Scrivano ci mette la faccia: “Stagione dura. Prossimo anno? Chissà”

Nella foto Scrivano in azione
Marco Scrivano ci mette la faccia. Il bomber dell’Alta Maremma, alla luce dell’amara retrocessione in Seconda non si nasconde, ma ammette difficoltà a problematiche di una stagione con più ombre che luci, nonostante le sue 15 reti in campionato
Col Venturina si è chiusa una stagione travagliata per l’Alta Maremma.
“Sì, è stata una stagione molto dura, purtroppo chiusa nel peggiore dei modi, e posso garantire che retrocedere è la sensazione calcistica più brutta che abbia mai provato”.
Secondo gli addetti ai lavori, avevate tutte le possibilità per salvarvi contro il Venturina.
“Il Venturina per noi è stata una bestia nera, lo scorso anno ci ha soffiato il campionato di Seconda, quest’anno non siamo mai riusciti a batterli, sicuramente a mio avviso era la squadra più difficile da affrontare per noi e le nostre caratteristiche, onore comunque a loro che hanno meritato in pieno la salvezza per quanto visto nei novanta minuti”.
Cosa vi è mancato nel finale di stagione?
“Non credo sia mancato qualcosa in particolare, purtroppo non è mai semplice invertire la rotta di una stagione difficile, sicuramente abbiamo fatto il possibile, fare di più non era semplice, questo girone è veramente difficile e molto bello, ti confronti con realtà importanti e gloriose del nostro calcio, e non è mai semplice giocare contro super squadre come ad esempio il Cecina”.
Nonostante tutto è stata una stagione prolifica per lei dal punto di vista realizzativo.
“A livello personale è stata una bella soddisfazione, visto che tante persone pensavano che con l’arrivo di due grandi attaccanti come Felici e Fabio Falciani avrei giocato pochissimo. Il rammarico è quello di aver giocato poche partite in campo contemporaneamente con Alessio, Fabio, Alessandro, e tra l’altro quando è successo le cose sono sempre andate piuttosto bene, però alla fine i gol non sono serviti ad evitare la retrocessione, e questa è la cosa che più dispiace e fa stare male”.
Dopo l’estate la rivedremo in maglia giallonera?
“Sono molto legato a questa società e a questo gruppo, anche se dopo una stagione così difficile non è semplice avere le idee chiare. In questi giorni ho ricevuto già qualche richiesta interessante, dovrò pensare bene a cosa fare, nel calcio non c’è nulla di certo, sicuramente mi vedrò con la dirigenza e solo dopo deciderò sperando di fare la scelta più giusta”.
4 Comments
  1. calabroni 5 anni ago
    Reply

    i calabroni sono sciamati!!:))))))

  2. luca 5 anni ago
    Reply

    Scrivano 15 reti 10 su rigore

  3. Saranno anche 10 rigori ma ogni anno Marco ne fa sempre almeno 15, fate voi…. X la cronaca Un goal su rigore vale come uno in rovesciata, poi se un goal su azione a voi vale doppio è un’altro discorso… Vai Panzer, il Santander ti prende al volo..

  4. luca 5 anni ago
    Reply

    Vai panzer a Civitella ti riprendono

Rispondi a L'invidia è una brutta bestia Annulla risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW