Paolo Muggianu (addetto stampa Arzachena): “Io aggredito verbalmente in tribuna stampa”

GROSSETO. Questo pomeriggio in redazione ci ha contattato telefonicamente Paolo Muggianu, addetto stampa dell’Arzachena, nonché pubblicista de “La Nuova Sardegna” per chiarire, a titolo personale, ciò che è accaduto domenica scorsa sulle tribune del “Carlo Zecchini”.

<<Sono molto dispiaciuto per quanto mi è accaduto e voglio precisare che parlo a titolo personale e non a nome dell’Arzachena, società in cui curo la parte della comunicazione>>, esordisce Muggianu, che poi prosegue nella suo racconto <<Tutto è accaduto quando il Grosseto si è portato nuovamente in vantaggio per 3 a 2 ed ai tifosi che esultavano io ho risposto “bravi”. E’ successo il finimondo e alla rete del 4 a 2 un signore mi è venuto a sbattare vicino alla faccia le 4 dita. La cosa che più mi è dispiaciuta è che nessuno dei colleghi giornalisti di Grosseto è intervenuto a difendermi. Sono stato in campo caldi della Campania, della Calabria e della Sicilia, ma una cosa del genere non mi era mai accaduta. Ad Arzachena la nostra ospitalità è stata ottima ed i tifosi maremmani non si possono lamentare del nostro servizio>>.

Abbiamo deciso di pubblicare le affermazioni di Paolo Muggianu per il diritto di replica e di libertà di informazione.
Tuttavia molti altri colleghi e spettatori ci hanno riferito di un esultanza fuori luogo al gol del pari dell’Arzachena che ha suscitato poi la rabbia dei tifosi padroni di casa.
Certo questo non giustificherebbe un atteggiamento violento nei confronti dell’addetto stampa anche se in tanti dicono che non c’è stato.

9 Comments
  1. Grifo65 3 anni ago
    Reply

    Ma non era sempre questo signore, che aveva detto che era stato aggredito negli spogliatoi? Se è lui, è molto attendibile….un bel pinocchietto…… ma poi perchè dire tutte queste fesserie? A che scopo? A chi giovano? Alla Torres? Mah!

  2. ser 3 anni ago
    Reply

    Ma mi faccia il piacere! Il “bravi” era a presa di……. e cosa si aspettava di risposta : ” grazie”

  3. seba 3 anni ago
    Reply

    sarà stato aggredito e minacciato come pincione a viterbo…

    • Grifo65 3 anni ago
      Reply

      te eri li?…………..

      • guazza 52 3 anni ago
        Reply

        Ero io in tribuna e non lo ha toccato nessuno solo che lui dopo il pareggio ha esultato ma dopo il 3_2 dalla tribuna laterale gli hanno detto bruttoio ero presente e garantisco nessunonsine avvicinato a lui

        • guazza 52 3 anni ago
          Reply

          PS io sono andato via dalla tribuna centrale x ultimo x informazione sono un volontario misericordia

      • Grifo65 3 anni ago
        Reply

        Oh seba? Ti sei vaporizzato?

  4. Doc55 3 anni ago
    Reply

    Ad Arzachena non ci hanno dato acqua in bottigliette da 50 cc., ma boccioni da 1,5 l. con tutte le difficoltá del caso in campo, posto che non avendo a disposizione le borracce sembravamo dei profughi nel rifornire i calciatori. Poi, questo sardo, dovrebbe comprendere che a casa d’altri, al cospetto di un gioco intimidatorio affatto sanzionato da un arbitro scarso, gioco che all’andata mandó in ospedale Bylon, dopo un pareggio momentaneo regalato dal solito Cavallina, scarso, non puó provocare impunemente come hanno fatto i suoi giocatori all fine! Diciamo che in campi caldi, da lui visti in cartolina, avrebbe rimediato due cinquine e..basta!!!

    • Lupo 3 anni ago
      Reply

      “amico” sardo, sai come su dice in maremmano? unci stai a perde? un te la piglia’ a Grosseto cia’ perso il Bologna 3-0, il Parma 1-0, la Fiorentina 2-0……. Con tutto il rispetto e ci pole perde anche l’arzachena, oppure pensavi di essi il Celsi di Murigno? Vai nini, ciappa ste’ 4 pere e portale a casa. Bona!!!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news