Fair Play: la finale esordienti del torneo di Ribolla termina con il terzo tempo

Grande dimostrazione di sportività dei piccoli di Saurorispescia e Grosseto

Il pallone ufficiale della Lega Pro - stagione 2014-15 (foto tratta da: www.newsandcom.it)

GROSSETO. ll terzo tempo nel rugby è quello che vede le squadre avversarie e i tifosi ritrovarsi per mangiare e bere insieme, scambiandosi considerazioni e opinioni, al di là di chi ha vinto e perso. Il terzo tempo celebra qualcosa di più importante di un incontro agonistico ovvero il rispetto reciproco e il fair play, tutte peculiarità che hanno reso questo sport primo in sportività.

Dopo la finale del Torneo di Ribolla, gli Esordienti del Grosseto e del Sauro Rispescia hanno festeggiato il terzo tempo, fortemente voluto dai loro rispettivi allenatori, Mister Alberico Bisceglia e Claudio Sartucci ed i mister del Saurorispescia Massimiliano Riccini e Stefano Rosini, quale conclusione migliore di una festa tutti insieme per esaltare un torneo che aveva coronato una splendida giornata all’insegna dello sport e della sportività.
Queste società giovanili hanno cosi vouto dare un esempio e un insegnamento per far capire che una partita del genere è soltanto una festa e una grande giornata di sport.
La partita deve essere sia una gioia , sia un divertimento . La partita serve per far stare insieme tutti i ragazzi.
Loro, questi piccoli calciatori, devono essere liberi nella loro voglia di divertirsi con un pallone fra i piedi, devono essere sereni e contenti di giocare a calcio.

Il terzo tempo fatto in pizzeria a Ribolla tra ragazzi e genitori è stato così un importante contributo per la crescita di un movimento che troppo spesso assiste a fatti indecorosi, che sono indegni a qualsiasi livello, ancor di più a livello giovanile.
E’ stato perciò un modo per far evidenziare come i ragazzi, i genitori ed i dirigenti vedono il calcio, cioè come una pura gioia, una grande scuola di vita. I bambini sono i nostri cittadini di domani, e devono saper rispettare le regole, comportarsi con riguardo verso gli altri. Che tutto questo sia di esempio.

Il calcio adulto come è oggi sa sostenere il terzo tempo? questo non sappiamo dirlo , certamente i giovani possono farlo e in un percorso, al contrario, possono essere da esempio per i più grandi. Spesso si dimentica che il vero cambiamento del calcio può avvenire solo a partire dalle sue radici: le scuole calcio.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news