Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Sporting Cecina, l’avversario del Grifone nella 13ª giornata raccontato dal nostro esperto

di Giovanni Vittorio calcio in seconda fila Pasquale

L’attore Claudio Bisio durante una gag a Mai dire gol, programma Mediaset con la Gialappa’s Band

Teoricamente il prossimo incontro contro il Cecina sarà il più facile di tutti, ma in pratica i rossoblù sono una di quelle squadre che non hanno più niente da perdere, specialmente dopo il mercato di dicembre.
Domenica per la 13ª di campionato il Grosseto sfiderà proprio lo Sporting Cecina (nuova denominazione dopo il fallimento alla fine della stagione 2009-2010), altra squadra neopromossa come il Camaiore affrontato sette giorni fa.
C’è da dire neopromossa a livello progressivo di annate, anche se la storia del Cecina è passata molto in Serie D e C. Proprio 10 anni fa tale sodalizio era sempre in serie D, ma dopo il fallimento è ripartito dalla Terza categoria riuscendo ad arrivare in Eccellenza già nel 2016 -2017, salvo retrocedere in Promozione al termine di quella stessa stagione.
In tale categoria, lo scorso anno c’è stato un acceso scontro al vertice, giornata dopo giornata, con la Pro Livorno Sorgenti e la Pecciolese, ma sul finale di stagione ha prevalso la compagine labronica. Per il Cecina si è aperta la lunga via degli spareggi al termine dei quali ha battuto in finale del proprio girone la Pecciolese e poi nello spareggio dell’altro girone la Chiantigiana, inanellando nel complesso ben 17 vittorie e 2 sole sconfitte.
D’estate la dirigenza rossoblù, con a capo il ds Alberto Lazzerini (ex-storico allenatore), ha deciso di continuare con il gruppo dell’anno precedente inserendovi alcuni giocatori esperti fra i quali Mirko Bigazzi e Degl’Innocenti dal Montecatini, Ghelardoni dall’Atletico Cenaia, Taraj dal Fucecchio e Zoppi dal Grosseto.
Purtroppo, però, già verso gli inizi di ottobre, in giro si è cominciato a sentire voci sui primi “scricchiolii” societari e di difficoltà economiche (come per tutte le società, del resto). A questo va aggiunta la necessità di giocare sempre fuori casa, poiché il restyling del terreno di gioco ha portato i rossoblù a disputare le partite casalinghe al Santa Lucia di Venturina. Infine, mettiamoci qualche risultato al di sotto alla aspettative e l’insieme delle cose elencate ha creato dei malumori e degli incrinamenti fra società e giocatori.
Si poteva pensare, come molti hanno fatto, a dei famosi discorsi da bar, ma alla riapertura delle liste di trasferimento dal 1 dicembre moltissimi giocatori hanno cambiato casacca. Addirittura, hanno fatto le valigie con un mese di anticipo gli attaccanti Taraj e Bigazzi, i centrocampisti Degl’Innocenti, Ghelardoni e il giovane Pellegrini. A mercato aperto, il difensore Cosimi è passato al Cascina, il portiere Frongillo al Montignoso, Fabbri e Pedroni ai Colli Marittimi e il centrocampista Gronchi alla Volterrana. Lo stesso Dell’Aversana, in prestito dal Grosseto, è in uscita (e interessa al Piombino, ndr).
Lo Sporting Cecina domenica contro il Montecatini ha schierato in campo due calciatori 1997, sei calciatori 2000, un 2001 e due 1999. Parlare di tattica in questa partita mi riesce difficile. Quando era al completo mister Brontolone (confermato dallo scorso anno), autentica bandiera cecinese, ha giocato spesso con 4 difensori dietro in linea, un centrocampo tecnico che poteva essere a 3 in linea e con 3 attaccanti davanti che davano ampiezza al campo, oppure poteva anche cambiare schierando un trequartista; ora, con una squadra piezza zeppa di giovani che sembra più una Juniores, la prima cosa da fare è non prenderle. La classifica recita ultima posizione, peggior attacco insieme al Ponte Buggianese e seconda peggior difesa dopo l’Atletico Piombino.
Dopo il ko con il Montignoso (doloroso per l’uscita dalla coppa) indolore per il campionato, il Grosseto è chiamato al pronto riscatto usando meno teoria è più praticità.

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • È il classico testa-coda dove sulla carta il risultato dovrebbe essere scontato, ma i recenti pareggi del Chievo a Napoli, oltre a quello del Castelfiorentino a Fucecchio, devono sempre servire da monito: NON SOTTOVALUTARE MAI L’AVVERSARIO!!!!!!!!