Connect with us

Calcio

Dilettanti: nel week end gare a porte chiuse

Published

on

Grosseto – Nel week end tutto il calcio dilettantistico gioca a porte chiuse.
Questo il comunicato che lo conferma:

“Le autorità di Pubblica Sicurezza ci comunicano adesso di aver interpellato gli uffici competenti della Regione Toscana i quali interpretano la validità della ordinanza n. 87 del 6 ottobre 2020 limitatamente alla sola giornata del 7 ottobre u.s. anziché fino al termine dello stato di emergenza (15 ottobre 2020) come indicato nella stessa ordinanza nelle “Disposizioni Finali”. Al fine, pertanto, di rispettare appieno la normativa vigente ed evitare eventuali sanzioni penali e amministrative a carico delle società e dei loro presidenti, ci vediamo costretti, nostro malgrado, a disporre la disputa delle sole gare di campionato a porte chiuse.

Siamo consapevoli del disagio, e ci scusiamo,  che tale decisione comporta per le  ocietà, indipendente dalla nostra volontà che fino all’ultimo è stata quella di adoperarsi, come abbiamo fatto in questi ultimi mesi, per consentire alle nostre società di riprendere la propria attività nel modo migliore. Chiediamo a tutti per questo fine settimana di onorare gli impegni assunti nei confronti dei propri tesserati e di tutto il movimento, disputando le gare in programma,  anche come importante segnale di ripartenza e di responsabilità che va al di la dello stesso significato sportivo.

Nei primi giorni della prossima settimana verrà pubblicato dal Governo il nuovo DPCM contenente le indicazioni per lo svolgimento dell’ attività sportiva. Al quel punto verificheremo se ci saranno le condizioni necessarie  e indispensabili per il normale svolgimento dell’attività dilettante e giovanile, contrariamente valuteremo tutte le possibili  opzioni.”

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
1 Comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA’
Riteniamo utile e doveroso informare tutte le nostre società di quanto avvenuto in questi ultimi due giorni
relativamente all’emanazione di nuove normative in materia di presenza del pubblico agli eventi sportivi e, in
particolare, del Decreto Legge del 7 ottobre 2020 emanato nella tarda serata di mercoledì u.s., che hanno
creato una legittima apprensione e riflessione da parte di tanti dirigenti, atleti e semplici appassionati.
Tale decreto all’art. 1 punto 2/a, modificando una precedente normativa, dispone che le Regioni non possono
con propria ordinanza derogare o allentare le misure anti covid, ma emettere solo ordinanze più restrittive
rispetto a quelle disposte dal governo.
La Regione Toscana con ordinanza n. 87 del 6 ottobre2020, avente per oggetto “Linee guida per consentire
la partecipazione del pubblico agli eventi e competizioni sportive” aveva autorizzato l’ingresso del pubblico in
occasione della gara della nazionale italiana del giorno successivo. Non solo, l’autorizzazione era estesa
anche alle competizioni sportive di interesse regionale organizzate dai Comitati Regionali, e quindi anche per
le nostre gare. Validità fino alla fine dello stato di emergenza sanitaria (15 ottobre 2020).
Il problema a questo punto era verificare con esattezza se il D.L. del 7 ottobre andava a disapplicare
l’ordinanza citata oppure se l’atto regionale rimaneva valido fino alla data di scadenza. E’ ovvio che dall’esito
delle verifica dipendeva il merito della decisione e la conseguente decisione operativa.
Solo nella giornata di oggi abbiamo avuto la possibilità di verificare con gli uffici preposti che il Decreto Legge
non va ad inficiare l’ordinanza regionale che quindi rimane in vigore fino a revoca, permettendo l’accesso del
pubblico agli impianti sportivi, con tutte le prescrizioni previste nell’allegato 1 (p.es numero massimo di
spettatori per ogni singola gara, divieto di introdurre striscioni e bandiere ecc..). In particolare, si raccomanda
fortemente, al fine di evitare rilievi da parte delle autorità preposte, di seguire attentamente le seguenti
norme (peraltro già indicate nel vademecum operativo):
1. evitare eventuali assembramenti in prossimità dell’ingresso all’impianto
2. misurare la temperatura ad ogni spettatore
3. tracciare la presenza di tutti coloro che entrano all’interno dell’impianto utilizzando o la procedura digi-
tale indicata sul nostro sito o più semplicemente compilando un sintetico modulo con nome, cognome,
cellularen
4. verificare che tutti gli spettatori indossino la mascherina e che mantengano la giusta distanza fra loro.
5. Indicare i posti che possono essere occupati sulle tribune o sui gradoni
6. Collocare all’ingresso e all’interno dell’impianto del materiale informativo specifico;
7. nel caso l’impianto disponga di un altoparlante, ricordare frequentemente l’invito a rimanere distanzia-
ti,
8. incaricare uno o più dirigenti presenti in tribuna o sugli spalti, con indosso una semplice pettorina della
società, di ricordare verbalmente questa importante norma al pubblico presente.
Si ricorda, infine, che i tornei organizzati dalle società, le gare di Coppa e le amichevoli potranno, come
sempre, essere disputate con la presenza del pubblico. Vedi al riguardo il C.U. n. 16 del 17.9.2020.

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x