Esclusivo – Cosa chiede la famiglia Ceri all’amministrazione comunale

A sinistra Mario Ceri e a destra Vivarelli Colonna (foto di repertorio)

Grosseto. Con il campionato ormai in tasca, la famiglia Ceri programma con largo anticipo il futuro ed in questa ottica da anno nuovo si sono intensificati gli incontri con il Comune di Grosseto per porre le basi per la prossima stagione.
Dopo il rinvio al mese di giugno da parte dell’amministrazione comunale è salita la preoccupazione nei tifosi e di voci in giro ce ne sono state tante, ma non sempre ben chiare. Ecco  perchè vogliamo capire e spiegarvi i punti delle richieste avanzate dall’attuale proprietà unionista. Teniamo a precisare che questo articolo non vuole alimentare polemiche o altro anche perchè la speranza è che si trovi quanto prima un punto di incontro.
Inoltre, ribadiamo che se ci sono inesattezze o approfondimenti da fare, siamo a disposizione di entrambe le parti, anche perché non è stato facile ritrovare delibere comunali scartabellando tutte le carte.

CONTRIBUTO IN CONTO SPESE E NON SPONSORIZZAZIONE

Partiamo subito dicendo che le richieste della società biancorossa prendendo spunto dalle delibere comunali nn. 1721 del 30 agosto 2018, 1842 del 24 settembre e 1926 dell’8 di ottobre, le quali riguardano principalmente le assegnazioni fatte come contributo in conto spese per la gestione e manutenzione del campo “Zauli” e del “Carlo Zecchini per l’Atletica Grossetana.
Cosa chiede in questa ottica l’Us Grosseto e di che
cifra si parla? L’importo è ben noto e dovrebbe essere il medesimo delle suddette delibere: circa 70 mila euro più iva per la gestione ed il mantenimento del nuovo impianto che è in costruzione a Roselle. In definitiva l’Us Grosseto vuole lo stesso trattamento.

SPESE US GROSSETO PER CARLO ZECCHINI

L’Us Grosseto paga circa 15 mila euro annui per l’utilizzo del Carlo Zecchini e per l’utilizzo della sede. Anche questa cifra viene versata sempre all’Atletica Grossetana che percepisce dal Comune di Grosseto un ulteriore contributo in conto spese.

SPONSORIZZAZIONI ESTERNE

Il Comune potrebbe aiutare la società nel reperimento di sponsorizzazioni ed in alcuni casi il risultato è stato buono. In altri invece purtroppo qualcosa non è andato a buon fine. Si precisa, però, che questo rimane un impegno da parte dell’ente locale che va al di fuori del proprio compito strettamente istituzionale.

SENSAZIONI

Le sensazione e le impressioni che si hanno è che alla fine per la volontà di entrambe le parti un accordo si possa trovare, seppur tra qualche difficoltà. Non è un caso che diventa sempre più difficile gestire le casse comunali con i fondi che vengono sempre più tagliati dal governo centrale e con le richieste che vengono legittimamente sempre più avanzate delle altre società del Comune anche nelle altre discipline sportive, ma conosciamo le doti e le capacità del sindaco, Vivarelli Colonna, e dell’assessore allo sport, Fabrizio Rossi, che sapranno uscirne fuori risolvendo la faccenda.

 

2 Comments
  1. max 4 mesi ago
    Reply

    qui si parla di spiccioli mentre per fare la D servono soldi

    • Dario 4 mesi ago
      Reply

      Eccolo il contro a prescindere…oh..ma un complimenti per la vittoria del campionato no è?
      Spunti fuori solo per criticare…ti sé visto solo quando si perdeva o si pareggiava..vergogna.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
post-image
Grosseto Calcio Interviste Grosseto Notizie Grosseto Calcio Primo piano Settore Giovanile Grosseto

Gs Tv – Massimo Tassi: “Settore giovanile unionista, grande investimento societario. Importante anche il rendimento scolastico”

Grosseto In occasione dell’inizio della preparazione estiva dell’Us Grosseto abbiamo avuto modo di intervistare anche Massimo Tassi, direttore generale del settore giovanile unionista. Tassi ha evidenziato come l’obiettivo societario...