Connect with us

Grosseto Calcio

Sanna sbotta : “Società fantasma, città, tifosi e staff tecnico presi in giro”

Published

on

Advertisement
19 Comments
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

19 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Vorrei capire perché Sanna non se ne va….non lo pagano, non c’è più una squadra….cosa rimane a fare ?

Io vorrei capire che ci rimane a fa’ Pincione, ma forse sono troppo limitato io…

Un minimo di contratto lo avrà almeno quelli li prende .Vengono detratti dal conto se non lo pagano. Se va via ti saluto.Resisti mister

Io però mi chiedo anche: la stagione scorsa l’Assessore Rossi aveva detto di aver contattato un imprenditore per fargli fare da main sponsor pe rquesta stagione; all’epoca in cui il Grosseto militava in serie B, c’erano stati interessi verso la società da parte di imprenditori esterni nei confronti del Grosseto, possibile che ad oggi non si riesca a nettere insieme un po di soldi per fare una società sana e riporti il Grosseto in categorie più consone?

Perché se se va’ perde i diritti che l’assoallenatori gli dà in queste situazioni, non c’è altra spiegazione

Io invece vorrei sapere quando i tifosi e la città sbotteranno…perché per ora mi fa specie che non ci sia nessuna (pacifica) contestazione. Quattro lenzuoli in giro con scritto “P..vattene” non mi pare una grande manifestazione di dissenso.
Qui nell’Indifferenza generale va tutto a rotoli. Quello se ne sta a New York e noi non abbiamo nemmeno qualcuno con cui confrontarci. Le figure rimaste qui in sua rappresentanza non rappresentano un bel nulla. E pensare che Camilli quando in settimana rimaneva a Viterbo si lamentava che la lontananza (!!) dalla squadra non era un bene per i risultati….

pincione ha detto che non vende.ci credo cosa deve vendere ?

Può vendere giusto il nome e un titolo di partecipazione alla serie D (se nel frattempo non retrocede ). Il resto è una scatola vuota: nessun giocatore, nessun staff tecnico, nessun bene mobile o immobile… …….. ?

Ma quelli che vengono da noi sono fatti con lo stesso stampino? Quello di prima ha cancellato dal calcio ” il gioiello di famiglia”, quello di ora sta facendo la stessa cosa con il ” suo Grosseto”. Entrambi danno la colpa alla Città che deve crescere dal punto di vista della competenza calcistica, all’Amministrazione comunale rossa blu nera bianca che sia che non fa favori.

Comunque anche il Comune mi pare un tantino assente, no? Diveva fare fuoco e fiamme, risolvere ogni oroblema e non ha aperto bocca. Immagini se ci disee stato Binifazi quello che sarebbe successo a parolacce

Caro ser,se paragoni pincione a camilli allora è finita,uno x più di 10anni ci ha fatto volare e conoscere in tutta Italia,l altro ha illuso e sta illudendo rendendo questa agonia sempre più emorragica!poi l altro non ci ha lasciato bene,èvero,ma nessuno delle istituzioni ha fatto niente per trattenerlo perché non si sa,rimarrò camilliano a vita!ora basta soffrire così!

A questo punto spero SOLO che Pincione & C. se ne vadano oggi stesso. I soldi son finiti da un bel pezzo e con questa società fantasma non c’è futuro. Stiamo raschiando il fondo del barattolo…

paragonare pincione a camilli è paradossale…. dire che ci ha lasciato male idem! se voleva ti cedeva quando voleva! dice che qua a grosseto ha lasciato 8 9 milioni…ma possibile che a grosseto pensano che siamo tutti babbuccoli!

I motivi che obbligano Pincione a restare mi sono del tutto ignoti e difficili da capire poichè come “imprenditore” estraneo alla realtà Grossetana che ha investito dei capitali (sembra in quasi due anni 2 milioni di euro) non ha avuto nessun ritorno nè economico e tantomeno d’immagine. I suoi soci iniziali credo gli abbiano dato un budget da far fruttare e lui, che è un manager di se stesso, non li ha saputi sfruttare. Finiti quelli è finito anche il giocattolino ma ancora non riesco a capire dove si vuole arrivare.

Di fronte a certe dichiarazioni dell’allenatore c’è ben poco da dire, è tutto talmente chiaro. Una cosa è certa, non ha più alcun senso parlare di risultati, punteggi e classifica…io credo che sia il caso di fare solo un discorso, che poi è una domanda: ma proprio non c’è un modo per impedire che questo scempio vergognoso del nome e dell’immagine di Grosseto vada avanti per altri 5 mesi?

“Primum vivere deinde philosophari” soleva dire il filosofo inglese Thomas Hobbes ma l’espressione doveva essere molto piu’ antica. Bene o male dopo quasi mezza stagione siamo ancora miracolosamente in zona salvezza.Ecco, ingegnamioci e adoperiamoci noi tutti grossetani se vogliamo davvero bene all’immagine e alla storia sportiva di questa nostra Citta’ a fare di tutto uniti a conservarcela almeno la categoria per quest’anno. Vedere nei post le tribune vuote di uno stadio glorioso quasi da serie A come il Carlo Zecchini semiabbandonato e rischiare di precipitare ancora piu’ in basso della D senza avere poi piu’ avere la forza di risalire stringe davvero il cuore.

È vergognoso che ci sia chi è riuscito a distruggere in poco tempo il Grifone.
In tanti anni non avevo mai visto nulla di simile.
Mi auguro si riesca a concludere dignitosamente la stagione per poi sperare in nuovi investitori seri, con capacità di gestire una società di calcio.
Onore ai ragazzi per l’impegno dimostrato.

Arezzo,Gavorrano 33
Livorno,Massese 30
Lucchese 29
Fiorentina,Pistoiese,ROBUR 23
Carrarese 22
Pisa 20
Pontedera,Tuttocuoio 18
Grosseto,Viareggio 14
Empoli 11
Prato 9

Piena solidarietà al Mr., che deve rimanere per non vedersi pure beffato sotto il profilo economico, posto ‘il paracadute’ che esiste in certi casi. Non comprendo cosa c’entri l’ Amministrazione Comunale, che ha ereditato una situazione in essere figlia dello scelerato ‘usa e getta’ con la precedente proprietà. Non sono il difensore di chi sa ben difendersi in via autonoma, ma rispolverando le ‘sudate carte’ che portarono alla defenestrazione del Presidente Camilli si respira un olezzo che non mi piace. Non è questa la sede conferente, ma chi sa, non indulge a connotare quello come un addio, bensì come un ‘vattene’ paludato da verità soffuse che ad oggi non sono mai emerse. In questo Paese dove si parla, dopo decenni, di delitti mai risolti, dove ogni tanto esce fuori l’aereo di Ustica, figuriamoci se interessa a qualcuno la vicenda trascorsa della US Grosseto 1912. Questo FC Grosseto è molto più che agonico, si è dissolto, lo ricorderemo come una meteora. Ed ora attendiamo l’ennesimo miracolo o, forse, la soluzione ci è assai vicina e, magari, stentiamo a decifrarla…. Chissà ?

 

 

“”>




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

19
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x