Roselle matricola terribile

Roselle – S.C. Cenaia 2-1

Roselle: Di Roberto, Gorelli, Rosati, Mesinovic, Ciolli, Porro (Ferrari), Cosimi (Faenzi), Saloni, Vento (Del Nero), Consonni, Nieto. A disposizione: Cipolloni, Serdino, Kacka, Franchi. Allenatore: De Masi

S.C. Cenaia: Serafini, Rossi, Stagi, Gamba, Giari, Signorini, Hemmy, Fabbrini, Bruzzone, Marcon (Remedi), Pellegrini (Di Cocco), Simoncini, Hepaj, Maio, Lottini, Tognetti. Allenatore: Macelloni

Marcatori: 63° Vento – 85° Nieto – 91° Fabbrini (R)

Arbitro: Sig. Zoppi di Firenze

Assistenti: Sigg. Sbranti e Gioffredi di Lucca

Note: espulsi al 65° Consonni per doppia ammonizione e l’Allenatore del Roselle del Masi al 94°

Follonica (Gr). Il Roselle batte meritatamente il Cenaia e si assesta al secondo posto in classifica grazie a due capolavori prima di Vento e poi di Nieto, tutto nella ripresa. Un arbitraggio a dir poco da protagonista ha rovinato l’incontro che è stato alquanto corretto e che il Direttore di gara ha fatto di tutto per farlo diventare falloso con due espulsioni veramente indecifrabili e con un goal fantasma, prima convalidato e poi annullato in quanto segnalato dall’assistente con il realizzatore ospite che metteva dentro con la mano. Al 1° brivido per la porta del Cenaia con Cosimi che dalla distanza, tirava all’incrocio dei pali alla destra di Serafini che si salvava in angolo. Una delle sporadiche palle pericolose per gli ospiti al 14° con Gamba che direttamente da calcio d’angolo colpiva la parte alta della traversa. Al 17° palla goal per il Roselle con Vento a tu per tu con il portiere ospite metteva la palla alta di poco oltre la traversa. Al 30° bella galoppata di Matteo Gorelli sulla destra che batteva a rete radente sul secondo palo a portiere battuto ma la palla faceva la barba al palo e terminava fuori. Al 35° era Vento a farsi parare un ravvicinato colpo di testa ma al 41° la seconda azione pericolosa del Cenaia con Gamba che da pochi passi dalla porta si faceva parare da Di Roberto un tiro ravvicinato. Nella ripresa la musica cambiava e Saloni al 46° metteva fuori di poco un violento tiro dai venticinque metri sul quale nulla avrebbe potuto il portiere ospite. Al 63° il Roselle andava in vantaggio con Vento che sfruttava ed appoggiava in rete una grande giocata di precisione dalla sinistra dell’ottimo Matteo Cosimi. Al 65° l’arbitro si esibiva in un personale show estraendo il secondo cartrellino giallo all’incolpevole Gigi Consonni, reo di avere solo appoggiato il pallone oltre  la linea laterale. Al 82° ancora l’arbitro sugli scudi in negativo convalidando un al Cenaia un goal irregolare (messo dentro con la mano) ed annullato dall’assistente, molto più attento. Al 85° il Roselle raddoppiava con uno splendido goal capolavoro di Nieto, servito a dovere da Saloni. Al 88° il Cenaia stava per subire la terza realizzazione ad opera di Saloni che batteva a rete dalla sinistra e che il difensore Giari evitava con un salvataggio in extremis a portiere battuto. Ma al 91° ancora in Direttore di gara protagonista in negativo concedeva un inesistente calcio di rigore agli ospiti perchè un difensore veniva colpito in area sul braccio, attaccato al corpo con la palla che era rimbalzata prima sulla gamba. Calcio di rigore realizzato da Fabbrini e a tempo ormai scaduto ancora il protagonismo arbitrale espelleva l’allenatore del Roselle De Masi perchè gli aveva fatto presente che un giocatore avversario era entrato arbitrariamente nell’area tecnica (dall’arbitro specificatamente fatta segnare prima della gara) per recuperare il pallone. Una vittoria quindi meritata doppiamente dal Roselle se si considera che è stato fatto di tutto per poter inficiare il risultato. Terminata così la grande ospitalità di Follonica, ora il Roselle torna sul suo campo fra i suoi tifosi per affrontare il Pietrasanta nella prossima gara casalinga di campionato.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news