I risultati della 25° giornata: Valdarbia corsaro a Ribolla

Nella foto il Ribolla di mister Scheggi

ALBERESE – CASTIGLIONESE 3-2

ALBERESE: Allegro, Brizzi, Camarri, F. Pastorello, Ciavattini, Massieri (31’ st Pegoraro), Paoletti, Cucini, Pedroni, Coralli, Savelli. A disposizione: Rabai, Girardini, W. Pastorello, Turin, Cavallaro, Trovò, Pegoraro. All. Romagnoli.
CASTIGLIONESE: Speroni, Grossi, Guerriero, Batazzi, Marchi, Chiti (26’ st Di Franco), L. Magrini, Toninelli (18’ st Mariottini), Caldelli, Giagnoni (18’ st F. Magrini), Bonelli. A disposizione: Marroccella, F. Magrini, Di Franco, Andreini, Sciretta, Mariottini, Pacinotti. All. Tosini.
ARBITRO: Lumetta di Piombino.
RETI: 12’ Pedroni, 37’ e 7’ st Savelli, 30’ st F. Magrini, 43’ st Di Franco.
NOTE: espulso Bonelli al 25’ st per gioco falloso.

L’Alberese prima domina, poi, nel finale, rischia la beffa in superiorità numerica: così può essere sintetizzato il 3 a 2 inflitto dai bianconeri alla Castiglionese, che così vede interrompersi la propria striscia positiva.
Sono proprio i rossoblù a costruire la prima azione al 2’ con Caldelli, la cui girata termina a lato, ma, poi, i ragazzi di Romagnoli prendono in mano le redini dell’incontro, portandosi in vantaggio al 12’ con Pedroni, ancora a segno contro la sua ex squadra dopo l’andata: l’attaccante approfitta di un errore in disimpegno della difesa per insaccare l’1 a 0. Al 20’ i locali sfiorano il raddoppio con Coralli: numero del fantasista bianconero e palla che si infrange però sul palo.
La Castiglionese prova a smorzare la pressione con il tiro dalla distanza di Chiti, alla mezz’ora, ma Allegro devia in angolo, ma al 37’, è costretta a subire il raddoppio: cross di Pedroni, savelli incorna di testa, Speroni respinge come può e lo stesso savelli è il più lesto di tutti a insaccare in tap-in.
La musica non cambia a inizio ripresa, con il tris firmato dal uno scatenato Savelli, che corregge in porta un tiro dentro l’area di Paoletti. Con l’espulsione di Bonelli, la gara sembra ormai in cassaforte per l’Alberese, che però si rilassa troppo e subisce le reti della speranza rossoblù: al 30’ Filippo Magrini si esibisce in una bella semirovesciata che si rivela vincente, mentre al 43’ Di Franco devia di testa un tiro destinato fuori di Grossi. Il 3 a 2 mette in allarme l’Alberee, che però non subisce altre occasioni e sfiora la rete nel recupero con Pegoraro, ben imbeccato da Pedroni: la sfera però termina alta.

BADESSE CALCIO – MAGLIANESE 2-0

BADESSE CALCIO: Giannerini, Bozzi, Romeo, Giacopelli, Sardelli, Barbi Daniel, Di Cicco, Di Gregorio (dal 28’st Certosini), Zacchia, Giotti(dal 46’st Callegari), Pecchi (dal 45’st Buccianti) – a disposizione: Bianciardi, Mascambruno, Dezi, Barbi Davide. All: Fusci.
MAGLIANESE: Cucca, Venturini (dal 18’st Valentino), Amodio, Puccini, Sgherri, Gamberoni, Brasini (dal 9’st Boni), Ciavattini, Berardi, Corridori, Petroselli – a disposizione: Darini. All: Boni.
ARBITRO: Cuppone di Pisa
RETI: 21’pt Giotti, 44’st Pecchi

FONTEBLANDA – PIENZA 3-1

FONTEBLANDA: Bartali, Censini, N. Lubrano, Amaddii, Ricci, Melchionda (44’ st Cagnacci), Boni, S. Lubrano, A. Falciani (28’ st Giani), Angelini (44’ st Santini), Pichianti. A disposizione: Angiolini, Santini, Giani, Capuccini, Ricchiuti, Mazzuoli, Cagnacci. All. Russo.
PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari, Duchini, Dezi, Pasquetti, E. Bindi, G. Bindi, Murgia, Fioravanti, Nocchi. A disposizione: A. Mangiavacchi, G. Mangiavacchi, Poggialini, Petreni. All. Cresti.
ARBITRO: Focareta di Empoli.
RETI: 3’ e 34’ st Angelini, 25’ Boni, 30’ Duchini.

Successo abbastanza agevole per il Fonteblanda (3-1) sul fanalino di coda Pienza, destinato ormai alla retrocessione in Seconda Categoria.
Fulineo vantaggio firmato dal solito Angelini, che viene poi bissato dalla soddisfazione personale di Boni al 25’. I senesi però hanno un guizzo con Duchini, che sfrutta al meglio un errore difensivo, ma, nella ripresa, i neroverdi tengono in mano la gara, andando a segno ancora con Angelini per il 3 a 1 che chiude i giochi. Nel finale, ancora occasioni per lo scatenato Angelini e per Melchionda, ma il parziale rimane invariato.

PAGANICO – ARGENTARIO 1-0

PAGANICO: Marchi, M. Cavaliere, Marraccini, Noferi, Agresti, Modesti, Vacchiano, Savini, Pieri, Magnani, Biagini. A disposizione: Marzocchi, Paolini, Pifferi, Longino, Angeli, Nelli, Begnardi. All. Agresti.
ARGENTARIO: Milani, Moriani, Costanzo, Sclano, Schiano, Ferrari, Giovani, Cedroni, Sordini, Perrone, Pennisi. A disposizione: Costantini, De Pirro, Della Monaca, M. Alocci, Palombo, J. Alocci, Amato. All. Procaccini.
ARBITRO: Palumbo di Grosseto.
RETE: 21’ st (rig.) Magnani.
NOTE: espulso Modesti al 13’ st per doppia ammonizione.

Il Paganico continua a tenere botta in zona playoff con il successo di misura (1-0) ai danni dell’Argentario.
Partono subito forte i bianconeri, che colpiscono un incrocio dei pali all’11’ con Pieri, bissato dal legno colpito dieci minuti dopo, su punizione, da Magnani. Prima sortita rilevante degli ospiti proprio sul finire di frazione, con il diagonlae di Sclano che chiama al grande intervento Marchi. Il secondo tempo si apre con uno strepitoso intervento di Milani sempre su Magnani, poi, dopo l’espulsione di Modesti, il rigore decisivo di Magnani, concesso per atterramento in area di Vacchiano. L’Argentario spreca la palla del pareggio al 43: gli ospiti colpiscono un palo, sulla ribattuta miracoloso il riflesso di Marchi, poi la palla varca la linea di porta, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I bianconeri, così, resistono e blindano la quarta posizione.

PONTE D’ARBIA – SORANO 2-0

RIBOLLA – VALDARBIA 0-1

RIBOLLA: Santini, Bruno, De Rose, Goanta, Franchi, Marri, Boschi (36’ st Cozzolino), Pratelli, , F. Santini, Meconcelli (27’ st Magnani), Pieri. A disposizione: Malignoni, Cortes, Pedone, Ceccarelli. All. Scheggi.
VALDARBIA: Neri, Albanese, Minucci, Andriolo, Pellegrini, Mazzarella, Donatelli, Ruggero, Acerra, Meconcelli (38’ st Fontani), Ventrone. A disposizione: Pistolesi, Prugnolini, Buonadonna, Kimirri, Magneschi. All. Magneschi.
ARBITRO: Falleni di Livorno.
RETE: 26’ st Acerra.
NOTE: esupulsi al 38’ st Bruno per doppia ammonizione e Franchi per proteste.

Rovinosa caduta casalinga per il Ribolla (0-1), superato allo “Scirea” dal Valdarbia, che così cuce lo strappo con la seconda della classifica, ora distante solo due lunghezze: i playoff quindi, a meno di risultati clamorosi, si giocheranno.
Una partita stregata per i bianconeri, che subiscono rete sull’unico tiro degli ospiti e falliscono almeno quattr nitide occasioni per trovare la via della rete: nel primo tempo, scorso sui binari dell’equilibrio, una sola occasione per Pieri, che spara sul portiere, ma, nella ripresa, la gara si accende. E’ ancora Pieri a sfiorare il vantaggio in due distinte occasioni, poi anche Filippo Santini mette i brividi all’estremo difensore Neri.
A«l 26’ però, il patatrac: retropassaggio di Franchi a Santini di testa, sulla traiettoria interviene Acerra che mette a segno il gol partita. La reazione del Ribolla è tutta cuore e nervi, ma le conclusioni dei giocatori bianconeri sbattono sui legni: la traversa respinge il tiro di De Rose, il palo quello di Bruno. Finale ancora più amaro, con i rossi sventolati allo stesso Bruno e a Franchi.

SAN QUIRICO – PIEVESCOLA 1-1

San Quirico: Borghi, De Luca, Bianciardi, Bernetti (79’ Vasconi), Martellini, Marconi, De Bernardi M., Tollapi, (55 Vento), Bindi, (76’ El Ghiat), Fortunati, Magini. A disp. Pricope, Mangiavacchi, Popa, Bensi. All. Pecci.
Pievescola: [FORMAZIONE]Andreola, De Luca, Sesto, Bagni, Di Libero, Pratesi, Marcolonni, Youkan, Vojudulla, D’Auria, Schiano (67’ Ndow) a disp. Grassini, Canocchi, Esposito, Tafa, Carletti, Poli, All. Tintisona.
Arbitro: Cardini di Firenze
RETI: 38’ Tollapi, 73’ De Luca

VIRTUS CHIANCIANO – CALDANA 2-0

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Benicchi G, Benicchi M, Barbetti, Cozzi Lepri, Fei, Esposito (70′ Menconi), Riccio (86′ Machetti), Rosadini, Landi (75′ Fucelli), Bernetti. A disp: Autolitano, Landi, Poggiani.
CALDANA: Albonetti S, Giorgetti, Zurlo, Rotelli, Casaccia, Gryka, Creatini, Vecci (55′ Filippini), Masiello, Felici, Albonetti A (32′ Paradisi). A disp: Berti, Benini, Gualtieri, Di Fiore, Corsi. All. Ruggeri.
ARBITRO: Fortini di Pisa.
RETI: 41′ e 43′ Rosadini.

FOLLONICA – LORENZANA CRESPINA 0-2

FOLLONICA: Bigoni, Batistoni, Bucchioni, Garofalo, Tocchi, Vecce, Barbosa, Bientinesi, Corrado (37’ st Cantini), Duranti, Monterisi. A disposizione: Corti, Zinali, Caratelli, Errico, Mancini, Cantini, Pacini. All. Ballerini.
LORENZANA CRESPINA: S. Marianelli, Giobbi (10’ st Tremolanti), Lo Presti, Raffaelli, Terreni, Henriquez, And. Pecori (22’ st Vergili), Libardo, Nastasi, Ale. Pecori, Bracci (29’ st Casino). A disposizione: Fagiolini, Tremolanti, Vergili, Casino, Scivoletto, Minuti, Vona. All. Chelotti.
ARBITRO: Righi di Arezzo.
RETI: 10’ st Nastasi, 44’ st Ale. Pecori.
NOTE: espulso Garofalo al 34’ st per doppia ammonizione.

Si fa sempre più buio il cammino per il Follonica, sconfitto a domicilio (0-2) dalla Lorenzana Crespina. Per la truppa di Ballerini la questione-salvezza si fa sempre più complicata. Nonostante la grande volontà e l’impegno porfuso in campo, infatti, i più esperti avversari sfruttano il maggio cinismo per emergere in modo vittorioso nella ripresa, con le marcature di Nastasi e Alessandro Pecori. Per i biancoazzurri tante occasioni, ma poca lucidità, come testimoniato anche dall’espulsione di Garofalo a dieci minuti dalla fine.

SPORTING CECINA – MONTEROTONDO 2-1

SPORTING CECINA: Cionini, Vignale, Matteo, Camerini, Cosimi, Sandri, Ercoli, Bacci, Mbaye, Del Bono, Aquilante. A disposizione: Giuliano, Bolognesi, Ruffini, Calandrino, Gheorge, Periccioli, Brontolone. All. Frolli.
MONTEROTONDO: Bugelli, Barsacchi, Lorenzini, Giacomini, Ciaravolo, Toscanelli, Perciavalle, Bencini, Khouribech, Lonzi, Neri. A disposizione: Quadelli, Flori, Hajjaj, Castellani, Cascinelli. All. Cavaglioni.
ARBITRO: Pacini di Empoli.
RETI: 10’ Ciaravolo, 35’ (rig.) Vignale, 25’ st Del Bono.
NOTE: espulsi Bencini e Khouribech per doppia ammonizione.

Un Monterotondo molto positivo e all’altezza viene sconfitto in rimonta (2-1) da una big del girone D come lo Sporting Cecina, ma molte sono le recriminazioni dei rossoverdi nei confronti dell’operato del direttore di gara: contestati, soprattutto, le due espulsioni comminate a Bencini e Khouribech e il rigore concesso ai locali.
Il Monterotondo approccia meglio la gara, giocando bene e andando meritatamente in vantaggio al 10’ con Perciavalle.
La reazione dello Sporting Cecina viene controllata grazie anche a uno strepitoso Bugelli, fino alla concessione del calcio di rigore, per un contatto quantomeno dubbio. Vignale, dagli undici metri, ristabilisce la parità tra le proteste.
Nella ripresa, però, le sorprese negative non si fermano, con le due espulsioni già descritte di Bencini e Khouribech, con una gestione dei cartellini gialli che non è piaciuta ai rossoverdi e con il gol partita dei livornesi firmato da Del Bono.
Da segnalare le buone prestazioni di Ciaravolo, Toscanelli e Perciavalle, ma in generale, è piaciuto l’atteggiamento dei rossoverdi, chiamati alla reazione dopo l’ultima rovinosa trasferta: i playoff rimangono alla portata.

2 Comments
  1. castiglionese 5 anni ago
    Reply

    VERAMENTE RIBREZZO PER QUELLO CHE FA BONELLI IN CAMPO.. Da rinchiude.. Povera castiglionese… Spera di salvatti presto!!!

  2. Anonimo 5 anni ago
    Reply

    Del pievescola ha segnato pratesi!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news