Tifoseria organizzata: “Il silenzio del Comune è una mancanza di rispetto”

Grosseto. Riceviamo e pubblichiamo maniera integrale il comunicato della tifoseria organizzata.

COMUNICATO TIFOSERIA

“Abbiamo atteso in silenzio un segnale dall’amministrazione comunale per l’incontro da noi richiesto. Una risposta ufficiale che non doveva essere per forza positiva ma che comunque pensavamo di meritare.
Questa noi la consideriamo una vera e propria mancanza di rispetto verso la tifoseria tutta che, dopo gli ultimi anni di umiliazioni, ha fame di ripartire con un progetto serio volto alla valorizzazione del territorio con l’inaugurazione del centro sportivo e la crescita dei giovani atleti maremmani.
Un territorio che dovrebbe essere in cima alle priorità della politica che, invece, è sempre più affaccendata a girare spot sui social. La vicinanza alla società non si dimostra con le chiacchiere e con i selfie ma accogliendo richieste legittime per superare tutte quelle situazioni che ad oggi penalizzano sensibilmente la squadra di calcio cittadina minandone lo sviluppo futuro. E per noi tutto questo è inaccettabile in relazione anche alle disparità di trattamento con altri sport che hanno un seguito immensamente minore.
La stagione va programmata subito: l’aver vinto il campionato ci da un piccolo vantaggio sulle concorrenti. Se non si accolgono subito le richieste societarie si rischia di ridimensionare o peggio abortire un progetto che non ha eguali nel calcio moderno e che noi sposiamo in ogni suo punto.
Noi siamo la parte sana del calcio. Amiamo in maniera incondizionata i nostri colori e quando si presenta un programma serio e appassionato come quello di Mario e Simone non possiamo che avallarlo e tutelarlo in ogni sede e con tutte le armi a nostra disposizione. Se l’amministrazione non ci concede l’incontro sposteremo il dibattito su terreni a noi più congeniali.
Ribadiamo la nostra vicinanza all’US Grosseto e alla famiglia Ceri e chiediamo che la politica si faccia carico di tutte le loro richieste che sono più che legittime e che mantenga le promesse fatte in campagna elettorale.
NOI VOGLIAMO UN INCONTRO PUBBLICO CON TIFOSI,SOCIETA’ E AMMINISTRAZIONE, ma visto il trattamento riservatoci crediamo che non ce ne verrà mai data l’opportunità.
Questo snobismo nei nostri confronti è tutto fuorché un segnale di amicizia.
Gli amministratori passano: l’US Grosseto resta per sempre!”

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news