegrossa stanno vivendo un momento davvero delicato, che rischia di compromettere quanto di buono fatto vedere nella prima parte di stagione per i giallorossi e le ambizioni di successo dei senesi. Gli scarsi risultati dell’ultimo periodo hanno portato il tecnico Corti a rassegnare le dimissioni, con i problemi della sua squadra che sono iniziati in concomitanza dell’apertura della finestra di mercato. Non che le difficoltà siano nate lì (anche il fattore infortuni ha influito, basti pensare al lungo stop di Vigni), ma forse hanno distratto un po’ una macchina che fino a un mese e mezzo fa se la giocava con le altre per la vittoria del campionato. Al Quercegrossa non riesce ancora il cambio di passo, con la Castiglionese che raggiunge il pari nel recupero e, con un margine di distacco dalla vetta che ha raggiunto ora la doppia cifra, appare davvero improbabile un recupero sulle prime.

IN CODA SI INIZIA A CORRERE Nella zona calda tutte le squadre muovono la classifica, rendendo frizzante e interessante la corsa alla salvezza. Detto del Pianella che, sebbene ultimo, sta veramente risalendo la china soprattutto grazie alle prestazioni casalinghe, è lo Scarlino la squadra del momento, dopo le due vittorie consecutive esterne per 0 a 1 contro Alberese e Argentario: il team di Visalli, al momento, sarebbe virtualmente salvo. Il Paganico culla il sogno del successo che si infrange negli ultimi minuti per il gol di Leporini dell’Amiata, mentre l’Alberese si affida al veterano Giochi e al giovane nuovo acquisto Angeli per dare una scossa alla propria stagione con la vittoria sul Montalcino. Buono anche il punto per la Castiglionese, con Pedroni che salva i rossoblù a Quercegrossa, mentre lo Zara si fa raggiungere sull’1 a 1 dal Ponte d’Arbia. La lotta alla salvezza si allarga e diverse squadre devono comunque dare sempre un’occhiata alle proprie spalle: dal Castell’Azzara in giù tutti devono tenere alta la guardia per evitare brutte sorprese.

7 Comments
  1. Sportivo 3 anni ago
    Reply

    Arbitraggio vergognoso ieri nella partita Alberese (che ha concretizzato le uniche 2 occasioni) e Montalcino ( che ha dominato, sbagliandone almeno 5 ). Fallo in attacco sul primo gol dei padroni di casa e rigore clamoroso non assegnato agli ospiti. Però complimenti al direttore di gara che ha ammonito un giocatore del Montalcino perche’ dai pantaloncini uscivano di un cm gli scaldamiscoli (neri, non fucsia), e ha concesso al portiere dei padroni di casa di giocare con la maglia gialla identica alla sua. Performance al top, quando ha espulso l’allenatore del Montalcino mentre riprendeva uno dei suoi giocatori. Speriamo che ci sia stato un osservatore della categoria.

    • Da Montalcino 3 anni ago
      Reply

      Laciamo stare l’alibi dell’arbitro, l’incapacità e la presunzione del soggetto in questione l’hanno vista tutti, commissario compreso che era presente, ma non credo abbia influito molto sui 22 in campo, forse c’era un rosso diretto per l’intervento sulla caviglia del 2 dell’Alberese sul 10 biancoverde dopo 15 min.
      E’ altrettanto vero che l’Alberese ha senza dubbio dimostrato più concretezza e voglia di portare a casa i tre punti.

      • mosca 3 anni ago
        Reply

        complimenti a “da Montalcino” per la sportivita’ cosa rara di questi periodi!

    • Vero Sportivo 3 anni ago
      Reply

      Io non so che partita tu abbia visto ieri, sono d’accordo con te sull’espulsione del mister e sull’ammonizione del giocatore del Montalcino, ma tutto questo dominio non l’ho visto, e non credo lo abbia visto nessun’altro tranne te! Le occasioni ci sono state da entrambe la parti, ma credo che per il gioco visto in campo sia giusto il risultato finale.

  2. mosca 3 anni ago
    Reply

    Salve.,
    Posso comprendere il suo disappunto sull’arbitraggio,anche se sinceramente non mi sembra che il direttore di gara sia stato l’artefice della vittoria dell’Alberese che si e’ meritata la vittoria sul campo e senza nessun aiuto arbitrale.Io ero presente come lei alla partita e sinceramente un rigore per il Montalcino cosi’ solare non me lo ricordo.Concordo con lei che ammonire per uno scaldamuscolo che esce di 1 centimetro e’ davvero fiscale,anche se da regolamento, e sulla maglia del portiere uguale a quella del direttore di gara.
    Dire che l’Alberese ha vinto capitalizzando le uniche due occasioni capitate pero’ mi sembra troppo di parte sinceramente,e dire che il montalcino ha avuto 5 palle gol e che ha dominato la partita idem.Il primo tempo l’Alberese ha colpito una traversa su tiro di Pieri ,e con Giochi ha impegnato Caporali su conclusione dal limite .Sinceramente del Montalcino ricordo un tiro ravvicinato nel secondo tempo e qualche mischia nel finale.Cmq il calcio e’ bello perche’ tutti lo vedono a modo proprio.
    Buon campionato.

    • Leggete bene quello che ho scritto 3 anni ago
      Reply

      Leggete bene quello che ho scritto. Premesso che non sono tifoso di nessuna delle 2 squadre, e ieri ho visto questa partita, ho scritto che il montalcino ha sbagliato molte palle gol, e questo, non mi pare un merito. Sul piano del gioco, a mio parere, il montalcino ha giocato, o tentato di farlo , in modo piu’ costruttivo. I meriti dell’alberese non li toglie nessuno, ma se la squadra di casa rimane in 10 e se l’arbitro fa l’arbitro, la partita avrebbe avuto in andamento completamente diverso.

  3. luis 3 anni ago
    Reply

    Zanzara ma ci sei o sei sparito zzzzzzzz pitigliano vola

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news