45ˆ coppa Bruno Passalacqua, 2° quarto di finale: il Gavorrano vince nel segno di Pardera. Invicta spenta ed eliminata

All-focus

Gavorrano – Invicta: 2-0 (34’pt e 39’st Pardera)

Gavorrano: Petruccelli, Cavallini, Righini, Cordovani (dal 31’st Xhafa), Scognamiglio, Molia (dal 31’st Pastore), Rubegni (dal ‘st Battistini), Barlettai (dal 1’st Fontana), Costanzo, Pardera, Carlotti. All: Biagetti.

Invicta: Temperani, Giardini, Landi (dal 39’st Biliotti), Mucci (dal 1’st Veri), Lesi, Chigiotti, Santiloni, Alessio Massetti (dal 31’st Chelini), Trabalzini (dall’8’st Barbieri), Bartolomei, Maida (dal 26’st Fattoi). A disposizione: Andrea Massetti, Biliotti, Bamgagioni, BIagiarelli, Erman. All: Riccini.

Recupero: 1′ e 2′  Angoli: 7- 2  Ammoniti:

Grosseto. Secondo quarto di finale andato in scena nella serata di ieri sul sintetico di via Australia con una delle favorite, il Gavorrano, che ha incrociato lungo la sua squadra la seconda classificata del girone D, l’Invicta, apparsa in ripresa nelle ultime due partite disputate.
Inizia fortissimo l’Invicta che dopo appena 50 secondi di gioco avrebbe l’occasione per passare in vantaggio: cross dalla destra dopo l’esecuzione di un corner dalla fascia opposta, tutti i giocatori mancano l’impatto con la sfera che termina sul secondo palo dove c’è Mucci che conclude con il destro, Petruccelli è battuto, ma Cavallini si immola sulla linea salvando in extremis e mantenendo il punteggio sullo 0-0. Da qui in poi sale in cattedra il Gavorrano che gestisce bene il pallone giostrandolo a memoria e tenendo bene il campo, con l’Invicta che piano piano arretra il proprio baricentro di azione. Al 17′ Rubegni scappa via sulla destra e mette in mezzo per Costanzo, il quale, da pochi passi, manda alto in girata. Due minuti più tardi ci prova Carlotti con una bella percussione conclusa con un sinistro violento, ma centrale, che Temperani respinge. Passano dieci minuti e di nuovo Carlotti ci prova trovando sempre Temperani attento e sicuro. Al 34′, dopo vari tentativi, il Gavorrano sblocca finalmente la gara: combinazione Costanzo-Carlotti con quest’ultimo che suggerisce per il compagno in area di rigore, il numero 9 dalla linea di fondo mette in mezzo un pallone rasoterra e arretrato sul quale arriva Pardera che non può far altro che segnare. 1-0 e gol più che meritato dal Gavorrano. L’unica occasione nel finale di primo tempo dell’Invicta è sui piedi di Trabalzini che da dentro l’area di rigore prova la girata con il mancino, ma la sfera termina sul fondo. Si chiude sul punteggio di 1-0 la prima frazione con il Gavorrano che dà l’impressione di essere in pieno controllo della gara e l’Invicta incapace di giocare il calcio che ci ha abituati a vedere.
La seconda parte di gara si apre sulla falsa riga della prima, con però meno occasioni portate dal Gavorrano dalle parti di Temperani. Addirittura, il primo sussulto della ripresa è per l’Invicta che con Maida va vicino al gol grazie a una conclusione improvvisa dal limite dell’area con Righini bravo a deviare in corner. Al 28′, invece, arriva un’occasione monumentale divorata da Battistini: il numero 17 del Gavorrano, entrato nella ripresa al posto di Rubegni, viene lanciato in profondità e si ritrova a tu per tu con Temperani, ma stringe troppo il destro e la sfera che termina sul fondo. Il punteggio resta sempre in equilibrio con il Gavorrano avanti di una sola rete, ma l’Invicta, dal 25’/26′ minuto, sembra aver gettato la spugna rinunciando quasi ad attaccare. Al 39′ infine, cala definitivamente il sipario con la doppietta di Pardera dopo uno splendido controllo e tiro di sinistro dal limite dell’area con con la sfera che si è depositata in rete andando a togliere le ragnatele dall’incrocio. Nel finale di partita ci prova anche Carlotti a trovare la via della rete, ma il numero 11 è poco lucido e preciso davanti alla porta e non riesce a segnare.
Dunque, sarà Albinia-Gavorrano la prima semifinale della 45^ coppa bruno Passalacqua, una semifinale tutta da vivere e da raccontare oltre che ad essere equilibrata sulla carta. 

Appuntamento a stasera, ore 21.15, con Alberese – Scarlino, 3° quarto di finale del torneo 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news