Eccellenza: il punto sul campionato

La prima giornata del Girone B di Eccellenza regala almeno un paio di risultati a sorpresa con le sconfitte dell’Albinia e del San Giovanni Valdarno per mano di Sestese e Sangimignano.

Non era facile alla vigilia revedere le sconfitte di queste squadre che avevano ben impressionato sia in coppa che nel precampionato, ma la prima giornata ha confermato la propria vocazione di “spariglia certezze” ed i risultati inattesi non sono mancati.

La Sestese di Gutili ha battuto una generosa Albinia, che ha pagato l’assenza forzata di Consonni ed un Nieto non al top della condizione fisica, ma ha mostrato la propria faccia migliore sul piano di una combattività che tornerà utile nelle prossime giornate.

Bene anche il Figline contro il Chiusi: i gialloblu valdarnesi hanno iniziato la stagione con una bella vittoria per 3-2 e possono sorridere davanti ai propri tifosi così come i chianini del Foiano, una delle squadre più temibili del girone, che non hanno avuto problemi a sbarazzarsi del malcapitato San Donato.

Siamo ancora all’inizio di un campionato che sarà combattuto e ricco di sorprese sia in vetta alla classifica che in coda e per l’Albinia non mancheranno le occasioni di riscossa: se qualcosa deve essere corretto in casa rossoblu è forse l’aspetto disciplinare, visto che i cartellini potrebbero costituire un problema nel corso della stagione, ma le ambizioni rossoblu non risultano scalfite da questo passo falso.

Ai ragazzi di Cinelli, nelle prossime sfide, basterà incanalare la grinta sui binari del sano agonismo senza cadere in tranelli che possono ritorcersi contro e pesare nelle scelte che ogni settimana il tecnico dovrà operare al momento di stilare l’Undici da mandare in campo.

L’agonismo e la voglia di crederci fino in fondo mostrati al debutto contro la Sestese potranno essere l’arma decisiva dei rossoblu contro le dirette rivali nella lotta salvezza, ne siamo certi: la voglia di mettersi in mostra dei giovani e, soprattutto, l’esperienza di Nieto, Consonni e degli altri calciatori che vantano un curriculum tra i professionisti torneranno molto utili alla causa della compagine albiniese.

Risultati

Albinia – Sestese 2-4
Bucinese – Porta Romana 1-1
Calenzano – Baldaccio Bruni 0-4
GB Figline – N.S. Chiusi 3-2
Rignanese – Castelnuovese 1-1
S.Donato T. – Nuova Foiano 1-3
Sangimignano – Sangiovanni V. 2-1
Sinalunghese – Lanciotto 0-0

1 Comment
  1. Amiatensis 6 anni ago
    Reply

    Secondo me, questa sconfitta contro la Sestese ( compagine di certo non facente parte della “crema” del Girone),deve essere presa esclusivamente per quello che è: un iniziale e indolore incidente di percorso di cui far tesoro al fine di comprendere sempre meglio come, tra i Gironi A e B dell’Eccellenza Toscana, ci sia veramente una grande,fin troppo grande differenza.
    E questo è universalmente riconosciuto, tanto è vero che Quarrata e Castelfiorentino, smuovendo anche Arno e Appennino, hanno fatto fuoco e fiamme pur di non prendere il posto dell’Albinia, anche se sono sicuro che questa, vista l’esperienza dei propri Dirigenti, di certo ha saputo già calarsi nella nuova ( non so quanto richiesta o imposta) realtà, così come sono convinto che disponga dei giocatori e della configurazione societaria per togliersi, anche qui, grandi e grandissime soddisfazioni: ma il Girone B, è bene metterselo in testa, è TUTT’ALTRA MUSICA rispetto al Girone A.
    E domenica l’ha dimostrato la neopromossa Foiano che è andata a vincere 3-1 in casa della squadra che, l’anno scorso, aveva stradominato 4/5 del Campionato, salvo poi perderlo proprio alla fine, a favore della Colligiana, per scelte societarie tutte loro, che erano riuscite a compromettere contemporaneamente Campionato e Coppa. E’ vero che ai Chiantigiani mancavano 5-6 titolari e che poi hanno avuto anche un paio di espulsi (domenica, a Chiusi, chi metteranno in campo!??) ma il risultato è scritto lì e ormai non lo cambia più nessuno.
    Non mi ha invece sorpreso per niente la vittoria del San Gimignano (squadra tostissima e ben condotta, dove uno come Bandini gioca, ma non è titolare inamovibile) contro il San Giovanni Valdarno, mentre la pesante sconfitta in casa del Calenzano ( 0-4) contro la tutt’altro che irresistibile Baldaccio, già alla prima di campionato,fa nascere il sospetto che, viste anche le vicissitudini societarie, ci possa già essere una prima seria indiziata alla retrocessione diretta…
    Domenica l’Albinia sarà a Campi Bisenzio, a casa del Lanciotto, nobile decaduta e, secondo me, ci sarebbe spazio da subito per un bel colpaccio riparatore anche se, d’accordissimo con l’articolista De Paola, c’è da porre maggiore attenzione, da ora in poi, ai cartellini! Un grande in bocca al lupo da parte mia!
    Se domenica resisto a non andare alle Badesse, certamente sarò in Etruria( anche a me più vicina) per Chiusi-San Donato Tavarnelle: quest’anno mi piacerebbe ritornare a vedere un po’ più di Eccellenza ( considerato, poi, che ho anche l’Albinia nel “mio” Girone) e poi devo verificare cosa si inventerà Ghizzani per mettere in campo il San Donato e, nel Chiusi, come vanno Acatullo, Dongarrà e questa nuova punta Leonardi, di cui dicono un gran bene ma che domenica, dalle cronache, è rimasto un po’ in ombra…
    Una passione pe’ ride, la nostra….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW