Connect with us

Calcio

Simone Ceri: “Pronto ad un confronto pubblico con chi dal Comune vuol controbattere le mie affermazioni”

Published

on

GROSSETO. Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’e-mail arrivata in redazione pochi minuti fa direttamente dal presidente del Roselle, Simone Ceri.
Ragazzi, prima di tutto grazie e complimenti per il lavoro che fate al seguito del calcio dilettantistico. Vi scrivo per specificare e chiarire alcune cose riportate nell’opuscolo distribuito al pubblico oggi al campo di Roselle. Per prima cosa, il nostro progetto non era legato esclusivamente a Paolo Borghi, ma essendo lui l’assessore allo sport, doveva passare di lì. Da assessore diligente, ha subito capito l’importanza della proposta, impegnandosi a cercare di sveltire le pratiche e abbreviare i tempi. Poi gli scenari sono cambiati con le decisioni relative al candidato sindaco che non era più solo lui. Da qui in avanti un calvario…una serie di impedimenti che pochi mesi prima non esistevano sono spuntati fuori. La necessità di una variante urbanistica…il problema parcheggi…il rischio idraulico. Il primo nodo, la variante passata in Giunta a dicembre attende ancora di essere portata in Consiglio…ci andrà,  pare, il 22 marzo…3 mesi dopo essere passata in Giunta. Dopo dovremmo attendere 75 giorni e solo allora potremmo presentare il progetto definitivo…e chiedere la fideiussione. Si arriverà quindi a quando il Consiglio sarà già sciolto e ciò avviene 45 giorni prima del voto. Per questo è più che logico pensare che ne riparleremo dopo le elezioni. Sempre se avremo ancora voglia di spendere i nostri soldi su un bene comunale. Altrimenti significherà che Grosseto, e non Ceri o Borghi, avranno perso una buona occasione. Chi segue la propria squadra non può che rendersi conto in quale stato versano gli impianti da queste parti…Terzo mondo rispetto alle altre province e la conseguenza logica è il terzo mondo nella qualità del calcio. Per fare settori giovanili di livello servono strutture vere, moderne che la provincia e non solo il Comune non hanno. Se per la “gola” di non dare all’assessore allo sport un fregio importante metti a rischio un investimento sul tuo patrimonio ed un beneficio per la città anche in termini di indotto vuol dire che non ti interessa niente di Grosseto e non meriti di governarla. L’impianto di Roselle è il peggiore dell’intero campionato di Promozione, privo di tribuna e servizi igienici. Non potendo riuscire a terminare i lavori in tempo per la prossima stagione, la vera preoccupazione è dove andare a giocare anche per i nostri giovani. E nella buona fede in cui vivo, sarò il primo a gioire se entro le elezioni riusciranno a darci tutto per poter iniziare i lavori. Nella stessa trasparenza e onestà,  affinché niente venga strumentalizzato da nessuno, sarei ben lieto di poter avere un confronto in contraddittorio con chi, dal Comune, avrà argomenti per controbattere alle mie affermazioni. Naturalmente alla presenza vostra e di qualsiasi altra testata giornalistica sia interessata.

Simone Ceri
Advertisement
3 Comments

3 Comments

  1. Fabio

    14 Mar 2016 at 08:26

    Veramente grave, ma testimonia di come son gestite le cose a Grosseto.
    Questa non potrebbe essere l’occasione di una stretta collaborazione tra Roselle e FC Grosseto ?

  2. ser

    14 Mar 2016 at 10:41

    L’impegno se lo era preso il Sig. Borghi che, a quanto mi risulta, è sempre in carica come assessore dello sport. Pertanto compia gli atti promessi e se ne viene impossibilitato indichi di chi è la colpa. Questo silenzio è assordante!

  3. Francesco.G

    14 Mar 2016 at 10:47

    Buongiorno.
    Di fronte a simili problematiche, la prima domanda da porsi,è, la seguente.E^ mai possibile, che i vertici del Comune,sia quelli attuali,che i futuri,chiunque essi saranno, non riescano ad individuare negli sforzi e sacrifici della Famiglia Ceri, il miglior antidoto per rilanciare questa Città a livello Sportivo,dandogli quell importanza,che poi indirettamente ricadrebbe favorevolmente a favore di tutti, Comune compreso?.Personalmente,ho avuto l onore di conoscere tali Dirigenti,e, in primis, posso garantire che in questi tempi difficili,sotto tutti i punti di vista,soprattutto sul lato economico,allestire una squadra,partendo dalla 3 categoria,e arrivare alla Promozione,con un primato in classifica e ambizioni lodevoli, solo chi ha passione , grosse caratteristiche e qualità può fare.E^ vero che purtroppo la burocrazia spesso blocca varie iniziative,o le rallenta drasticamente,ma bisognerebbe essere anche un po più elastici nel dedicare la giusta attenzione,e,perchè no, trovare la passione e la voglia di accellerare qualche Iter…Ricordo, in piena umiltà, che costruire impianti Sportivi,serve a dare la possibilità a tanti ragazzi di emergere,fare Sport e soprattutto allontanarli, anche da varie insidie della vita.Cerchiamo di tenerci care certe realtà,perchè poi nella vita un bene lo si piange,solo quando lo si perde.Cari saluti e Auguri a tutti.

Leave a Reply

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Dietrofront, Atodorei in direzione Belvedere e non più Sant’Andrea?

Published

on

GROSSETO – Razvan Atudorei all’ASD Belvedere? Sarebbe clamoroso, ma da nostre informazione il giocatore di origine rumena, la scorsa stagione all’Alberese, dopo essersi promesso al Sant’ Andrea di Michele Cinelli, starebbe per firmare per la compagine del Presidente Clementini.

Un vero colpo di scena, se si pensa che Atudorei una quindicina di giorni fa aveva giurato amore eterno al sodalizio del presidente Così. Per la verità , pareva già essere arrivato alla firma , che doveva essere accompagnata da alcune carte burocratiche , in quanto Atudorei è di origine rumena.
La cosa evidentemente si è prolungata e in questo frangente si è fatta avanti il Belvedere e il ds Masserelli con una proposta che, a quanto sembra, ha prima fatto vacillare il giocatore e poi l’avrebbe fatto propendere per scegliere il nerorosso.

Un duro colpo per il Sant’Andrea, se così fosse, che aveva già presentato alla stampa Atudorei e che evidentemente ci contava. Insomma, colpi di scena a non finire, in questa estate calda e non per sole ragioni climatiche con cambi e contraccambi di fronte assolutamente inaspettati. Per Atudorei comunque un ritorno a casa, l’ex Alberese, aveva giocato già nello Scarlino (ora Belvedere) del Presidente Clementini due anni fa.

Per il Sant’Andrea e mister Cinelli, un duro colpo. Parafrasando un film di qualche anno fa , fosse così la situazione, sarebbero stati , sedotti e abbandonati.

Continue Reading

Calcio

Marina, prosegue la campagna acquisti. Due nuovi attaccanti in attesa della ciliegina sulla torta

Published

on

Marina di Grosseto – Va avanti la campagna acquisti dell’Us Marina. La società ha infatti confermato il portiere Bianchi, quindi Danti e Pecorai oltre a promuovere in prima squadra gli juniores Ibra, Dabo, e Kante.
Trovato anche l’accordo con due attaccanti: Giacomo De Luca e Leonardi Campisi.

<<Siamo alla ricerca di un paio di centrocampisti e attendiamo la risposta di un giocatore che ci faccia fare il salto di qualità>>.
Così ha commentato ai nostri microfoni il ds Di Cesaro.

Continue Reading

Calcio

Follonica Gavorrano, venerdì sette agosto si comincia a sudare

Published

on

Follonica – Inizierà venerdì sette agosto la stagione per il Follonica Gavorrano. La partenza è quindi fissata per le ore 17 presso il centro sportivo “Aldo Nicoletti” in Via Sanzio a Follonica, centro che ricordiamo ospiterà i giocatori per tutta la prima parte della preparazione atletica.
La squadra di Favarin comincia a scaldare i motori in vista di una stagione non certamente facile, dove è chiamata a riscattare l’ultima campionato di Serie D che non è stato all’altezza delle aspettative.
Continue Reading

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi