Crisi calcio a Follonica: la risposta dell’Usd arriva tramite la propria pagina facebook

logo Us Follonica

Follonica. Non si attenua la polemica sull’utilizzo degli impianti sportivi di Follonica dati in gestione all’Usd e che sono rientrati in possesso del Comune all’inizio di questa settimana.

Questa la risposta della società attraverso la propria pagina facebook:

La Usd Follonica Calcio nel ribadire che solo gli esiti del ricorso potranno chiarire finalmente e definitivamente l’assoluta infondatezza e insussistenza degli elementi alla base del procedimento di revoca. Ogni atto compiuto in questi giorni è tanto dovuto quanto legittimo da parte dell’amministrazione e del Sindaco, i quali risponderanno di tutto nelle sedi opportune. Ovviamente anche le denunce, le diffide e gli atti posti in essere dalla usd sono dovuti e legittimi e rispondono esclusivamente alla mera tutela dei propri beni presenti nelle strutture e dei propri tesserati che se lo scorso anno in oltre 120 hanno deciso di rimanere alla USD nonostante gli atti di sciacallaggio posti in essere dall’ambiente esterno alla USD vuol dire che hanno compreso e gradito l’operato dei collaboratori usd, della loro serietà e capacità a gestire un periodo di transizione societaria interna alla USD non semplice. È d’uopo a questo punto sottolineare che da oltre un anno erano in corso trattative con l’altra società calcistica follonichese, composta da ex mister e ex responsabili della usd che per anni hanno gestito la ns scuola calcio che ha visto perdere oltre 300 tesserati, per mettere fine ad una lotta intestina inutile per la città. Evidentemente alle condizioni opportune tutti avrebbero riaperto le porte a tutti, alla faccia delle dichiarazioni di facciata. Quindi alla luce del mancato accordo e dellevidente tentativo di distruggere la usd, approfittando di un atto impugnato, la usd comunica che esige entro pochi giorni l’accesso agli impianti ed in particolare alla propria segreteria per poter completare i suoi tesseramenti e iscrizioni ai campionati federali. Diffida chiunque dal rilasciare dichiarazioni diffamatorie inerenti questa vicenda e garantisce che quando rientrerà in possesso pieno della convenzione, perché rientrerà in possesso della convenzione, tutelera’ i propri diritti contro chiunque li abbia calpestati in questo anno ESTROMETTENDO OGNI ALTRA SOCIETÀ PER I PROSSIMI 8 ANNI DALL’USO DEGLI IMPIANTI.”

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news