Giudice sportivo: una sola giornata a Quintavalla (Savona)

Le decisioni del giudice sportivo (immagine tratta da: www.forzasangio.it)

Questa volta il Comunicato ufficiale n. 72/Div dell’11 novembre 2014 non ha particolari notizie negative per i colori biancorossi, visto che l’unico menzionato in tale “bollettino” è proprio lo sfortunato Masia, ammonito al 2′ di Grosseto-Savona e alla sua prima infrazione. Nello stesso comunicato, però, è riportata la squalifica per una giornata del capitano savonese Quintavalla, che ha rimediato il giallo dopo il bruttissimo intervento a danno di Masia, costato un grave infortunio al giocatore maremmano. Tuttavia, Quintavalla sconterà un solo turno di squalifica perché ha raggiunto la quarta infrazione e non perché il giudice abbia ritenuto di dover usare le immagini televisive, attraverso le quali, probabilmente, il giocatore avrebbe potuto essere squalificato a lungo per condotta violenta (se considerata tale). Ricordiamo che in base all’art. 35 del Codice di Giustizia Sportiva, il giudice può utilizzare le immagini televisive, ad esempio, in caso di condotta violenta o espressioni blasfeme non ravvisate dall’arbitro. In pratica, il direttore di gara di Grosseto-Savona col suo giallo ha “scagionato” Quintavalla fin da subito, evitandogli una possibile squalifica di diverse giornate perché, con tutta probabilità, ha considerato il fallo su Masia un normalissimo contrasto di gioco.

8 Comments
  1. Carter 5 anni ago
    Reply

    ma sì, tanto ha chiesto scusa, chissenefrega se un poro cristiano dovrà stare fermo un anno……continuiamo a fare i signori e i buonisti a Grosseto, continuiamo a farci prendere per il sellino ……la dobbiamo finire col subire e basta; in proposito vorrei segnalare un altro fatto che passa sempre in cavalleria: su sportube ogni volta che giochiamo fuoricasa troviamo telecronisti partigiani che ci inondano di mexda e fanno i tifosi spudorati della squadra di casa (a Pisa s’è raggiunto il top)….a Grosseto mandano i telecronisti professionisti che fanno gli imparziali ma che se proprio si sbilanciano, vanno quasi sempre a favore degli ospiti (con il savona per 1 ora rimarcava il gol in fuorigioco di Lugo mentre Masia con la gamba spezzata era un normale contatto falloso…) Svegliamoci un pochino che sarebbe anche l’ora!!!!

  2. Doc55 5 anni ago
    Reply

    Un Giudice Sportivo incompetente e superficiale, un calciatore killer ed un povero ragazzo: triangolazione perfetta per continuare a non credere nella giustizia sportiva che scende cosí a livelli infimi è solo da dimenticare. Colgo l’occasione per ringraziare ancora la straordinaria sensibilitá di un ex calciatore, tale Di Napoli, per il comportamento tenuto a Grosseto.

  3. grifo1912 5 anni ago
    Reply

    Qualcuno ricorda quante giornate furono date a quel Vanigli che fece lo stesso fallo e lo stesso identico danno a Totti nel febbraio 2006?

  4. piede 5 anni ago
    Reply

    Era Pratali e prese 2 giornate.

  5. Doc55 5 anni ago
    Reply

    Purtroppo é evidente, e naturalmente intuibile, che l’esito di un fallo (qui assai brutto) non guida la mano del Giudice, ma posta l’assoluta inconsistenza del provvedimento disciplinare dell’arbitro, errato tecnicamente, alla luce della prova televisiva qui c’erano minimo due giornate. Ringrazio ancora Quintavalla ed il signor Di Napoli, uomini di straordinaria sensibilitá.

    • Yuri Galgani 5 anni ago
      Reply

      Carissimo Doc,
      come ho spiegato nell’articolo, il giudice sportivo può utilizzare le immagini televisive solo se l’arbitro non ha sanzionato e refertato una determinata infrazione. Nel caso di Quintavalla, invece, il direttore di gara ha ritenuto sufficiente il giallo e con quello…Buonanotte ai suonatori! 🙁

  6. grifo1912 5 anni ago
    Reply

    Comunque il giorno che riusciro a vedere a Grosseto un arbitro bravo e soprattutto il guardalinee sotto la tribuna quasi normale, forse mi daro al tamburello.
    Ce ne fosse stato uno! I peggiori poi sono stati quelli di alto livello. Vi ricordate in casa con il Livorno chi venne e come arbitrò?

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news