Spaccata la targa commemorativa dei 100 anni del Grifone in piazza Gioberti

FullSizeRender

E’ durata poco. Peccato. La targa celebrativa dei 100 anni di storia del Grosseto calcio è stata spaccata alcuni giorni fa.  Posizionata nell’aiuola di piazza Gioberti il 13 maggio del 2012, la targa, che via via ha perso colore, è stata frantumata nella zona in basso. Eppure quando fu posta per la prima volta, nel maggio 2012, c’era tanta gente ad applaudire il posizionamento della pietra che celebrava i 100 anni di storia della società biancorossa. Cento anni spazzati via in estate, ma che comunque nel cuore dei tifosi continuano a rivivere. Per quanto la targa da tempo fosse scolorita e maltenuta, un gesto simile trova poca giustificazione.

11 Comments
  1. Il tanche 4 anni ago
    Reply

    Sicuramente sono stati dei pezzo di Merda ….

  2. Grifo65 4 anni ago
    Reply

    Più che una targa commemorativa sembrava una lapide al Grosseto ha portato malissimo!! ora che è rotta levatela è di cattivo gusto!!!

  3. Massi 4 anni ago
    Reply

    Certo con questo titolo si lascia intendere che qualche testa di …. l’abbia rotta volontariamente e per puro spregio, quando magari invece si è rotta da sola o, come è molto probabile, qualche ragazzino involontariamente ha finito di romperla. Concordo in toto con Grifo65, leviamola.

  4. Antonio 4 anni ago
    Reply

    Scusate, però, perché levarla e buttarla? Non è come far morire nuovamente 100 anni di storia del Grosseto? Perché, invece, non restaurarla e riposizionarla dove sta da più di 3 anni?

  5. daniele 4 anni ago
    Reply

    se la lapide non la vogliamo più, perché non darla a camilli in ricordo degli anni di storia che ha distrutto..

  6. lalla 4 anni ago
    Reply

    sì Grifo, come tutti quei vasi e piante che innominabili rompono e devastano periodicamente in centro. la trovo un’uscita irrispettosa sull’ordine pubblico e una mancanza di riguardo verso chi comunque ce l’ha messa, e se non ce l’avesse messa ti saresti lamentato lo stesso.

  7. attilio regolo 4 anni ago
    Reply

    Il rispetto della propria memoria storica espresso con simboli per quanto possibile durevoli, in qualunque campo e per vicende passate anche dolorose, e’ un segno di sensibilita’ e intelligenza umana. Antonio ha ragione, quella targa va restaurata e riposta nel luogo originario.

    • Corrado 4 anni ago
      Reply

      Concordo al 100% con Attilio Regolo!

  8. Mikele69 4 anni ago
    Reply

    Anche questo è una riprova che Grosseto è oramai diventata una città insicura in mano a vandali barbari! Sabato sera ero in giro x il centro e nn ho visto neanche l’ombra di forze dell’ordine! Nemmeno una pattuglia di polizia municipale, di polizia o carabinieri. Nn sarebbe forse il caso di prendere decisioni anche politiche? Comunque sempre e solo forza grifo!

  9. Grifo65 4 anni ago
    Reply

    Vorrei farvi presente che le targhe commemorative, vengo poste su dei muri o su dei piedistalli fatti con un criterio ben preciso. Le lapidi invece vengono messe in terra e per me sembra proprio una lapide al Grosseto! le cose pubbliche e non solo non vanno rotte e devono avere il rispetto che meritano, ma ero convinto che sarebbe durata poco! e così è stato. può anche essere rimessa nel solito posto, però con un piedistallo studiato per sostenerla. In terra è veramente di cattivo gusto.

  10. attilio regolo 4 anni ago
    Reply

    Beh, qui non si puo’ dare certo torto a Grifo 65. Piu’ che una targa commemorativa quella della gloriosa U.S. Grosseto appare come una lapide mortuaria del tipo “Qui giace…”. Forse la necessita’ di economizzare e l’urgenza di tempi ne hanno determinata tale non proprio felice realizzazione. Non si potrebbe cogliere l’occasione da parte di Comune nuova Societa’ e tifoseria per rinnovare totalmente l’importante simbolo storico- sportivo cittadino ?

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW