Speciale Alberese-Roselle: non una partita, ma “La Partita”

La formazione juniores del Roselle

GROSSETO.  partita. 31ª giornata, 6 punti separano le due squadre, l’Alberese 2º spera in una vittoria per poi agganciare la vetta quando il Roselle riposerà; quest’ultimo invece, sente odore di titolo e il traguardo dopo sabato, potrebbe essere molto più vicino.

Qui Alberese: 63 punti in classifica che valgono il 2º piazzamento in griglia; 4º miglior attacco con 69 reti messe a segno e miglior difesa del campionato con soli 27 gol subiti. I bianconeri sono inoltre la squadra che ha perso di meno mettendo a referto solamente 3 sconfitte.
Non vengono da un periodo di forma strepitoso: nelle ultime due partite rispettivamente contro Nuova Grosseto e Pitigliano sono arrivate due sconfitte, per 4-0 e per 1-0. Se la partita di sabato non è “l’ultima spiaggia” poco ci manca, perché in caso di sconfitta il Roselle scapperebbe a +9 a quattro giornate dalla fine.
Alberese che punta tutto sulla solidità difensiva e sulle ripartenze collettive, infatti non c’è un goleador che spicca, bensì le reti arrivano da tutti i ruoli.

Due domande ora poste ad Andrea Bertini, portiere nonché capitano dei bianconeri

Andrea, partirei chiedendoti che sensazioni provi per la partita di sabato che affronterete

“Abbiamo lavorato duramente nelle ultime due settimane, sappiamo bene quanto sia importante per noi questa partita perciò ci sentiamo carichi e motivatissimi!”

Tu sei il capitano e forse sei il migliore che mi possa illustrare come rialzare la testa dopo un periodo non felicissimo e continuare a sperare nel titolo?

“Beh, sicuramente non è un buon periodo per noi, siamo reduci da due sconfitte consecutive e soprattutto prive di gol, credo che per tornare a vincere e quindi sperare nel titolo sia fondamentale l’aiuto di tutti, siamo un gruppo affiatato e parlando negli spogliatoi ho visto nei loro occhi tanta voglia di riscattarsi e di fare bene, non solo sabato, ma fino alla fine del campionato, Passalacqua compreso.”

Sei il portiere che ha preso meno gol di tutti, ritieni che sabato la solidità difensiva possa essere la chiave per aggiudicarsi il match?

“La solidità difensiva sarà importante,ma anche gli altri reparti avranno un bel da fare vista la qualità della squadra avversaria.”

Ultima domanda, pronostico?

“Dico 1-1.”

Qui Roselle: 69 punti in classifica, primato solitario a +6 e +7 su Alberese e Nuova Grosseto. Deve ancora affrontare il turno di riposo ma con una vittoria sabato sarebbe solo una formalità. Formazione che vanta il miglior attacco con la bellezza di 98 gol messi a segno e la 2ª miglior difesa insieme alla Nuova con 33 gol subiti (differenza di +65!). Fondamentale il cambio in panchina avvenuto alla 28ª giornata: da lì i bianco azzurri hanno ottenuto 3 vittorie su 3 contro Argentario, Nuova Grosseto e Pitigliano nell’ultimo incontro. Roselle dunque che si prepara ad affrontare questo match con il morale alle stelle. Elementi chiave: Gelso (22 reti), Naso (16 reti) e Ferrari 12 reti; occhio anche a Cerulli reduce da 3 reti nelle ultime 2 partite disputate. Di seguito alcune domande poste al vice-capocannoniere del campionato Gelso, attaccante classe ’96:

Ciao Angelo, allora, il titolo è un obiettivo più che mai alla portata, avete avuto un periodo di crisi che vi ha fatto perdere la testa del campionato, temevate che tutto fosse andato perduto?

“Credo di parlare anche a nome della squadra, sinceramente non abbiamo mai temuto che tutto potesse andar perduto perchè siamo consapevoli di essere un’ottima squadra e un ottimo gruppo. Abbiamo saputo reagire a quel brutto momento e ora siamo di nuovo lassù.”

Sabato avete a disposizione 2 risultati su 3 in quanto in caso di pareggio manterreste il vantaggio di +6 sull’Alberese e di +4, in caso di vittoria della Nuova, proprio su di essa. Come state preparando la gara?

“La stiamo preparando al meglio come abbiamo sempre fatto fino ad oggi con il resto delle gare. Inutile nascondere che questa partita è una delle più importanti del campionato. Stiamo lavorando bene e sono convinto che la squadra saprà affrontare anche questa gara al meglio.”

Mister Neri ha sicuramente portato entusiasmo e voglia di vincere all’interno dello spogliatoio, secondo te, qual’era l’elemento che vi mancava per compiere il salto decisivo ?

“Sicuramente il cambio di mister ci ha motivato per non buttare all’aria tutto quello che aveva fatto mister Marini fino al suo esonero. Abbiamo sempre avuto le capacità, un calo può capitare a tutti ma l’importante è riprendersi come abbiamo fatto.”

All’andata finì in pareggio con il risultato di 2-2, chi la spunterà questa volta?

3 Comments
  1. salemme 3 anni ago
    Reply

    non c’è partita l’alberese ne uscirà con una batosta.tra le due squadre non c’è partita.finirà con una goleada per il roselle prevedo 5 – 6 a 0

  2. Max 3 anni ago
    Reply

    Troppo il divario tra le due squadre. La vera antagonista del Roselle era la Nuova. All’andata finì 2 a 2, ma il Roselle giocó tutto il 2 tempo in 9, rischiando di vincere.

    • salemme 3 anni ago
      Reply

      la nuova non aveva i giocatori nella rosa.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news