Nessuno in Toscana come il Roselle

Il girone C di Promozione sembra avere un padrone assoluto, ovvero quel Roselle capace di raccogliere in sedici giornate ben 41 punti frutto di 13 vittorie, due pareggi ed una sola sconfitta con la bellezza di 34 reti fatte ed appena 8 subite.

Nessuno in Toscana viaggia ai ritmi del team maremmano: la Lastrigiana nel girone A è prima con 30 punti ed il Chiusi comanda il proprio raggruppamento con 34. Per fare un paragone, il Cecina (secondo alle spalle della corazzata allenata da De Masi) ne ha raccolti 35 con una sola sconfitta.

La lotta per il primo posto può considerarsi conclusa? L’istinto direbbe di sì, ma la ragione invita ad essere più cauti ed a restare con i piedi per terra anche se le statistiche sono incoraggianti in tal senso.

Il cammino per il Roselle è ancora lungo ed il girone di ritorno è appena iniziato: cinque punti di margine sul Cecina appaiono onestamente troppo pochi per sentirsi la vittoria finale già in tasca. Meglio gettare acqua sul fuoco e rimanere con i piedi per terra.

Certo è che la coppia Angelini-Vento si sta rivelando micidiale anche in Promozione con 27 reti complessive messe a segno, ma la vera forza del club termale risiede in un gruppo che riesce sempre a trarre il meglio anche dai momenti più complicati legati ad alcune assenze di peso.

Nei prossimi giorni dovrebbe sbloccarsi la situazione-Faenzi (il giocatore è bloccato da settimane a a causa di problemi legati al trasferimento) ed il suo utilizzo consentirà maggiori possibilità di scelta all’allenatore che già può contare a centrocampo su elementi esperti come l’eterno Consonni ed il giovane Serdino, ormai inserito nei meccanismi di squadra.

Domenica prossima il Roselle sarà impegnato nel derby contro il San Donato e non sarà una partita semplicissima: il divario in classifica tra le due compagini appare evidente, ma i biancoverdi di Cinelli stanno vivendo un momento di rilancio dopo tante difficoltà e cercheranno punti utili alla ricerca della salvezza.

La sensazione è che sarà una derby piacevole da vedere in cui i termali partiranno con i favori del pronostico ma, allo stesso tempo, dovranno evitare eccessi di sicurezza. Un eventuale sconfitta è da mettere nel conto in un campionato come quello di Promozione e se dovesse arrivare in contemporanea un successo pieno del Cecina i giochi potrebbero riaprirsi. Per questa ragione il Roselle è chiamato a non lasciarsi ubriacare dalla posizione che sta occupando con pieno merito ed a continuare il proprio percorso con la stessa determinazione che ha messo nella prima parte di stagione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news