Il terzo turno del campionato di Lega Pro

Di Antonio Strati
GROSSETO. Terza giornata di campionato, ma ancora la classifica non ha preso una sua fisionomia precisa: in testa troviamo a sorpresa una neo-promossa, il Pontedera, giustiziere del Grosseto alla prima giornata, unica squadra a punteggio pieno. All’inseguimento squadre blasonate come il Perugia (che in questa giornata osserva il proprio turno di riposo), il Frosinone, il Benevento ed il Pisa, con la sorpresa L’Aquila; la classifica stessa, comunque, è sempre condizionata (e lo sarà sempre di più man mano che andremo avanti) dai turni di riposo che finiranno per penalizzare coloro che hanno già riposato, come ci ha insegnato il campionato 2005-2006 dell’allora C1. Il Grosseto sarà impegnato sul difficile campo di Nocera Inferiore dove l’ultima vide prevalere il Grosseto per 2 a 1 nel campionato di serie B 2011-2012; è inutile girarci tanto intono, però, la sfida tra Grosseto e Nocerina che viene maggiormente ricordata è la questione “Posto nel campionato di serie B 2012-2013”, cioè quella “giocata” con le carte bollate in Lega serie B per accaparrarsi l’ultimo posto disponibile nel campionato scorso, poi assegnato di diritto ai biancorossi. Auguriamoci comunque che la partita di domenica sia giocata lealmente sul campo senza risentimenti particolari e che il verdetto del campo sia accettato da entrambe le società come quello più giusto.
Il resto della giornata vede le altre toscane giocare prevalentemente in trasferta: Il Viareggio sarà impegnato a Pontedera, sul campo dell’unica toscana a giocare in casa in una sfida che si preannuncia comunque equilibrata ed incerta come la maggior parte dei derbies; il Pisa sarà impegnato in trasferta a L’Aquila contro un’altra sorpresa ed in un incontro che potrebbe chiarire già il ruolo delle due squadre in questo campionato, mentre il Prato srà impegnato a Barletta e sarà l’unica Toscana ad affrontare una squadra che attualmente occupa una classifica più bassa (ovviamente dopo il Pontedera).
Nelle rimaneti partite il Benevento, partito molto bene, riceverà un Lecce, al contrario, ancora a zero punti; il Catanzaro, squadra partita con molta considerazione per la classifica finale, riceverà il Frosinone, attualmente secondo in classifica; la Paganese, fanalino di coda, riceverà un Ascoli che in settimana si è vista togliere l’unico punto in classifica fino ad ora guadagnato, mentre il Gubbio, che ha si ancora zero punti, ma che ha già scontato il proprio turno di riposo, riceverà una Salernitana i cui passati da protagonista nei maggiori cmpionati italiani sono ancora ben presenti nelle nostre memorie. (AS)

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW