Connect with us

Calcio

Giorgio Guidi: “Mi sorprende il San Donato in quella posizione”

Published

on

SAN DONATO. E’ stato uno degli attori protagonisti del miracolo San Donato. In tre stagioni ha salvato la squadra in prima categoria, l’anno successivo vinto il campionato e nella terza stagione conquistato una comoda salvezza in Promozione.
Stiamo parlando naturalmente del tecnico Giorgio Guidi, che nell’attuale campionato ha deciso di rassegnare le dimissioni dopo i risultati non certo positivi che stavano arrivando.
Con lui abbiamo parlato delle due formazioni maremmane, Manciano e San Donato, impegnate in Promozione.

Giorgio facciamo subito un analisi dell’attuale situazione in classifica delle due compagini maremmane, che ne pensi?

“Ad essere sincero credevo che il San Donato a questo punto della stagione fosse già in una posizione di sicurezza ed invece deve ancora soffrire. Per il Manciano invece ormai i play out sono sicuri”

Parliamo di San Donato, una realtà che conosci bene, come ti spieghi la rituale staffetta domenicale tra i gemelli Negrini?

“Penso che Rispoli sia un giocatore fondamentale per il gioco della squadra, ma in due anni ha giocato anche in un altro ruolo assieme ai due gemelli….E vederli giocare assieme era uno spettacolo”

Cosa è mancato quest’anno alla squadra per ripetersi?

“Una serie di fattori possono aver contribuito. La rosa era più forte della passata stagione e quindi facendo una disamina le soluzioni sono due: o non sono riuscito a tenere il gruppo oppure qualche elemento non mi ha più seguito”

Un Giorgi Guidi schietto come sempre lo è stato che sicuramente potremo rivedere nella prossima stagione su qualche importante panchina.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi