Giovanissimi provinciali: il SauroRispescia a valanga sul Braccagni

il colpo di testa del raddoppio di Gargiolli

SauroRispescia-Braccagni 13-1

SauroRispescia: Bonucci, Cristinzio, Testa, Rossi, Moroni, Veronesi, Tavarnesi, Falconi, Salvadori, Bruni, Columbu; a disp: Laudicino, Fedeli, Lippi, Cargiolli, Conti, Cappelli, Momini.

Braccagni: Vasarri, Gatti, Canuti, Pimpinelli Rocco, Festeggiato, Daveri, Onida, Taviani, Carotenuto, Pimpinelli Raul, Di Biase; a disp: Faneschi, Zambernardi, Di Vittorio, Benussi, Raciti.

Marcatori: Veronesi (2), Falconi, Rossi (2), Cristinzio, Cargiolli, Fedeli, Momini, Tavarnesi, Columbu (2).

Grosseto. Il SauroRispescia vince a valanga e consolida il primo posto in classifica.

Passano 15 minuti di gioco e la formazione di Braccagni è già sotto di tre reti con la firma di Veronesi, Falconi e Rossi.

Mister Picardi deve vincere in tutti i modi e crea un vero e proprio assedio, costringendo i gialloverdi al catenaccio.

Passano i minuti e la formazione di casa aumenta il passo, gli ospiti si vedono solo in qualche guizzo.

Il primo tempo si conclude con il risultato di 6-0: segnano il numero 4, Rossi, su tiro di precisione all’angolino, Cristinzio e Veronesi su calcio di rigore allo scadere (30 pt).

Nella ripresa stesso scenario, ma i ragazzi del Braccagni non ci stanno, tirano fuori tutto il loro orgoglio e riescono ad insidiare in alcune zone del rettangolo di gioco il Sauro: saranno decisive le parate del neoentrato portiere Faneschi, classe 2006, anche se la formazione di casa torna a segnare, prima con Cargiolli e poi con Fedeli.

Intorno al 20 del secondo tempo è il Braccagni a segnare il gol della bandiera: una splendida punizione del numero 6 gialloverde Daveri (anch’egli classe 2006) si va ad insaccare sotto la traversa.

Mancano 15 minuti al termine, la partita sarebbe finita, ma i padroni di casa continuano ad attaccare ed in pochi minuti mettono ben 4 palloni in rete.

Finisce così, 13-1.

Onore al SauroRispescia che si conferma la più forte, ma tanto rispetto anche per il Braccagni che nel suo piccolo ha sempre provato a fare un passo in più.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news