Altra mazzata per l’Fc Grosseto. La Cae l’ha condannato al pagamento di altri 5 ex-biancorossi!

logo Serie D - particolare

Grosseto Non c’è davvero pace in casa Fc Grosseto. Infatti, la Cae (Commissione Accordi Economici) della Lnd, Serie D, ha riconosciuto le ragioni di altri cinque ex-tesserati biancorossi: Luigi Di Giorgio, Andrea Ciolli, Francesco Di Gennaro, Riccardo Maciucca ed Alberto Schettino. Per questo motivo, con il Comunicato Ufficiale n. 195, assunto dalla Cae in data 16 dicembre 2016, ma reso pubblico solo stamattina, il Football Club Grosseto è stato condannato al pagamento di altri complessivi € 26.747,37 per le vertenze presentate dai suddetti calciatori. Nello specifico, sono state riconosciuti: € 7.8244,65 a Di Giorgio, € 1.870,00 a Ciolli, € 7.100,00 a Di Gennaro, € 1.200,00 a Maciucca ed € 8.752,72 a Schettino. Ovviamente, al totale andranno aggiunte le spese legali. Dunque, un’altra mazzata si è appena abbattuta sul club biancorosso, che, sappiamo, sta già preparando un altro Appello d’urgenza al Tnf (Tribunale Nazionale Federale) per veder annullare quanto disposto nel contenuto del Comunicato Ufficiale n. 195. Ricordiamo, però, che il sodalizio maremmano nel novembre 2016 è già stato condannato al pagamento di circa 47 mila euro (più spese legali) ai primi cinque ex-biancorossi ricorrenti e che per tale decisione è stato presentato Appello al Tnf, che a breve si esprimerà in modo definitivo sulla questione.

Cliccare sul link per vedere il Comunicato Ufficiale n. 195 del 1o gen 2017

5 Comments
  1. cuorebiancorosso 3 anni ago
    Reply

    si sta velocizzando la fine della storia.anche se ieri sera ho visto la tramissione su tv9 e ono felice

  2. Sammy 3 anni ago
    Reply

    Tuttavia a livello di penalizzazioni per il momento siamo a zero, segno che forse tutto è stato pagato, oppure all’improvviso arriverà un -10?

    • Buttero70 3 anni ago
      Reply

      ”Tutto è stato pagato” mi sembra una frase poco adatta al momento..

      • Sammy 3 anni ago
        Reply

        hai ragione, diciamo che il mio post era ironico…. ma è difficile scherzare in un momento così drammatico e triste, che inoltre ci espone a figure ridicole davanti a tutti.
        Ora attendiamo sereni il comunicato della Società che vorrà spiegarci il perchè di queste pendenze non saldate…..

  3. Corrado 3 anni ago
    Reply

    Come ho più volte affermato «ancora non abbiamo raschiato il fondo del barattolo!». Quante umiliazioni dovremo ancora subire? SONO DISGUSTATO E PROFONDAMENTE AMAREGGIATO!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news