Us Grosseto: cosa funziona e cosa non va bene, tra rosa e mercato

Nella foto Boccardi in azione

Grosseto. Buone indicazioni sono arrivate dopo li secondo test stagionale per l’Us Grosseto di Gigi Consonni.

Cosa funziona. La personalità a centrocampo e la padronanza nel giocare palla a terra e tenere in mano il pallino del gioco. Sono questi gli elementi positivi che si sono confermati nell’amichevole contro il Fonteblanda.
In forma Boccardi, che con le sue scorribande ha creato più di qualche grattacapo alla retroguardia avversario, dribbling, scatti e gol. Forma già ottimale.

Cosa non va. La cattiveria sotto porta e la capacità di finalizzare. Come ribadito dal tecnico Consonni è mancato questo ai biancorossi che devono assolutamente migliorare sotto questo aspetto.

Rosa ampia e tanti giovani. Le “quote” sono importanti nei campionati dilettantistici, ma averne in rosa ben 14 può creare problemi. Qualcuno rischia di vedere il campo ben poche volte e per questo il tecnico è stato chiaro con tutti, adesso toccherà ad alcuni di loro prendere la propria decisione.

Ritocchi. Al momento non ci sono possibilità di ritocchi, magari con un giocatore di esperienza. Solo se capiterà la grande occasione o l’affare con un elemento di categoria superiore allora potrà essere fatto un ulteriore sforzo.

 

 

12 Comments
  1. Lupo1912 2 anni ago
    Reply

    Sono d’accordo sull’analisi, secondo me il Grosseto ha manovrato bene ed ha espresso un gioco piacevole. È vero che sotto porta dobbiamo essere più cattivi, ma sono convinto che quando vegnaduzzo avrá raggiunto una migliore condizione atletica le cose non potranno che migliorare. Per quanto riguarda i giovani under 1998-99 secondo me ce ne sono molti interessanti, è vero che il mister dovrà fare delle scelte e alcuni resteranno fuori ma è anche vero che il campionato è lungo e tra infortuni e squalifiche(speriamo il meno possibile) tutti avranno il loro spazio. Per quanto riguarda il mercato mi auguro l’arrivo di un difensore di esperienza senza nulla togliere a quelli attualmente in rosa soltanto perché Rosati e Franchi non ci sono più, secondo me per una squadra che punta al vertice sarebbe importante per allargare la rosa. Questo anche alla luce della nuova regola che prevederá 5 sostituzioni e la panchinalunga avrá un ruolo importante.
    FORZA GROSSETO SEMPRE

    • Olivio 2 anni ago
      Reply

      A me sinceramente la manovra come dite voi a tratti ha stuccato.. e cmque si giocava con una squadra onesta di categoria inferiore!

  2. lauro58 2 anni ago
    Reply

    per ora la società è sentimentalmente legata al passato,vedi cosimi capitano,quando andremo allo stadio in campionato cambierà il mondo in cui sono vissuti fino ad oggi.

    • Sud Maremma 2 anni ago
      Reply

      Lauro contenta ti dei giocatori che ci sono e ricorda cosa ha detto il ceri
      Dimenticate lega pro e serie b..più della serie d nn si può andare e secondo me allo stato attuale e già difficile andarci in d poi spero di essere smentito

    • Angela 2 anni ago
      Reply

      Giustamente, direi! È bello e dignitoso restare umili…si ricordi che di Camilli ce ne è stato 1

  3. Massi 2 anni ago
    Reply

    Sono convinto che con questa squadra, salvo infortuni, a gennaio abbiamo già vinto il campionato.

  4. Sesto 2 anni ago
    Reply

    Io so solo una cosa: siamo in una categoria di così infimo livello che bisogna vincere il campionato senza se e senza ma; se poi si stravince è anche meglio, ma l’importante è andare subito via dall’ Eccellenza, altrimenti proprio non capisco di cosa stiamo a parlare. Onestamente non conosco per niente queste categorie e meno che mai le caratteristiche dei giocatori che vi si esibiscono, spero solo che l’impresa sia fattibile…certo che se serie la C e, a maggior ragione, la B sono off-limits, una volta in D saremo al “capolinea”, la qual cosa, almeno dal mio punto di vista, preclude qualunque entusiasmo. Che dire…se questo passa il convento, è giocoforza accontentarsi.

    • MAX 2 anni ago
      Reply

      Caro Sesto se questa infima categoria non appaga il tuo senso estetico e sei stimolato solo dalle categorie professionistiche basta che la domenica vai a vedere il Gavorrano e la serie C . L’US Grosseto non ha certo bisogno di te e dei ntuoi commenti noiosi e tedianti che non servono normativamente a nulla . La serie C per non parlare della B ha bisogno di bilanci da 1,5/3 milioni l’anno , li trovi te? Chi ama veramente il Grifone si diverte a vederlo in qualsiasi categoria come sempre è avvenuto il resto è noia e retorica da quattro soldi. P.S. per ultimo sei pregato di avere più rispetto anche di quei ragazzi che giocano al calcio nei dilettanti che sono la maggioranza ed hanno diritto ad essere apprezzati anche se non hannonavuto la fortuna di giocare tra i professionisti.

      • CuoreBiancoRosso 2 anni ago
        Reply

        Pienamente d’accordo con Max… chi non ha entusiasmo non vada nemmeno allo Zecchini a vedere il Grosseto… non è un obbligo, dovrebbe essere un divertimento; chi poi si diverte a guardare i professionisti di alto o altissimo livello può liberamente recarsi in altri stadi. l’unica cosa che correggo a Max è che per fare la C o la B di milioni ne servono rispettivamente minimo 3 e minimo 5 (dati reali).

  5. Sesto 2 anni ago
    Reply

    Non ho nessuna voglia né intenzione di polemizzare, ma trovo le osservazioni dei signori Max e CuoreBiancorosso caratterizzate da un un risentimento fuori luogo. Premesso che verosimilmente io seguo con assoluta fedeltà il Grosseto da prima che loro nescessero e che intendo farlo anche quest’anno, vorrei far notare che ho soltanto espresso pacatamente un mio stato d’animo e delle mie opinioni, il che penso sia legittimo, anche perché le opinioni e gli stati d’animo di per sé non sono né giusti né sbagliati, ma rappresentano qualcosa di
    personale, non destinato a convincere nessuno e meno che mai ad infastidire chicchessia.

    • MAX 2 anni ago
      Reply

      No Sesto Quello che infastidisce non sono le opinioni ma il termine usato. Bollare di infimo livello la categoria del l’eccellenza è implicitamente offensivo X chi la pratica e non mi sembra il caso di scriverlo in questo delicato momento del nostro Grifone. Tra l’altro dici di seguire il Grosseto da sempre ed allora chiedo dove eri quando il Grosseto era in eccellenza ed addirittura in Promozione? Presumo che lo seguissi ugualmente . Altro piccolo spunto di riflessione che ti lancio ( anche se fritto e rifritto) se i Ceri non portavano il titolo probabilmente non avresti visto “l’infima “Eccellenza bensì la “spregevole” 3 categoria . Le opinioni sono tutte rispettabili se espresse coi giusti termini e ” infimo” è un termine dispregiativo e che da forte fastidio se accostato allo sport . Senza polemica e senza risentimento alcuno verso un affezionato e simpaticissimo tifoso.

  6. Olivio 2 anni ago
    Reply

    Il Grosseto non può essere definito di infimo livello in questa categoria.
    Per il semplice fatto che come hanno detto i suoi massimi dirigenti ed il suo allenatore, ha una struttura professionistica.
    Allenatore che lo fa di mestiere, giocatori idem, staff medico e fisioterapico.
    Squadra in ritiro 15 gg.
    È anche per questo, come ci auguriamo, che dovrà primeggiare sin dall’inizio.
    Poi se qualcuno vorrà fare paragoni con Pinilla etc, forse sta male.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW