Connect with us

Prima Categoria

I risultati della 17° giornata: il Fonteblanda stende le Badesse!

Published

on

ALBERESE – ARGENTARIO 1 – 0

ALBERESE: Rabai, Camarri, Brizzi, Massieri, W. Pastorello, F. Pastorello, Tenucci (15’ st Cucini), Ricci (21’ st Pegoraro), Pedroni, Coralli, Savelli. A disposizione: Allegro, Romagnoli, Chiaretti, Trovò, Turin, Pegoraro, Cucini. All. Romagnoli.
ARGENTARIO: Milani, Della Monaca (13’ st Pennisi), De Pirro, Giovani, Moriani (28’ st Vagnoni), Ferrari, Schiano, Cedroni, M. Alocci (5’ st Sordini), Atzori, Costanzo. A disposizione: Costantini, Vagnoni, Sordini, Sclano, Pennisi, J. Alocci. All. Procaccini.
ARBITRO: Donati di Livorno.
RETE: 17’ st Savelli.
NOTE: espulso Vagnoni al 32’ st per gioco falloso.
Dopo una serie di risultati negativi, l’Alberese torna al successo contro l’Argentario (1-0), dando il primo dispiacere stagionale a Procaccini.
La squadra del Parco si rende pericolosa subito al 2’: gran tiro di Brizzi, servito da Coralli, che costringe Milani alla parata in due tempi. L’Argentario però reagisce subito e al 10’ costruisce una pericolosa azione sulla destra, con la palla che attraversa tutta l’area senza trovare la deviazione vincente. Al 20’, invece, è Atzori a provare la conclusione dalla distanza, con Rabai costretto alla doppia deviazione.
La ripresa si apre con il gol partita dei bianconeri: lancio lungo di Fabio Pastorello, Ricci e Pedroni si scambiano la palla, servendo l’accorrente Savelli: l’attaccante, in diagonale, non lascia scampo a Milani.
Dopo l’espulsione di Vagnoni (fallo da tergo su Coralli), l’Alberese sfiora due volte il raddoppio con l’ispirato Cucini: prima su uno schema da calcio d’angolo (palla alta), poi con una conclusione da fuori area, su cui però Milani fa buona guardia.

BADESSE – FONTEBLANDA 1 – 2

BADESSE CALCIO: Giannerini, Mascambruno , Landolfi (dal 37’st Zacchia), Chellini, Sardelli, Barbi Daniel (dal 42’st Romeo), Dezi, Barbi Davide, Giotti, Polloni (dal 1’st Bozzi), Pecchi – a disposizione: Bianciardi, Certosini, Di Gregorio, Callegari
All: Fusci
FONTEBLANDA: Bartali, Censini, Lubrano N., Lubrano S., Cerboneschi, Melchionda, Boni, Bifini, Falciani (dal 29’st Picchianti), Giani (dal 37’st Ricchiuti), Angelini – – a disposizione: Angiolini, Stella, Cagnacci, Santini, Capuccini
All: Russo
ARBITRO: Pepe di Arezzo
RETI: 24’pt Angelini, 33’pt Pecchi, 15’st Lubrano N.

CASTIGLIONESE – CALDANA 2 – 2

CASTIGLIONESE – CALDANA 2 – 2
CASTIGLIONESE: Marroccella, Marchi, Guerriero, Batazzi, Caporali, Chiti (25’ st Di Franco), Smajli (15’ st Giagnoni), Toninelli, Bonelli, Mariottini, Andreini. A disposizione: G. Romagnani, L. Magrini, F. Magrini, Giagnoni, N. Romagnani, Sciretta. All. Tosini.
CALDANA: S. Albonetti, Benini, Casaccia, Giorgetti, Creatini, Filippini, Vecci, A. Albonetti, Rotelli, Paradisi, Masiello. A disposizione: Berti, Bakic, Di Fiore, Gualtieri, Rempe, Voddo, Paumgharden. All. Ruggieri.
ARBITRO: Pinna di Pisa.
RETI: 20’ Bonelli, 30’ Chiti, 43’ st Giorgetti, 45’ st (rig.) Masiello.
La Castiglionese vede strozzato in gola la gioia per la vittoria (2-2), con il volitivo Caldana che recupera in zona Cesarini il doppio svantaggio.
I rossoblù sbloccano il parziale al 20’ con Bonelli, che insacca in bella girata su azione di calcio d’angolo. Dopo dieci minuti è Chiti a raddoppiare, sfruttando una corta respinta del portiere ospite. Nel finale, l’ex Giorgetti accorcia le distanze a due minuti dal termine, palla al centro e gli ospiti guadagnano un penalty, trasfomato con freddezza da Masiello.

MAGLIANESE – PAGANICO 2 – 1

MAGLIANESE: Cucca, Sgherri, L. Venturini, Darini, Brasini, Ciavattini (25’ st Valentino), Rotelli, Berardi (43’ st Darini), Puccini, Sabatini (35’ st Boni), Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Cavallo. All. Boni-Darini.
PAGANICO: Montani, Paolini (25’ st F. Cavaliere), Pifferi, Noferi, Agresti, M. Cavaliere, Vacchiano, Savini, Pieri, Biagini (37’ st Vagheggini), Marraccini. A disposizione: Marzocchi, Longino, Angeli, Magnani. All. Agresti.
ARBITRO: Macripò di Siena.
RETI: 8’ st Vacchiano, 18’ st Stringardi, 23’ st Ciavattini.
Ritorna al successo la Maglianese (2-1) che si impone sul Paganico conquistando tre punti fondamentali per la lotta playout. Primo tempo caratterizzato da un sostanziale equilibrio, con le due squadre che non rischiano più di tanto e non creano occasioni da gol. Nella ripresa la Maglianese appare più spigliata e decisa a fare suo il risultato, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio a sorpresa con un’azione di contropiede finalizzata da Vacchiano. La squadra di Boni reagisce subito e poco dopo la mezz’ora pareggia con Stringardi che, in mezza rovesciata, insacca alle spalle di Montani. Passano cinque minuti e un tiro in pallonetto di Ciavattini, giovane classe 1996, da circa trenta metri, porta in vantaggio i suoi, un parziale che verrà poi conservato e difeso fino al triplice fischio finale. (Stefano Venturelli)

PIEVESCOLA – VALDARBIA 1 – 1

PIEVESCOLA:
Andreola, Grassini (67′ Poli), De Luca, Bagni, Di Libero, Pratesi, Vojdulla, Youkan, Carletti, D’Auria, Schiano (67′ Sesto).All. Tintisona.
VALDARBIA: Neri, Machetti (46′ Bonadonna), Minucci, Andriolo, Pellegrini, Terzuoli, Donatelli (70′ Pistolesi M.), Mazzarella, Acerra, Fontani (46′ Corbelli), Ventrone. All. Magneschi.
Arbitro: Girone di Siena
Reti: 10′ Youkan, 60′ Bonadonna

PONTE D’ARBIA – RIBOLLA 0 – 1

PONTE D’ARBIA: Papei, Sorrentino, Cortonesi, Binarelli, Seumou, Brizzi, Fantini (72′ Tornesi), Sacchi, Forzoni, Manetti (30′ Gurguska), Bonari (52′ Camara). A disposizione: Lorenzetti, Sampieri, Padrini, Tomei. Allenatore: Fedeli.
RIBOLLA: Santini S., Bruno, De Rose, Ferrari, Franchi (60′ Santini F.), Senserini, Boschi, Marri, Pieri (67′ Goamta), Pedone, Burioni (80′ Meconcelli). A disposizione: Bianchini, Esposito, Pratelli, Ceccarelli. Allenatore: Scheggi.
Arbitro: Sig. Gasperini della sezione Aia di Livorno.
Reti: 75′ Pedone (R).
Ammoniti: De Rose, Franchi, Santini S., Burioni, Meconcelli, Senserini, Seumou, Forzoni, Brizzi, Sorrentino.

SAN QUIRICO – VIRTUS CHIANCIANO 2 – 1

San Quirico: Borghi, Magini, Bianciardi, Martellini, De Bernardi M., Bensi, (69 El Ghiat), Popa, (83 De Luca), Fortunati (53 Vento)Bindi, Migliorini, Dionisi. A disp. Pricope, Mangiavacchi, De Bernadi R., Marconi. All. Pecci.
Chianciano: Marianelli, Fucelli, Lodi, Barbetti, Daviddi, Benicchi, (75 Landi), Esposito, Menconi, Rosadini, Marchetti (67 Riccio), Bernetti. A disp. Rossi, Fallerini, Cozzilepri, Della Lena, Mencarelli. All. Ferraro.
Direttore di Gara: Scoscini (Ar)
Marcatori: 7 Bensi, 59 Vento, 76 Rosadini.
Espulsi: Menconi, Migliorini.

SORANO – PIENZA 3 – 1

SORANO: Tramontana, Di Carlo, Dominici (34’ st Caronna), Brizi, Onori, Bufalini, Ventura, Falchi, Sequino (25’ st Buosi), Bibi, Bacci (38’ st Santinami). A disposizione: Cappelletti, Sonnini, Coli, Ercolani. All. Gaggi.
PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari, Duchini, G. Mangiavacchi, G. Bindi, Petreni, T. Anselmi, Nocchi, Leporini (40’ st Murgia), E. Bindi (41’ st Bai). A disposizione: A. Mangiavaccchi, Poggialini, Dezi. All. Battisti.
ARBITRO: Ponzio di Firenze.
RETI: 2’ st Bibi, 11’ st Sequino, 20’ st Ventura, 38’ st Bonari.

Dopo una serie di quattro sconfitte consecutive, il Sorano rialza la testa e supera a domicilio (3-1) il fanalino di coda Pienza, con i senesi che sembrano aver mollato la presa e si ritrovano ora a una distanza considerevole dal penultimo posto.
Il primo tempo scorre via sui binari dell’equilibrio, con il gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo e i due estremi difensori che sono chiamati solo a interventi di routine.
Di ben altro spessore la ripresa, con il Sorano che prende in mano le redini del gioco e inizia a aumentare la pressione nella matà campo senese; già al 1’ Minocci è chiamato agli straordinari per respingere una conclusione dei locali; passano solo sessanta secondi e Bibi, al termine di un’azione corale, raccoglie un cross dalla destra per insaccare il meritato vantaggio. Il Sorano non è sazio, e spinge sull’acceleratore per mettere al sicuro il risultato: all’11’ Sequino, con un’azione analoga a quella del primo gol, raddoppia per i biacocelesti, mentre a chiudere i conti ci pensa Ventura a metà frazione, finalizzando al meglio una insistita azione personale.
La gara è ormai a favore dei padroni di casa, ma il Pienza riesce, al 38’, a siglare il gol della bandiera con un vero e proprio eurogol del terzino Bonari.

AUDACE ISOLA D’ELBA – FOLLONICA 0 – 3

AUDACE ISOLA D’ELBA: Santucci, Luciani, Meli, Di Nardo, Cappiello, Dedja, Giannini, M. Frangioni, Allori, Candrian, Baida. A disposizione: Torisi, Zini, Passeroni, Carducci. All. Dedja.
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Batistoni, Garofalo, Tocchi, Vecce, Falleni, Barbosa, Monterisi, Duranti, Bruni. A disposizione: Zinali, Gori, Caratelli, Corrado. All. Ballerini.
ARBITRO: Masi di Pontedera.
RETI: 6’ st e 40’ st (rig.) Monterisi, 28’ st Vecce.
NOTE: espulso Baida al 12’ st per doppia ammonizione.
Il Follonica ritrova il sorriso nella trasferta dell’Isola d’Elba (0-3): un successo che scaccia i fantasmi e ridà fiducia alla giovane truppa di Ballerini.
Dopo un primo tempo chiuso a reti bianche, la squadra del Golfo sblocca il punteggio con il calcio di rigore trasformato da Monterisi. I padroni di casa rimangono in dieci per l’espulsione di Badia (doppio giallo), e così il Follonica può mettere il risultato al sicuro, grazie al preciso calcio di punizione di Vecce e al gol in contropiede di Monterisi, che così mette a referto una doppietta.

MONTEROTONDO – PALAZZI MONTEVERDI 4 – 0

MONTEROTONDO: Bugelli, Castellani, Neri, Bencini, Gragnani, Ciaravolo, Cascinelli, Vezzi, Hajjaj, Khouribech, Barsacchi (30’ st Flori). A disposizione: Quadelli, Flori, Lonzi, Perciavalle. All. Cavaglioni.
PALAZZI MONTEVERDI: Pialli, Danti, Dini (20’ st Vinci), Macchioni, Agelli, Baldanzi, Chichizzola (18’ st Mori), Artiaco, Casini, Ghelardini. A disposizione: Locci, Vinci, Mori, Bargione, Straiaino, Filippi. All. Lorenzi.
ARBITRO: Conti di Firenze.
RETI: 15’ e 30’ st Bencini, 38’ e 37’ st Khouribech.
Tutto facile per il Monterotondo di mister Cavaglioni: i rossoverdi strapazzano con un eloquente 4-0 il malcapitato Palazzi Monteverdi, squadra penutima in classifica. Mattatori della giornata Bencini e Khouribech, autori di una doppietta a testa, con le reti equamente divise tra le due frazioni. Un successo che spinge in avanti la formazione del presidente Stanghellini, che vede consolidarsi la propria posizione in prospettiva playoff.

Advertisement
9 Comments

9 Comments

  1. A magliano

    12 Gen 2014 at 18:50

    Purtroppo leggendo la cronaca della partita mi rendo ancora più conto che l’obbiettività nel calcio si sta esaurendo. Primo tempo gol regolare incredibilemente annullato a Pieri e nel secondo tempo rigore ancora piu incredibile annullato a Vacchiano. In piu in tutto questo il Sig Stringardi che minacciava l’arbirtro dicendoli che non sarebbe uscito vivo dal campo se non fischiava per bene…..e il solito Darini che in aria di rigore dava cazzotti a tutti come se fosse una cosa normale e in tutto questo l’arbitro a guardare…..si sa a Magliano è cosi e sarà sempre cosi…..però….visto che questo è un sito pubblico almeno le cose scrivetele come stanno….

  2. bertoncelli

    12 Gen 2014 at 19:43

    Fonteblanda in dieci dal 40′ del primo tempo, sull’1-1…

  3. vittime

    12 Gen 2014 at 20:59

    Come al solito siete la solita masnada di vittime a Paganico . Possibile che tutto il mondo arbitrale ce la debba avere con voi. Ma quanto credete di essere importanti in regione per cui tutti gli arbitri arrivino da voi per farvi perdere. Che palle .. Ora magari sentiremo il solito sermone di Amiatensins del dopo gara.

    • Amiatensis

      12 Gen 2014 at 22:01

      Ma perché non ti godi la vittoria e non lasci in pace chi alla partita nemmeno c’era!??!
      Quel che scrive la gente, poi, nessuno viene a infilartelo sotto alla porta di casa.
      Leggi quel che ti pare : quelli che non ti garbano troveranno il modo di sopravvivere lo stesso…

  4. stringardi fabrizio

    12 Gen 2014 at 23:04

    Vorrei dire al sig nessuno che non ha il coraggio nemmeno di firmarsi… il sig. Stringardi ha solo detto all’arbitro di non minacciare lui a me… e ripeto dicendolo in piu di una volta… prima di parlare e dire cazzate…. lavati la bocca…idiota!!!!
    Firmato Stringardi Fabrizio

  5. FINTI

    13 Gen 2014 at 12:03

    CUORE ALBERESE!!

    • alberese

      13 Gen 2014 at 12:25

      ma oggi che l’alberese ha vinto con una formazione più sacrificata di domenica scorsa nessuno dice niente, so tutti boni ha criticare, comunque va bene così, piano piano si arriva!!!!!

  6. man of the match

    13 Gen 2014 at 13:44

    The fabuloso show!!!!!

  7. Zio

    15 Gen 2014 at 13:16

    Pastorello sei sempre squalificato…peggio di Balotelli!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Dietrofront, Atodorei in direzione Belvedere e non più Sant’Andrea?

Published

on

GROSSETO – Razvan Atudorei all’ASD Belvedere? Sarebbe clamoroso, ma da nostre informazione il giocatore di origine rumena, la scorsa stagione all’Alberese, dopo essersi promesso al Sant’ Andrea di Michele Cinelli, starebbe per firmare per la compagine del Presidente Clementini.

Un vero colpo di scena, se si pensa che Atudorei una quindicina di giorni fa aveva giurato amore eterno al sodalizio del presidente Così. Per la verità , pareva già essere arrivato alla firma , che doveva essere accompagnata da alcune carte burocratiche , in quanto Atudorei è di origine rumena.
La cosa evidentemente si è prolungata e in questo frangente si è fatta avanti il Belvedere e il ds Masserelli con una proposta che, a quanto sembra, ha prima fatto vacillare il giocatore e poi l’avrebbe fatto propendere per scegliere il nerorosso.

Un duro colpo per il Sant’Andrea, se così fosse, che aveva già presentato alla stampa Atudorei e che evidentemente ci contava. Insomma, colpi di scena a non finire, in questa estate calda e non per sole ragioni climatiche con cambi e contraccambi di fronte assolutamente inaspettati. Per Atudorei comunque un ritorno a casa, l’ex Alberese, aveva giocato già nello Scarlino (ora Belvedere) del Presidente Clementini due anni fa.

Per il Sant’Andrea e mister Cinelli, un duro colpo. Parafrasando un film di qualche anno fa , fosse così la situazione, sarebbero stati , sedotti e abbandonati.

Continue Reading

Calcio

Sagre sì o sagre no? I valori delle squadre cambieranno

Published

on

Grosseto – Sagre: sì o no? Questo è stato uno dei tormentoni di questa estate 2020. Alla fine c’è stata qualche amministrazione comunale che ha dato il via libera, ma c’è stato anche chi  ha detto di no e chi, infine, è stato in grado di supportare soluzione più intelligenti, perchè magari qualche soldino in cassa c’era.

Proprio quest’ultimo caso è quello verificatosi ad Orbetello con l’amministrazione comunale che, per stare maggiormente vicino alle attività di ristorazione, ha trovato un giusto punto di incontro.
Niente sagre, ma un contributo che è stato ben accetto da tutte le associazioni sportive. Molto bene quindi il sindaco di Orbetello, Casamenti, che con tutta la sua giunta è riuscito a trovare la giusta quadra.

Poi, invece, c’è chi ha dato l’ok ed è il caso di Magliano in Toscana. A Sant’Andrea e Montiano quindi ci sarà la possibilità per lo svolgimento della manifestazione culinaria, mentre con la Maglianese (per impossibilità dello svolgimento per il rispetto delle misure di sicurezza all’interno del paese) arriverà un contributo.

C’è inoltre che ha detto di no. Questo sono i casi di Campagnatico e Follonica dove non sarà possibile svolgere qualsiasi tipo di sagra per decisione prese rispettivamente dalla giunta comunale e dal commissario.

Infine, ci sono paesi come Alberese o Sorano (tanto per citarne alcuni) dove l’evento si svolgerà con le dovute precauzioni e nel rispetto delle regole.
Essere favorevoli o contrari? Bella domanda, a cui sarà difficile trovare una risposta, anche se una cosa è ben chiara: si andrà a formare una disparità di disponibilità tra le società che potrebbe portare ad alterare gli equilibri.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Continue Reading

Calcio

Il Manciano chiude il mercato con un centrocampista

Published

on

Manciano – Si chiude la campagna acquisti del Manciano con l’arrivo di Manuel Mancini, centrocampista classe 1983, ex professionista proveniente dal Montalto.

Giocatore di grande  spessore tecnico e tattico che servirà ad aumentare il livello qualitativo della rosa e dovrà servire a far crescere i giovani locali che saranno inseriti gradualmente in prima squadra.

Continue Reading

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi