Connect with us

Grosseto Calcio

Gs intervista Matteo Gorelli: “Domenica sfida fra Brega e me. Un gruppo come il nostro è irripetibile”

Published

on

GROSSETO – Matteo Gorelli, difensore centrale e perno di quel nucleo di grossetani che sta alla base del gruppo della prima squadra. Una situazione che capita raramente, trovare squadre con un gruppo così compatto in grado di vincere un campionato e confermarsi in categoria superiore:
<<Non mi è mai capitato, di solito giochi un anno in una squadra e l’anno seguente in un’altra. A Grosseto è stata fatta una politica di mantenere l’ossatura e far giocare i grossetani – ci racconta Matteo Gorelli – la famiglia Ceri ha trovato una gruppo di giocatori che per diverse circostanze sono usciti fuori da Grosseto negli ultimi dieci anni, è fortuna, però c’è anche bravura nel gestire una cosa del genere>>.

Quale difensore con esperienza anche di allenatore, hai pure il compito di gestire l’inserimento dei tanti giovani presenti in rosa?
<< No, non li gestisco i giovani, la mia età anagrafica dice 28, però di testa ne sento meno, ho sempre fame di cose nuove, di voglia di imparare e migliorare – risponde Gorelli – questi ragazzi sanno come si sta in un gruppo, in più ci sono giovani volenterosi che si sono aggiunti a noi>>.

Siete compagni di squadra anche fuori dal campo?
<<Mi piace stare coi ragazzi, ci scherzo poi qualche volta capita anche di dare qualche bastonata. Andiamo a cena insieme, è una nostra iniziativa personale, organizziamo qualcosa da fare per non farli sentire soli>>.

Il campionato sta andando bene, la squadra si sta ripetendo ad alti livelli nonostante la categoria sia più impegnativa, hai notato differenze rispetto alla scorso campionato?
<<La differenza è l’intensità – risponde il difensore – in ogni squadra ci sono sempre due o tre elementi forti per la categoria e spesso giocano in attacco, quindi per me è sempre da stimolo ogni partita. Per questo dico che col Follonica Gavorrano sarà una gara da preparare come le altre>>.

Domenica allo Zecchini c’è lo scontro fra le due maremmane che si presentano con posizioni e umori completamente differenti, che gara ti aspetti?
<<L’obiettivo che mi sono dato per la prossima partita è non far segnare Brega – spiega Matteo Gorelli -. L’ho avuto in passato come compagno di squadra, lo conosco e so che in Serie D è uno degli attaccanti più forti, non solo del girone, ma dell’intera categoria. L’ho detto ad Andrea Ciolli: il mio obiettivo domenica è non farlo segnare. Sull’avversario sappiamo quanto vale – prosegue – ecco sarà una gara da giocare a viso aperto, però sono loro che hanno qualcosa in più da chiedere alla classifica, sono loro che devono giocare per vincere>>.

Il traguardo della salvezza è ciò che vi siete prefissati ad inizio stagione, ma adesso che avete visto gran parte delle squadre, pensate di meritarvi le zona alte?
<<Il livello del girone mi fa pensare che possiamo stare nel treno delle prime, però non è nemmeno da escludere che capiti di finire in zone più a rischio – spiega Matteo Gorelli – abbiamo una rosa corta rispetto ad altre squadre, stiamo facendo esperienza da neopromossa e con una classifica davvero molto equilibrata tutte le squadre sono vicine: chi riesce a fare tre vittorie di fila passa dal lottare per la salvezza alla promozione>>.

Giornalista Pubblicista dal 2010. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi