I Molossi non spaventano il Grifone: 1 a 1

NOCERINA (4-3-3) Gragnaniello; Kostadinovic, Romito, De Franco, Rizza; Sabbione, Palma, Remedi (46′, Ficarrotta); Jogan (71′, Evacuo), Lepore, Malcore (57′, Martinez). A disposizione: Esposito, Crialese, Kalombo, Cristofari. Allenatore: Gaetano Fontana

GROSSETO (3-5-1-1) Lanni; Legittimo, Burzigotti, Terigi; Formiconi, Obodo, Burzigotti, Asante (72′, Colombi), Onescu (68′, Montalto), Dicuonzo; Mancini (79′, Bombagi); Scappini. A disposizione: Pini, Esposito, Gioè, Biraschi. Allenatore: Stefano Cuoghi.

Arbitro: Christian Brasi di Seregno
Reti: 4′ Asante, 61′ Lepore (Noc)
Ammoniti: 38′ Obodo, 43′ Rizza (Noc), 72’ Sabbione (Noc), 82′ Ficarrotta (Noc)
Espulsi:
Calci d’angolo: 4 a 5 (p.t. 1-2)
Recupero: 4′ nel secondo tempo
Note: spettatori 1.600 circa

Nocera Inferiore (Sa). Il Grosseto torna dall’infuocato catino di Nocera con un pari assolutamente positivo. Infatti, passati in vantaggio al 4’ con Asante, i biancorossi hanno disputato un primo tempo molto positivo, mettendo in difficoltà gli ospiti e sfiorando il raddoppio con Scappini. Nella ripresa, al contrario, al calare della condizione generale degli unionisti, è sopraggiunto il pareggio ospite con Lepore e tale fatto ha portato entusiasmo tra i rossoneri campani che hanno anche rischiato di vincere l’incontro. Va detto che il lavoro di Cuoghi comincia a farsi vedere, ma sono ancora evidenti i limiti fisici della squadra e certe deficienze a livello di uomini. Soprattutto, lo ribadiamo, manca una punta in grado di fare male. La nota negativa è costituita da numeri difficilmente contestabili: il Grifone è una delle sette formazioni del girone B ancora all’asciutto in fatto di vittorie. I biancorossi finora non solo non hanno mai vinto, ma l’ultimo successo esterno in C1/Prima Divisione risale addirittura alla vittoriosa trasferta di Padova (13 maggio 2007), quella che regalò la Serie B. Il Grosseto, poi, non è più la peggior difesa del campionato, superato (incredibilmente) in questo dal Lecce, “suonato” a Benevento e ultimo anche in classifica generale. Insomma, in casa maremmana c’è da rimboccarsi le maniche e da lavorare in silenzio, magari con i rinforzi individuati e che arriveranno a breve a Grosseto. Tuttavia, lo ribadiamo, si cominciano a notare vistosi miglioramenti complessivi.

Asante sorprende la Nocerina Il Grosseto scende al San Francesco di Nocera col chiaro intento di fare un risultato positivo. Padroni di casa col 4-3-3. Cuoghi risponde con il 3-5-1-1 dove Mancini è a supporto dell’unica punta Scappini. La partenza grossetana è di quelle che tolgono il fiato. Al 4’, infatti, i maremmani passano in vantaggio con Asante e i campani accusano il colpo. La squadra di Cuoghi, poi, amministra con grande saggezza il vantaggio, abbassando i ritmi grazie anche all’uomo in più a centrocampo. Inoltre, al 20’ e al 32’, gli unionisti si rendono molto pericolosi, ma il raddoppio non arriva. La Nocerina alza la testa al 37’ con Lepore, ma Lanni è attento. Dunque, al 45’, quando il direttore di gara fischia – senza concedere recupero – la fine del primo tempo, si può parlare di un vantaggio del Grifone sicuramente meritato.

Lepore riacciuffa il Grifone Ad inizio ripresa mister Fontana sostituisce subito un inefficace Remedi con Ficarrotta. Per un po’, l’argine difensivo maremmano regge la forza d’urto rossonera, ma col passare dei minuti si comincia a notare una certa stanchezza nelle file grossetane. Tuttavia, la mossa decisiva è l’ingresso, al 57’, di Martinez per Malcore. Proprio Martinez dà una scossa immediata alle azioni offensive rossonere sfiorando il pari di testa. Al 61’, però, il bastione difensivo unionista cede di schianto grazie a Lepore, che servito da Sabbione, si presenta a tu per tu con Lanni e lo fa secco. Sulle ali dell’entusiasmo e con un Grosseto in debito d’ossigeno, i padroni di casi a tratti si fanno arrembanti, sfiorando più volte il gol del successo, ma al termine dei 4’ di recupero finali, il risultato rimane di 1 a 1. Da parte unionista, però, all’86’, proteste e recriminazioni per un presunto rigore non concesso dall’arbitro per fallo su Montalto.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

5′ GOL! Grifone in vantaggio! Rete di Asante che tira e segna dall’interno dell’area campana.

20′ Il Grosseto si rende ancora pericoloso.

32′ Grosseto pericolosissimo. Onescu mette in mezzo, De Franco, difensore nocerino, tocca di testa e Mancini, per poco, non riesce a trovare la palla.

35′ Bella discesa di Leggittimo, che salta cinque avversari per poi servire Asante. Il ghanese crossa, ma Scappini, libero, non riesce a prendere la sfera.

36′ Punizione da posizione favorevole per la Reggina. Batte Lepore, ma il pallone finisce sul fondo.

37′ Sinistro di Lepore. Lanni, attento, fa sua la sfera.

38′ Ammonito Obodo.

39′ La Nocerina si fa ancora viva dalle parti di Lanni con la conclusione di Remedi. Nulla di fatto.

42′ Grifone padrone del centrocampo. La Nocerina non riesce ad alzare il ritmo. Ottimi, fino ad ora, Mancini ed Onescu.

45′ L’arbitro fischia la fine del primo tempo senza concedere recupero. Il Grosseto è meritatamente in vantaggio.

SECONDO TEMPO

57′ Fontana a questo punto della partita è già stato costretto ad operare due sostituzioni. Nessuna, invece, per mister Cuoghi.

59′ Nocerina vicina al pari sul terzo corner battuto. Testa di Martinez e tiro deviato vicino alla linea di porta da un difensore maremmano. L’arbitro Brasi, però, non si avvede del tocco e non concede il corner.

61′ GOL! Lepore, servito da Sabbione, si presenta solo davanti a Lanni e lo fa secco: 1 a 1.

65′ La Nocerina, sulle ali dell’entusiasmo, prova a ribaltare il risultato. Grifone un po’ affannato.

76′ Ripresa con i padroni di casa assai più vivi rispetto alla prima frazione di gioco.

86′ Montalto non riesce a sfruttare l’opportunità di essere davanti a Gragnaniello. In realtà, sembrerebbe starci un rigore, ma il signor Brasi lascia proseguire.

87′ Occasione gol per la Nocerina. In mischia, però, Lepore, non riesce a segnare.

90′ Concessi 4′ di recupero.

90’+1′ I campani non sfruttano il contropiede 4 contro 4. Un provvidenziale tocco involontario di un difensore unionista fa arrivare la sfera a Lanni.

90’+2′ Montalto spreca malamente una punizione concessa al Grosseto al limite dell’area nocerina.

 

2 Comments
  1. fabrizio fabbrini 6 anni ago
    Reply

    Una nota maliziosa ma ironica: Scappini per la seconda volta, la prima nella gara interna contro il Benevento, ha sciupato la palla del raddoppio. Speriamo che presto l’attaccante biancorosso registri la traiettoria del tiro………..

  2. Un’ altra nota maliziosa ma ironica, se non erro la partita contro il Benevento hai detto che la hai ” vista” sentitendola alla radio, accetto tutte le critiche di chi e’ presente, molto meno di chi segue il grifone in pantofole, senza malizia naturalmente

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news