Il Giro in Maremma

Ogni volta che passa il Giro d’Italia è una festa ed anche questo arrivo di tappa a Castiglione della Pescaia non ha fatto eccezione.

Erano dieci anni che non venivano vissute emozioni simili in Maremma e le attese non sono andate deluse grazie ad una organizzazione perfetta, ma anche alle migliaia di tifosi sulle strade che hanno reso indimenticabile questa tappa vinta dal tedesco Greipel che ha bruciato in volata Pelucchi.

Soltanto un neo, purtroppo, ha funestato questa bella giornata in rosa: a circa trecento metri dal traguardo una maxi-caduta, dovuta ad un incauto fotografo, ha coinvolto molti corridori. Daniele Colli e per il campione spagnolo Alberto Contador, leader della corsa, sembrano aver avuto la peggio: l’italiano della Nippo-Vini Fantini ha riportato la frattura dell’omero sinistro ed è stato ricoverato in ospedale, mentre Contador non ha potuto neanche indossare la maglia rosa durante la cerimonia della premiazione.

Le voci del dopo-corsa parlavano di una più che probabile lussazione della spalla sinistra e di un forte fastidio ad un ginocchio: se così fosse, il giro dello spagnolo terminerebbe con tutta probabilità qui e tutte le attenzioni in ottica classifica si sposterebbero nel duello tra Rigoberto Uran e Fabio Aru con l’italiano forse favorito.

Fino al momento della caduta, tutto era andato alla perfezione e per la Maremma si è trattato comunque di un ottimo veicolo promozionale che certamente farà da volano alla stagione estiva ormai alle porte. Lo sport, come sempre, si conferma la miglior vetrina per il territorio e si leggeva negli occhi del presidente della Provincia Emilio Bonifazi ed in quelli del sindaco di Castiglione della Pescaia tutta la soddisfazione per la perfetta riuscita di questo evento.

L’appuntamento è per la mattina di domani 15 maggio, quando la carovana dei girini partirà da Grosseto alla volta di Fiuggi passando sotto all’arco di Porta Vecchia. Contador ci sarà?

Ordine d’arrivo della 6/a tappa del 98° Giro d’Italia

Montecatini Terme-Castiglione della Pescaia (183 chilometri)

1. Andrè Greipel (Ger) 4h19’42” (+10″ di abbuono) (media 42,279 km/h)
2. Matteo Pelucchi (Ita) s.t. (+6″ di abbuono)
3. Sasha Modolo (Ita) s.t. (+4″ di abbuono)
4. Manuel Belletti (Ita) s.t.
5. Giacomo Nizzolo (Ita) s.t.
6. Alessandro Petacchi (Ita) s.t.
7. Elia Viviani (Ita) s.t.
8. Luka Mezgec (Slo) s.t.
9. Nicola Buffoni (Ita) s.t.
10. Davide Apollonio (Ita) s.t.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news