Grifone, infortunio a Lavopa

Vito Lavopa

Grosseto. Il Grifone ha il primo infortunato del 2016, Vito Lavopa. Infatti, il forte esterno biancorosso ha subito la frattura dello scafoide della mano sinistra e, per questo, gli è stata fatta una vistosa ingessatura. Non sappiamo ancora i tempi di guarigione previsti per tale tipo di problema, né se il giocatore potrà eventualmente essere impiegato magari utilizzando una speciale protezione.

8 Comments
  1. Lupo 4 anni ago
    Reply

    Olivieri Nappello Zotti Baylon Cremonini
    ancora Nappello Napoli (appena arrivato) Patierno Lavopa …..certo che in quanto ad infortuni non ci siamo fatti mancare nulla…stringiamo i denti, tocchiamo ferro e lottiamo su tutti i palloni!

  2. LucaS 4 anni ago
    Reply

    Ecco! Ma che m..da!
    Questa non ci voleva proprio, e figuriamoci se un uno con un osso rotto può giocare, protezione o no…
    Considerazione estemporanea : ridateci la maglia rossa con le rifiniture bianche!
    Guarda bella che è! Ed oltretutto è la nostra, mica quella a strisce tipo Lanerossi, che oltretutto ce l’ha pari pari, non simile, proprio spiccicata il Ghiviborgo!

  3. attilio regolo 4 anni ago
    Reply

    No, non ci voleva proprio l’infortunio a Lavopa anche se non gravissimo in questo preciso momento, con il Grosseto obbligato a vincere domenica prossima in terra di Sardegna pena lo scavalcamento da parte delle sue dirette concorrenti tutte impegnate in partite casalinghe sulla carta piuttosto facili. Ed e’ per questo che occorre urgentemente insistere sul mercato per trovare una punta di valore capace di dare respiro e sostegno e costituire una valida alternativa ad un attacco esclusivamente Palumbo dipendente.

  4. Mazzolatore 4 anni ago
    Reply

    Abbiamo fatto 5 vittorie consecutive senza Zotti, sopravviveremo anche senza il pur ottimo Lavopa. Nelle grandi squadre, e noi questo siamo, i giocatori sono intercambiabili e nessuno è indispensabile. Non ci dimentichiamo che in panchina c’è un certo Cremonini che quando ha giocato ha dimostrato di essere un ragazzo molto sveglio. E poi con un tutore fra 2-3 giornate probabilmente sarà in grado di giocare. Quindi bando al pessimismo e avanti Grifone!

    • attilio regolo 4 anni ago
      Reply

      Caro Mazzolatore, apprezzo molto il tuo sereno ottimismo ma qui da noi in Maremma vale un principio che suona all’incirca cosi’:”meglio aver paura che buscarne”. Lo ripeto, il momento e’ assai delicato.Troppi punti abbiamo perso per strada sopratutto in casa e abbiamo perso quasi tutti gli scontri diretti con le nostre principali concorrenti. Se siamo provvisoriamente primi lo dobbiamo certamente alla nostra forza ma anche a circostanze fortuite vista la caterva di gol che abbiamo subito e se non vinciamo con il Lanusei c’e’ da vedere 2 o 3 squadre scavalcarci di brutto con rimbalzi psicologici negativi imprevedibili. Se si vuole vincere il campionato dilettanti e ritornare nella categoria che ci spetta dei professionisti e’ necessario rinfirzare la rosa in generale ma sopratutto il reparto d’attacco per evitare che un semplice quanto probabile infortunio in suddetto reparto ci indebolisca in modo irrimediabile. Saluti cordiali.

      • Lupo 4 anni ago
        Reply

        Mi associo a Lucas e Buttero 70:
        per favore, RIDATECI la nostra maglia rossa con bordi bianchi, quella a strisce non piace a nessuno!!!!!!!!!!!!!!

    • grifo1912 4 anni ago
      Reply

      Mazzolatore, non scordiamoci due cose. Una che per giocare bisogna anche allenarsi regolarmente e con un gesso non ci si puo allenare e poi che la frattura dello scafoide è una delle piu ostiche a guarire e richiede tempi lunghissimi e immobilizzazione sicura e non parziale come si puo avere con un tutore leggero. Il tutore pesante tipo Vacohand invece è peggiore del gesso, come ingombro e rigidità, inadatto a giocare sia per questi motivi sia per il peso e il pericolo di colpi micidiali agli avversari. Nessun arbitro lo farebbe entrare in campo. Io mi auguro che in qualche angolo del mondo abbiano inventato una magia tecnologica, ma ho dei dubbi

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news