Marco Sanna: “Ci manca concretezza, dalle punte mi aspetto più reti”

Mister Sanna ai microfoni di Gs

Grosseto. Nella consueta conferenza stampa del mercoledì pomeriggio l’allenatore del Grosseto, Marco Sanna, analizza la situazione di classifica della propria squadra e soprattutto la sterilità dell’attacco.

<<Mi attendo dalle nostre punte più reti e maggiore concretezza. Rispetto a quando sono arrivato non c’è più paura di giocare la palla e creiamo anche abbastanza, ma non riusciamo a finalizzare come dovremmo.>> esordisce il mister che poi tocca anche l’argomento del mercato.

<<Valuteremo con la società il da farsi, troppo facile sarebbe ad oggi dire voglio due elementi nel reparto offensivo. Scandaglieremo bene la situazione e cercheremo di apportare i giusti rinforzi>>.

Infine alcune anticipazioni sul match di domenica che vedrà il Grosseto sfidare il Jolly Montemurlo.
<<Benucci non è ancora pronto, mentre recuperiamo Ciao. Per il problema dei giocatori in quota ’98 dovrò chiamare un elemento della juniores  tra  Loffredo, Lopez o Fagnoni, staremo a vedere in settimana chi>>. Una dichiarazione e un chiaro segnale della definitiva bocciatura di Cancelli dopo l’ennesima prova non convincente contro la Lavagnese.

8 Comments
  1. Maremmano di ferro 3 anni ago
    Reply

    Ma cosa vogliono comprare con 9 punti in 10 gare….. Chi ci viene a Grosseto ? Pensate a non prenderle domenica, altro che concretezza in attacco e basta con le analisi, andateci tutti in analisi, quella vera, sul lettino di un buono psichiatra e fate pace con voi stessi.

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Ma come? Se pure nell’emergenza si presenta l’occasione per l’inserimento di qualche Junior locale e si continua a piangersi addosso e a rotolrarsi nel fango. Addirittura sul lettino dello psichiatra ci volete portare! Siamo i soliti pretenziosi incontentabili tutti protesi a vedere solo il male e il brutto in ogni cosa!

  2. Sesto 3 anni ago
    Reply

    Posso anche comprendere il ragionamento di Sanna, del resto che cavolo deve dire data la situazione? Il fatto è che la concretezza mancante sul serio è ben altra ed è quella della Società : buio assoluto e silenzio assordante riguardo a programmi, prospettive ed obiettivi…questo F.C. Grosseto non si sa cosa sia, cosa faccia e dove vada. L’unico atto preciso, chiaro e importante c’è stato quattro mesi fa ed è stato la rinuncia al ripescaggio, vale a dire una pietra tombale su speranze, credibilità e fiducia.

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      A me il “disegno” della proprieta’ societaria appare sufficientemente chiaro: lo scorso anno doveva essere un conto ed e’ uscito un contadino, con una situazione pregressa in altra piazza gia’ pesante. Quest’ anno o bere o affogare: profilo bassissimo, risparmio assoluto, salvezza come massimo abbiettivo, risanamento graduale se possibile delle contingenze finanziarie e legali piu’ urgenti e pressanti, radicamento minimo possibile nella realta’ socio sportivo locale con innesto di elementi della juniores, insomma “sopravvivenza” a costo minimo possibile, poi se sopravvissuti il prossimo anno si vedra’. E’ chiaro che in queste condizioni senza alcun appoggio esterno sia da parte della tifoseria che sopratutto dell’Amministrazione Pubblica suddetto disegno di sopravvivenza non ha alcuna possibilita’ di realizzarsi.

      • Sesto 3 anni ago
        Reply

        Mah…non so se è esattamente così e, se anche fosse, il tuo ragionamento Attilio alla fine è un po’ la cronaca di una morte annunciata, se è vero come è vero che oramai Mr. Pincione & friends hanno fatto intorno a sé terra bruciata. Personalmente sono convinto al 200% che questo F.C. Grosseto abbia i mesi contati e che sia destinato a sparire nel nulla. Come ho detto e ripetuto, auspico con tutto il cuore che ciò accada quanto prima.

        • attilio regolo 3 anni ago
          Reply

          Siamo nel Paese piu’ misericordioso del mondo, Sesto, non ce lo dimentichiamo. Non auguriamo mai la premorienza a nessuno neanche se fosse un sofferente grave e prolungato e poi non mi sembra sia questo il caso dell’F.C. Grosseto, almeno come gruppo di allenatore-giocatori, che quando ha potuto e ne ha avuto l’occasione ha dimostrato di saper competere alla pari con le piu’ forti del girone.

        • ser 3 anni ago
          Reply

          Condivido l’ipotesi di Attilio Regolo. Ma quando il Grosseto Calcio sarà defunto chi e come lo farà risorgere? A pensar male……..

      • Andrea 3 anni ago
        Reply

        Credo che se iniziasse a risanare le situazioni finanziarie e legali…sarebbe già un passo importante per Città ed istituzioni. Ma ad oggi non lo sta facendo…ed i canoni di affitto diventano 2…mah

Rispondi a attilio regolo Annulla risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news